Questo sito contribuisce all'audience di

Aria pulita a scuola, e le assenze degli studenti crollano

Secondo una ricerca californiana, aprire spesso le finestre e assicurare alle aule un’adeguata ventilazione, migliora la qualità dell'aria e riduce il numero di assenze per malattia degli studenti.

Condivisioni

Aria pulita, innanzitutto a scuola. Gli edifici scolastici italiani risalgono nel 50 per cento dei casi a prima del 1975, e spesso non sono attrezzati per una buona igiene ambientale e con un’adeguata ventilazione.

LEGGI ANCHE: A San Frediano la scuola dell’infanzia ecosostenibile

ARIA PULITA A SCUOLA – Un recente studio del Berkeley Lab in California ha dimostrato che, anche solo aprire spesso le finestre in classe, migliora parecchio l’aria e riduce il numero di assenze per malattia degli studenti. Gli autori della ricerca, compiuta in 162 aule di 28 scuole elementari e medie, hanno scoperto che se l’aria viene fatta circolare in modo adeguato (l’ideale sarebbe una ventilazione pari a 7 litri al secondo per studente), le assenze dei bambini si riducono del 4 per cento all’anno. Non poco, perché questa cifra si traduce in un costo per le famiglie di 80 milioni di dollari per cure, babysitter e giorni di lavoro persi da parte dei genitori per seguire i figli malati.

Aria pulita in classe: secondo una ricerca aprire le finestre riduce assenze malattie studenti

PER APPROFONDIRE: Cibo spazzatura: a New York la prima scuola con mensa vegetariana

FONDAMENTALE UNA BUONA VENTILAZIONE DELLE AULE – Una buona ventilazione a scuola, dunque, è indispensabile. Ed è semplice: basta aprire spesso le finestre nelle ore in cui all’esterno c’è minore traffico, ricordando che nelle scuole elementari e medie si può arrivare a concentrazioni di materiali inquinanti fino a 10 volte maggiori rispetto all’esterno.

Parlatene, dunque, con gli insegnanti e attraverso i rappresentanti delle famiglie nei consigli di istituto: una scuola con più aria conviene a tutti.

PER SAPERNE DI PIU’: Zaini per la scuola troppo pesanti: i consigli utili per salvaguardare la salute dei bambini

LEGGI ANCHE: