Questo sito contribuisce all'audience di

Zanzare: prevenire e curare le punture coi rimedi naturali

di Posted on
Condivisioni

Notti passate in bianco, prurito intenso, piccole infezioni.
Questo il fastidioso rituale estivo che si ripete ogni anno in buona parte del nostro paese a causa delle zanzare! Un piccolo insetto che si nutre del sangue dei mammiferi e per favorire il proprio ‘lavoro’ inietta un veleno anticoagulante e irritante in grado di favorire l’asportazione del prezioso nutrimento.

Al di la’ di quanto possa apparire le zanzare sono insetti particolarmente selettivi che individuano la propria preda in base a fattori non del tutto chiari. Certamente influsicono le ‘emanazioni’ della pelle, odore e colore principalmente. Non e’ quasi mai rischiosa se non in rari casi di allergia in cui si puo’ verificare una reazione particolarmente intensa, in questo caso si parla di shock anafilattico ed e’ necessario rivolgersi immediatamente a un pronto soccorso.

Esiste sul mercato un’ interminabile offerta di ‘armi’ per contrastare il fenomeno: spray repellenti, spirali da bruciare, fornelletti elettrici con pasticche sino ad arrivare alle racchette elettriche con cui folgorare le malcapitate. Si tratta dal nostro punto di vista di soluzioni poco sostenibili, spesso altamente tossiche.
Autan, Off e Vape tanto per non fare nomi contengono DEET, un potentissimo pesticida che potrebbe causare problemi di salute a lungo termine, la sostanza e’ gia’ stata vietata ai bambini sotto ai 2 anni. E se fa male a loro non e’ che fara’ meglio agli adulti!

Inoltre noi siamo anche piu’ fortunati delle povere zanzare allontanate con cosi’ tanta irrazionalita’ e possiamo scegliere soluzioni certamente piu’ rispettose dell’ambiente, dell’essere umano e delle zanzare stesse.
La natura infatti ci mette a disposizione rimedi efficacissimi sia in termine di prevenzione che di cura. Nondimeno c’e’ da fare attenzione perche’ ci sono metodi ‘della nonna’ che pur essendo naturali non sempre si rivelano una soluzione salutare.

PREVENZIONE E RIMEDI NATURALI ‘CON’ LE ZANZARE

Come accennavamo le zanzare selezionano il proprio donatore di sangue in base a diversi fattori uno dei principali sembra essere l’olfatto. E’ infatti con un’alterazione del profumo cutaneo che da sempre l’uomo cerca di allontanare i fastidiosi insetti estivi.

Tra gli olii essenziali troviamo i piu’ potenti repellenti per insetti ma pochi tra questi possono essere utilizzati per uso topico. Sempre negli olii essenziali possiamo individuare rimedi ottimali per lenire prurito, bruciore ed evitare infezioni in caso di punture.

PREVENZIONE E RIMEDI ZANZARE: Olio essenziale di Lavanda
E’ la soluzione da tenere sempre a portata di mano: in caso di puntura si possono applicare 1 o 2 gocce direttamente sulla zona interessata e in pochi minuti si avvertira’ il beneficio. Va da se’ che prima si interviene piu’ possibilita’ di azione ha l’essenza. La lavanda e’ anche un discreto repellente pertanto e’ possibile ‘difendersi’ preparando una miscela di olio vegetale, 100 ml, cui aggiungere 12 gocce di lavanda da spalmarsi sulle zone esposte piu’ a rischio.

PREVENZIONE E RIMEDI ZANZARE: Olio essenziale di Citronella
Si tratta del repellente per eccellenza, come per la lavanda si puo’ preparare una miscela di questo tipo: 20 gocce da diluire in 100 ml di olio vegetale. Come vettore vegetale suggeriamo il jojoba, che e’ anche idratante e non unge eccessivamente. In alternativa si puo’ utilizzare del burro di karite’ per preparare una crema antizanzare a prova di bomba.Quanto detto per l’OE di citronella vale anche per l’OE di geranio con la differenza che in questo caso le gocce da utilizzare per 100 ml di olio vegetale saranno 30.

PREVENZIONE E RIMEDI ZANZARE: Olio essenziale di Niaouli
Come la lavanda puo’ essere utilizzato sulle punture per calmare l’irritazione in breve tempo. Suggeriamo di utilizzare comunque la lavanda perche’ molto piu’ maneggevole da usare puro anche sulla pelle dei bambini.

PREVENZIONE E RIMEDI ZANZARE: Tea Tree Oil
Potente antisettico, antibiotico e cicatrizzante e’ validissimo in caso di puntura e si puo’ applicare puro, simile alla lavanda ma certamente piu’ aggressivo, indicato per gli adulti. Ha anche funzione repellente per cui anche per l’ OE di tea tree e’ possibile realizzare una miscela. In questo caso si useranno 8 gocce di OE su 100 ml di vettore.

Citiamo infine anche Neem, Cajeput e Melissa, tutti Olii Essenziali efficaci nel post-puntura e l’Eucalipto, OE rinfrescante con cui realizzare impacchi di acqua fresca (12 gocce in una bacinella) in caso di punture diffuse in ampie zone del corpo. Sconsigliamo l’utilizzo di qualsiasi OE a base di agrumi (limone, arancio, mandarino, bergamotto, neroli) a causa del notevole effetto fotosensibilizzante.