Come coltivare le mimose | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come coltivare le mimose

Le piante vanno messe in luoghi caldi e riparati. Dopo la raccolta dei fiori, bisogna procedere alla potatura

Simbolo della Giornata Internazionale della donna, la mimosa conta numerose specie: sono tantissime quelle individuate in tutto il mondo, in gran parte provenienti, in origine, dall’Australia e dalla Francia. Ma l’albero della mimosa comune è l’Acacia dealbata. Si riconosce facilmente grazie ai suoi bellissimi fiori gialli che sbocciano in pieno inverno o all’inizio della primavera.

ORIGINI DELLA MIMOSA

La mimosa venne introdotta in Europa nell’800 ma le sue origini sono australiane, arriva infatti dalla Tasmania. Si tratta di un’acacia (Acacia dealbata) caratterizzata da magnifici fiori gialli, che fiorisce a marzo e può raggiungere notevoli altezze, addirittura 20 metri. Oggi è il simbolo per eccellenza dell’8 marzo.

COME COLTIVARE LA MIMOSA

Ma come si coltiva la mimosa? Quali sono le condizioni ideali per i suoi fiori?

Partiamo dall’idea che si tratta di piante adatte a zone caratterizzate da un clima invernale decisamente mite, per esempio le regioni degli agrumi. Si coltiva sempre in posizioni calde e riparate, con una buca da 50-60 centimetri.

Le piante delle mimose prediligono terreni profondi, fertili, freschi e decisamente acidi. La distanza delle piante deve essere tra 4 e 6 metri.

LEGGI ANCHE: Bouganville, come coltivarla, per vederla sempre fiorita durante tutta l’estate

COME COLTIVARE LA MIMOSA IN VASO

La mimosa si presta molto bene ad essere coltivata in vaso, a condizione che facciate molta attenzione ad alcune cure. La prima: la potatura nel periodo successivo alla fioritura, in pratica durante l’estate. Seconda attenzione: ogni due anni il vaso va sostituito con uno di dimensioni gradualmente più abbondanti. Terzo: durante l’inverno le mimose in vasi vanno messe al riparo, in un locale luminoso al riparo da eventuali gelate.

IN QUALE PERIODO SI PIANTANO LE MIMOSE?

La mimosa può essere piantata all’aperto quando le temperature non sono troppo rigide e le gelate sono terminate, visto che teme particolarmente il freddo e non tollera in ogni caso temperature al di sotto dei 5 gradi.

QUANTO TEMPO RESTA FIORITA UNA MIMOSA?

L’Acacia dealbata può fiorire già tra dicembre e gennaio, ma di solito i fiori compaiono verso fine febbraio-inizio marzo, e durano fino alla fine di marzo. Diverso è il caso delle Mimosa delle quattro stagioni, ovvero l’Acacia retinoides,  che invece può fiorire più volte all’anno. Ma non si tratta della mimosa comune.

QUANTO COSTA UN RAMO DI MIMOSA?

Il costo di un mazzetto di mimosa dipende dalla grandezza e da altre caratteristiche, ma in genere si va dagli 0,80 cent a qualche euro. A meno che non vengano realizzate composizioni floreali più complesse in abbinamento con altri fiori.

QUANTO COSTA UN ALBERO DI MIMOSE?

Per quanto riguarda il costo degli alberi di mimosa, anch’esso varia a seconda della grandezza della pianta, ma in generale si va dai 5-6 euro ai 60 euro.

RICETTA TORTA DI MIMOSE

Soffice, profumata, deliziosa. La torta di mimosa, con il pan di spagna e le scorze di limone, è davvero un dolce unico. Potete prepararlo in casa, senza spendere una fortuna in pasticceria, con questa ricetta. 

I FIORI DA COLTIVARE IN GIARDINO:

Share

<