Mozzarella di bufala: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

Aiuta l’intestino, rafforza i muscoli e fornisce calcio per le ossa. Non è vero che fa ingrassare. Chi non può mangiarla

LA MOZZARELLA DI BUFALA È PIENA DI COLESTEROLO?

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI

Ogni cento grammi di mozzarella di bufala contengono 288 calorie e 56,5 grammi di acqua. E anche:

La mozzarella di bufala è fornita anche di alcuni minerali, e per ogni cento grammi ci sono:

  • 210 milligrammi di calcio
  • 195 milligrammi di fosforo
  • 0,2 milligrammi di ferro

Quanto alle vitamine, cento grammi di mozzarella di bufala garantiscono 0,24 milligrammi di vitamina E e una buona quantità di vitamina A.

LEGGI ANCHE: Sofficini fatti in casa, la ricetta semplice da preparare insieme ai bambini

BENEFICI

I benefici della mozzarella di bufala sono diversi. Tra questi:

  • Avendo una buona quantità di proteine, rafforza i muscoli
  • Grazie alla vitamina A, aumenta forza ed energia dell’organismo
  • Alternandola con altri latticini, serve a coprire il fabbisogno di calcio, a sua volta prezioso per la salute delle ossa
  • Agevola il buon funzionamento dell’intestino
  • Ha poco sodio, e in questo modo è un ottimo cibo per le persone che soffrono di pressione alta
  • Contiene l’acido linoleico coniugato che, secondo alcuni studi che ancora non hanno superato tutti i test per essere considerati inoppugnabili, potrebbe contrastare e prevenire il tumore al seno

LA MOZZARELLA DI BUFALA È PIENA DI COLESTEROLO?

La mozzarella di bufala non ha un’elevata quantità di colesterolo. Anzi. Ne possiede meno, in percentuale, rispetto alla carne rossa e alle uova. Piuttosto nella mozzarella di bufala ci sono molti grassi saturi che, a loro volta, concorrono al colesterolo endogeno, quello generato direttamente dall’organismo. Un’altra notizia inesatta è che la mozzarella di bufala faccia ingrassare: in realtà è solo leggermente più grassa, e con un numero minimo di calorie in più, della provola e del fiordilatte.

COME RICONOSCERE UNA BUONA MOZZARELLA DALL’ETICHETTA

Un primo modo per riconoscere la bontà della mozzarella è leggere bene l’etichetta. Non devono comparire più di quattro elementi: latte, fermenti lattici, caglio e sale. Non sono di buona qualità, e diventano molto grasse, le mozzarelle che hanno anche l’aggiunta di crema di latte e panna.

QUANTA MOZZARELLA POSSIAMO MANGIARE?

Chi è ghiotto di mozzarella non deve comunque esagerare. Si tratta di un prodotto che può tranquillamente stare a tavola una-due volte alla settimana. Con porzioni tra i 120 e i 150 grammi. Il consiglio è di mangiare la mozzarella al naturale, senza l’aggiunta del condimento di olio extravergine che in qualche modo ne altera il sapore.

CONTROINDICAZIONI

La mozzarella di bufala non è un cibo adatto a chi è intollerante al lattosio oppure è allergico alle proteine del latte. Altre categorie di persone per le quali la mozzarella diobufala è controindicata sono: chi soffre per il colon irritabile, chi presenta bile densa o calcoli alla colecisti, in quanto l’assunzione di grassi può scatenare coliche addominali.

RICETTE CON LA MOZZARELLA

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto