Come coltivare la Stella di Natale in vaso - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Stella di Natale: come si cura tutto l’anno

Semplice da coltivare in vaso, potete godervela per tutto l'anno. In casa non tollera l'aria condizionata e innaffiate la pianta solo quando il terreno è asciutto

Perché sprecare la bellissima pianta della Stella di Natale, usarla soltanto durante le feste e poi lasciarla morire? In realtà può vivere tutto l’anno, a condizione che riusciamo a curarla con qualche precauzione. Per esempio: trattandosi di una pianta tropicale, ha bisogno di un ambiente caldo (l’ideale è tra i 18 e i 22 gradi), luminoso (l scegliete una zona con le finestre rivolte a est oppure a ovest). Guai, invece, a metterla sopra a un termosifone o ad una stufa: si brucerà molto presto.

COME COLTIVARE LA STELLA DI NATALE

Bellissima e dal caratteristico colore rosso acceso, la Stella di Natale è la pianta simbolo delle feste. Originaria del Messico e dell’America centrale, la Stella di Natale, il cui nome scientifico è Euphorbia pulcherrima, è una curiosa pianta da appartamento caratterizzata dalla presenza di piccoli fiori sottesi da enormi brattee colorate: un fiore in grado di rallegrare tutta la casa grazie alle sue colorazioni vivaci.

LEGGI ANCHE: Come coltivare i tulipani in giardino o in vaso sul balcone. Fioritura da metà aprile

COME CURARE LA STELLA DI NATALE

Semplice da coltivare in vaso, la Stella di Natale per crescere e svilupparsi ha bisogno di temperature comprese tra 14 e 22 gradi e, durante la bella stagione, può essere posizionata anche all’aperto: l’importante è che sia sempre ben protetta dalla luce diretta. Ricordate che la pianta non tollera l’aria condizionata, soprattutto se abbastanza fredda.

Durante l’estate è inoltre importante vaporizzare spesso la pianta.

PER APPROFONDIRE: Lavanda, per coltivarla in casa c’è bisogno di luce e sole. Con i suoi fiori potete fare saponi e profumare la biancheria (foto)

COME COLTIVARE LA STELLA DI NATALE IN VASO

Vediamo allora come coltivare la stella di Natale:

  • CLIMA

Se vivete in una zona in cui il clima si mantiene mite anche durante l’inverno potete provare a coltivare la stella direttamente in giardino. In caso contrario, se vivete in un luogo in cui durante la stagione invernale le temperature sono abbastanza rigide, procedete con la coltivazione in vaso. In particolare, durante questo periodo, posizionate la pianta in una stanza non eccessivamente riscaldata e in cui non vi siano fonti di calore diretto come termosifoni o caminetto.

Una volta trovata la collocazione ideale per la pianta, fate in modo che la pianta abbia a disposizione un buon terriccio alleggerito con un po’ di sabbia in modo da evitare eventuali ristagni d’acqua che potrebbero rovinare la pianta.

  • INNAFFIATURE

Innaffiate la pianta solo quando il terreno risulta ben asciutto: in genere una volta a settimana in inverno e anche ogni uno-due giorni in estate. L’importante è non lasciare il terreno asciutto per troppo tempo e allo stesso tempo evitare i ristagni idrici.

COME CURARE LA STELLA DI NATALE IN CASA

Anche se può sembrare il contrario, la Stella di Natale è una pianta che, se adeguatamente curata, può mantenersi anche oltre il periodo natalizio. Nella maggior parte dei casi succede invece che trascorso quel periodo, non appena notiamo che la pianta inizia a perdere le foglie, la lasciamo seccare. In realtà in quel momento la pianta sta seguendo il suo normale ciclo di vita e se coltivata in maniera adeguata può ritornare a fiorire. È infatti possibile coltivare la Stella di Natale in vaso per molti anni.

  • TALEE

Dal momento che le Stelle di Natale non producono semi, per dar vita ad una nuova pianta è necessario procedere con le talee. I periodi ideali per le talee sono la primavera e l’estate. È sufficiente prelevare gli apici dei rami privi di fiori, staccare le foglie nella parte bassa e tagliare a metà quelle presenti nella parte superiore. Badate bene a prelevare le talee con un coltello abbastanza affilato ed eventualmente fate radicare la talea in acqua prima di collocarla nel terreno. Periodicamente, concimate il terreno utilizzando un buon fertilizzante.

RINVASO DELLA STELLA DI NATALE

Il rinvaso deve essere effettuato in primavera, durante la fase di ripresa vegetativa della pianta, mediante l’utilizzo di un vaso di poco superiore al precedente. In ogni caso le dimensioni del vaso non devono superare i 20 centimetri, per un motivo molto preciso: con una superficie maggiore la pianta tende a sviluppare più gli steli delle foglie, riducendo così il punto di forza e di bellezza della Stella di Natale. Durante la fase del rinvaso, oltre che alle dimensioni del contenitore, bisogna fare attenzione anche al terreno che deve essere acido e con una buona quantità di torba, in modo da restare leggero e accogliente per le radici della pianta.

COME FARE RIFIORIRE LA STELLA DI NATALE

Una volta che la Stella di Natale è sfiorita, non scoraggiatevi. Non è morta. Aspettate il mese di febbraio, verso la fine, e iniziate a potarla, eliminando una decina di centimetri dei rami. Durante l’estate mettetela in una zona ombreggiata, dove non soffra il caldo, e a settembre concimatela bene con fertilizzante naturale. A ottobre dovreste già vedere i fiori. Un ultimo consiglio per fare rifiorire la Stella di Natale: da settembre a ottobre tenetela al buio, dalle cinque del pomeriggio fino alla mattina successiva. Mentre durante il giorno potrà stare alla luce, sempre distante da fonti di calore.

LE PIANTE PIÚ BELLE DA COLTIVARE IN VASO O IN GIARDINO:

Share

<