Miele di acacia: proprietà e benefici, valori nutrizionali, utilizzi | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Miele di acacia: proprietà e benefici, valori nutrizionali, utilizzi

Il suo profumo e il suo sapore sono delicatissimi. Non a caso è considerato il miele più buono di tutti. Ottimo al cucchiaio e come dolcificante naturale

di Posted on

Il colore è sempre chiaro, il profumo delicato, il sapore dolce. Il miele di acacia passa per il più buono di tutti e tra le sue qualità non bisogna dimenticare il fatto che non contiene glutine, e dunque è ideale per i celiaci. Grazie alle sua caratteristiche, il miele di acacia è molto usato, innanzitutto come dolcificante naturale per bevande e torte. E anche per spalmarlo sul pane e sui biscotti.

MIELE DI ACACIA

Il miele di acacia viene prodotto a partire dal nettare dei fiori della pianta omonima, anche nota con il nome di Robinia, diffusa in diverse regioni italiane. Si tratta di un miele monofloreale perché ricavato esclusivamente dal nettare dei fiori dell’acacia anziché da fiori diversi, come accade normalmente con altre tipologie.

Dato che non bisogna mescolare fioriture diverse, la sua produzione richiede particolare attenzione, e si può parlare di miele di acacia solo se le arnie si trovano in un areale di qualche chilometro, dove vi sia prevalenza di Robinia.

Per quanto riguarda le sue caratteristiche, ha colore molto chiaro, è liquido e ha un odore delicato. Quanto più è puro meno cristallizza.

QUAL È IL MIELE PIÙ BUONO?

Il miele di acacia è considerato uno dei più buoni e questo perché ha un caratteristico sapore dolce e delicato. Per non parlare della sua consistenza liquida che difficilmente cristallizza. Ecco alcuni dei più buoni prodotti in Italia, sebbene non siano certamente gli unici:

  • Miele di acacia Apicoltura Nonna Giovannina proveniente dal Veneto;
  • Miele di acacia BIO Lo Dzet del Piemonte;
  • Miele di acacia BIO Apicoltura Colle Salera dell’Abruzzo;
  • Miele di acacia Apicoltura Mario Rubini sempre dell’Abruzzo.

DA DOVE ARRIVA IL MIELE DI ACACIA

Il miele di acacia viene prodotto in diverse regioni italiane, dal Piemonte alla Lombardia, dalla Toscana all’Appennino centrale ma soprattutto nella zona prealpina.

Raccolto tra aprile e ottobre, lo si lascia a maturare per qualche settimana per poi confezionarlo. Ovviamente non tutto il miele di acacia è uguale, ne esistono qualità più o meno pregiate a seconda del grado di purezza.

VALORI NUTRIZIONALI E CALORIE DEL MIELE DI ACACIA

Si tratta di un miele ricco di fruttosio e destrosio ma con quantità limitate di saccarosio. Ha un ridotto contenuto di sali minerali ed enzimi. Bassa anche l’acidità. L’apporto calorico per 100 grammi è di 330 calorie circa, sebbene possa variare un po’ a seconda della tipologia.

PROPRIETÀ E BENEFICI DEL MIELE DI ACACIA

Il miele ha innumerevoli proprietà benefiche e quello di acacia non fa eccezione. Antibatterico naturale, antinfiammatorio, facile da digerire. Ecco le principali proprietà:

  • fa bene all’apparato gastrointestinale;
  • è benefico per lo stomaco e aiuta in caso di reflusso e acidità;
  • ha proprietà antibatteriche;
  • ha proprietà antinfiammatorie;
  • è facile da digerire;
  • è ricostituente;
  • è disintossicante.

IL MIELE DI ACACIA AIUTA A DIMAGRIRE?

Il miele di acacia è molto calorico, quindi non è adatto per dimagrire. Tuttavia esiste una dieta che prende il nome di “Honey diet” ideata dal nutrizionista Mike McInnes. Secondo il quale il miele da un lato migliora il metabolismo facendo bruciare più grassi, dall’altro è talmente dolce da placare il desiderio di cibi dolci.

La dieta in questione farebbe perdere circa 1 Kg a settimana, senza peraltro eliminare alcun cibo né pasto. Esatto, si può mangiare di tutto inclusi i dolci, purché preparati con miele al posto dello zucchero. Quest’ultimo va eliminato totalmente. Esclusi anche i carboidrati non raffinati da rimpiazzare con quelli integrali. Ultima raccomandazione, un cucchiaino di miele ogni sera prima di andare a letto.

USI DEL MIELE DI ACACIA

Può essere utilizzato come alternativa allo zucchero, il suo sapore delicato lo rende ideale come dolcificante naturale. Ingrediente quindi di piatti dolci e salati, come per esempio i deliziosi biscotti integrali, l’insalata di melone, il salmone alla griglia, il pane di segale al miele, ma anche buono da gustare al cucchiaio o abbinato a formaggi. Grazie alle sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, è consigliato in caso di tosse e mal di gola.

DOLCI E SQUISITE RICETTE CON IL MIELE:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<