Rimedi naturali calcare - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Calcare: come eliminarlo con i rimedi naturali

Aceto, limone, bicarbonato: bastano pochi e semplici ingredienti che in casa non mancano mai per igienizzare e far tornare a brillare i rubinetti, il box doccia, lavastoviglie e lavatrice

di Posted on
Aceto, bicarbonato, e anche limone: sono questi i principali rimedi naturali per eliminare il calcare, dal quale possono derivare danni e incrostazioni alle superfici e alle tubazioni. L’importante è non sprecare soldi con prodotti che potrebbero rivelarsi inutili, e provare prima con le soluzioni naturali e sostenibili.

Il calcare può fare molti danni in casa. A partire dagli sprechi che determina, e dai costi per i prodotti chimici più usati per eliminarlo. Le incrostazioni e le macchie di calcare si formano in particolar modo su rubinetti, box doccia, lavastoviglie, lavatrice, caffettiera e altri oggetti metallici. Un problema causato dal carbonato di calcio presente nell’acqua: in grandi quantità può addirittura mettere a rischio il corretto funzionamento di lavatrice e lavastoviglie. Sul mercato è possibile trovare numerosi prodotti anticalcare: senza dubbio efficaci ma anche decisamente inquinanti e pericolosi per la salute. Si tratta di prodotti che devono essere utilizzati mediante l’utilizzo dei guanti soprattutto in caso di pelle molto delicata e, se in formato spray, non devono assolutamente essere respirati.

LEGGI ANCHE: Come pulire il bagno senza detersivi, in maniera naturale

COME SI FORMA IL CALCARE?

Il calcare altro non è che lo scioglimento delle rocce calcaree durante il percorso dell’acqua. Se la temperatura dell’acqua è bassa, la formazione del calcare non. avviene. Al contrario, il calcare si forma in presenza di acqua ad alta temperatura, e più salgono valori, più aumentano le formazioni di calcare. Si tratta di un fenomeno chimico, in base al quale i sali minerali contenuti nell’acqua, calcio e magnesio, si trasformano in carbonato di calcio e carbonato di magnesio. E induriscono l’acqua.

CHE COSA SIGNIFICA ACQUA DURA

In base alla quantità di carbonato di calcio e carbonato di magnesio, l’acqua può essere molto dolce (di fatto senza calcare) o molto dura (appesantita dal calcare), quella che più preoccupa per i danni che può fare dal lavello alle piastrelle. Quando una superficie si asciuga, l’acqua evapora e rilascia anidride carbonica che si accumula in depositi di carbonato di calcio: da qui l’arrivo del calcare.

RIMEDI ANTICALCARE

I rimedi naturali contro il calcare ruotano attorno all’aceto, al bicarbonato e all’acido citrico. Sono gli stessi che in genere si applicano per le pulizie domestiche con prodotti naturali.
  • ACETO 

Perfetto anche per la detersione dei materiali più delicati come ad esempio il piano cottura o i ripiani del frigorifero, l’aceto bianco è in grado di ripulire a fondo le superfici dal calcare e farle brillare. Per utilizzarlo vi basterà versarlo in una bacinella con acqua e poi utilizzarlo con l’aiuto di una spugna morbida. Lasciate agire per qualche minuto e poi risciacquate con acqua tiepida.

Ottimo anche per la pulizia dei rubinetti: in caso di filtri, griglie e soffioni della doccia particolarmente rovinati dal calcare, vi basterà svitarli e lasciarli immersi in una soluzione di acqua e aceto per tutta la notte per poi rivederli brillare.

E l’aceto è perfetto anche per detergere e disinfettare caffettiere, ferro da stiro e lavatrice. In quest’ultimo caso, versate un litro d’aceto diluito con acqua nel cestello vuoto della lavatrice e azionate il programma di lavaggio a una temperatura di circa 60-70 gradi. Ripetete l’operazione almeno una volta al mese.

  • BICARBONATO

Anche il bicarbonato di sodio è molto efficace per eliminare il calcare. In particolare viene consigliato per la pulizia del wc: mettetelo la sera sulle pareti interne, e lasciatelo agire per tutta la notte. La mattina, strofinate bene con lo scopettino, tirate l’acqua un paio di volte, e avrete eliminato il calcare.

Per far risplendere il lavello sarà necessario strofinare il lavandino con metà limone e il bicarbonato di sodio. Per eliminare invece la patina di calcare dal box doccia, unite insieme bicarbonato e aceto bianco, passate il composto sulle superfici con l’aiuto di una spugna e poi lasciate agire per qualche minuto e risciacquate accuratamente.

  • ACIDO CITRICO

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un prodotto che, una volta disciolto nell’acqua, deve essere applicato, con una spugna, sulle diverse superfici a lasciato agire per qualche minuto. Evitate però di adoperarlo su superfici delicate come marmo e legno.

DANNI DEL CALCARE AGLI ELETTRODOMESTICI

Mentre i danni del calcare alle superfici, e anche quelli interni alle tubature, diventano facilmente visibili, lo spreco che colpisce gli elettrodomestici è molto meno evidente. In particolare i problemi nascono per il fatto che l’accumulo del calcare sulle resistenze degli elettrodomestici impedisce un regolare scambio termico. Si abbassa così l’efficienza dell’apparecchio e aumentano i suoi consumi di energia elettrica: spreco allo stato puro.

RIMEDI NATURALI E CONSIGLI UTILI PER IGIENIZZARE LA CASA:

  1. Lisciva di cenere: come prepararla in casa e i consigli per utilizzarla nelle pulizie domestiche
  2. Utilizzare le bucce degli agrumi per le pulizie di casa. Ottime per posate e fornelli
  3. Tovaglioli di carta: come riutilizzarli per le pulizie di casa e non solo. Diventano creazioni originali 
Share

<