Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Aceto, bicarbonato, limone e sale: quattro ingredienti naturali, perfetti per pulire il forno (foto)

Un forno sporco emana cattivi odori e compromette la funzionalità dell’elettrodomestico. Inoltre altera i sapori del cibo. Un’idea per le teglie da forno? Usate gli avanzi della Coca Cola.

Condivisioni

COME PULIRE IL FORNO IN MODO NATURALE

I migliori rimedi naturali per pulire e sgrassare il forno sono quattro: aceto, bicarbonato, limone e sale. Non fateli mancare mai in cucina, per questa specifica funzione: ovviamente, come vedrete leggendo i nostri consigli, ci sono poi altri prodotti naturali da aggiungere per questo tipo di pulizia domestica. Sono molto più efficaci di un qualsiasi articolo industriale, e un forno sporco può anche alterare il sapore dei vostri piatti.

LEGGI ANCHE: Come pulire il lavello della cucina con prodotti naturali e senza rischi

COME PULIRE IL FORNO

Quando si dice che bisogna “sgrassare il forno”, si intendono le pulizie necessarie per rimuovere incrostazioni e residui di cibo che possono causare cattivi odori e rovinare irrimediabilmente l’elettrodomestico.

PER APPROFONDIRE: Sturare il lavandino senza l’idraulico e solo con rimedi naturali. Tutte le soluzioni fai-da-te

RIMEDI NATURALI PER PULIRE IL FORNO

Ma vediamo come si usano, con molta semplicità ed efficacia, i quattro ingredienti alla base di una pulitura naturale del forno.

  • Per pulire quotidianamente il forno, procuratevi uno spruzzatore e versateci dentro 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, 2 di sapone di Marsiglia liquido, 10 gocce di olio essenziale di arancio dolce (o limone), mezza tazza di acqua calda. Dopodiché, accendete il forno a 120° e scaldatelo per 15 minuti, poi spegnetelo e lasciate aperto lo sportello. Spruzzate il vostro liquido sulle pareti del forno e lasciate agire per una ventina di minuti. Infine, sciacquate bene.
  • Se dovere rimuovere delle incrostazioni difficili, prendete un recipiente e metteteci dentro mezza tazza di sale, mezza di tazza di soda o borace, 500 grammi di bicarbonato di sodio e infine un quarto di tazza scarsa di acqua. Impastate il tutto, poi accendete il forno a 120°, togliendo le griglie, e lasciate scaldare per 15 minuti. Poi spegnete e aprite lo sportello. A questo punto, con un panno stendete la pasta sulle pareti del forno e lasciate che agisca per venti muniti. In uno spruzzatore mettete ¾ di tazza di aceto di vino bianco, 10 gocce di olio essenziale di timo e 10 di olio essenziale di limone, spruzzate sulle pareti del forno e pulitele. Poi sciacquate bene. Strofinate con una paglietta di metallo se le incrostazioni stentano a venir via.
  • Per le pulizie più pesanti, fate così. Procuratevi 1 tazza d’acqua (da dosare), 10 gocce di olio essenziale di arancio dolce (o di limone e rosmarino), mezza tazza di sale (da dosare), 1 tazza e un quarto di bicarbonato di sodio (da dosare), 2 cucchiaini di sapone di Marsiglia liquido, un quarto di tazza d’ aceto. Coprite le aperture sul fondo del forno con della carta stagnola, poi accendetelo a 150° e lasciate così per 15 minuti. Dopodiché, spegnete a aprite lo sportello del forno. In uno spruzzatore, versate un quarto di tazza d’acqua insieme all’olio essenziale di arancio dolce e agitate. Spruzzate il liquido sul fondo e sulle pareti del forno. Unite poi un quarto di tazza di sale a mezza tazza di bicarbonato e spargete la polvere sul fondo, in particolare sulle macchie difficili. Poi mescolate un quarto di tazza d’acqua con tre quarti di tazza di bicarbonato restanti, con un quarto di tazza di sale e il sapone di Marsiglia. A questo punto spalmate il composto sulle pareti del forno. Togliete la carta stagnola che avevate messo sulle aperture dello stesso e lasciate che la mistura agisca per tutta la notte. Al mattino, versate in uno spruzzatore pulito la restante mezza tazza d’acqua e l’aceto e spruzzate questo liquido sulle pareti e sul fondo del forno. Pulite bene con una paglietta di metallo e poi sciacquate.
  • Se il problema sono le teglie da forno, pulitele con gli avanzi della coca cola. La sua componente acida, infatti, scioglie sia le bruciature che gli aloni ostinati. Versate un bel po’ di coca cola sulla teglia fredda, specialmente sulle macchie e poi mettetela nel forno acceso alla temperatura massima. Quando il vapore sale, spegnete il forno ed estraete la teglia. Pulite la macchia con una spazzola morbida e il gioco è fatto.
  • Il forno può essere pulito anche con il sapone per i piatti, fatto in casa con del sapone di Marsiglia sciolto nell’acqua. Cospargete di sapone il forno, lasciate agire per 30 minuti e poi risciacquate. Con lo stesso detersivo potete pulire anche il vetro del forno. Basterà aggiungere al detersivo anche un pò di bicarbonato e ricoprire con la miscela tutto il vetro. Dopo mezz’ora risciacquate con una spugna e usate una spatolina per eliminare le incrostazioni più difficili.

RICETTE PER OTTIMI DETERSIVI NATURALI:

LEGGI ANCHE: