Funghi champignon: benefici, usi e controindicazioni

Rafforzano ossa e muscoli. Aiutano a dimagrire. E proteggono la tiroide. Le migliori ricette per utilizzarli in cucina

Funghi champignon

I funghi champignon si riconoscono facilmente dal cappello bianco, rotondeggiante, liscio e vellutato, ampio fino a 12 centimetri. I funghi champignon hanno una storia antichissima: se ne hanno tracce già nell’antico Egitto (da dove arriva questa varietà di funghi), in Grecia e nella Roma imperiale. In Europa lo champignon ha fatto il suo ingresso soltanto nel Seicento, ma dalla porta principale: Jean Baptiste de La Quintinie, agronomo e giardiniere della corte di re Luigi XIV, iniziò a coltivarlo a strati, all’aperto, nei giardini di Versailles.

FUNGHI CHAMPIGNON

I funghi prataioli, detti anche funghi champignon, noti scientificamente come Agaricus bisporus, sono una varietà di funghi coltivati comunemente e consumati in tutto il mondo. Il cappello dei funghi champignon, liscio e vellutato, è fornito, nella parte inferiore, di lamelle fitte e rosate, (sotto le quali si sviluppano le spore), che diventano color nocciola con il progressivo invecchiamento. Ed è sorretto da un gambo cilindrico, tozzo, circondato da un anello e leggermente allargato alla base.
La coltivazione di champignon avviene in ambienti controllati, spesso in substrati composti da letame e paglia. La cura e l’attenzione durante il processo di coltivazione sono fondamentali per ottenere funghi di alta qualità, garantendo un prodotto fresco e saporito per il consumo alimentare. Questi funghi hanno un sapore delicato e una consistenza tenera e sono adatti a molte preparazioni culinarie. Sono spesso utilizzati crudi nelle insalate o cotti in piatti come zuppe, stufati e contorni.

LEGGI ANCHE: Funghi: proprietà, benefici e come si usano

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI

Vediamo insieme quali sono le proprietà nutrizionali dei fughi champignon:

Valori Nutrizionali per 100 grammi di champignon, bianchi, crudi:

  • Energia: 22,0 kcal.
  • Carboidrati totali: 3,26 g.
  • Zuccheri Semplici: 1,98 g.
  • Fibre: 1,0 g.
  • Grassi: 0,34 g.
  • Saturi: 0,05 g.
  • Monoinsaturi: 0,00 g.
  • Polinsaturi: 0,16 g.
  • Proteine: 3,09 g.
  • Acqua: 92,45 g.

Vitamine:

  • Beta-Carotene: -µg.
  • Luteina Zexantina: -µg.
  • Vitamina A: 0,0 IU.
  • Tiamina o vit B1: 0,081 mg (7%).
  • Riboflavina o vit B2: 0,402 mg (34%).
  • Niacina o vit PP o vit B3: 3,607 mg (24%).
  • Acido Pantotenico o vit B5: 1,497 mg (30%).
  • Piridossina o vit B6: 0,104 mg (8%).
  • Folati: 17,0µg (4%).
  • Vitamina B12 o cobalamina: 0,04µg (2%).
  • Colina: – mg.
  • Vitamina C: 2,1 mg (3%).
  • Vitamina D: 0,2µg (1%).
  • Vitamina E: 0,01 mg.
  • Vitamina K: 0,0µg.

Minerali:

  • Calcio: 3,0 mg.
  • Ferro: 0,5 mg (4%).
  • Magnesio: 9,0 mg (3%).
  • Manganese: – mg.
  • Fosforo: 86,0 mg (12%).
  • Potassio: 318,0 mg (7%).
  • Sodio: 5,0 mg.
  • Zinco: 0,52 mg (5%).
  • Fluoruro: -µg. 

TIPI DI FUNGHI CHAMPIGNON

Le varietà di funghi champignon più riconosciute e comunemente consumate comprendono:

  • Agaricus campestris, noto anche come prataiolo minore, è ampiamente diffuso. Vene sono di diverse forme o varietà, come ad esempio la squamulosus.
  • Agaricus arvensis, conosciuto come prataiolo maggiore, si distingue per il suo colore tendente al giallo e un gambo più ampio alla base.
  • Agaricus bisporus, rappresenta il vero e proprio champignon. Presenta un cappello marrone, fibrilloso, e ricoperto di scaglie, con un gambo largo alla base.
  • Agaricus bitorquis, caratterizzato da due anelli separati nel gambo.

BENEFICI

I funghi champignon offrono diversi benefici per la salute, grazie alla loro composizione nutrizionale ricca di nutrienti essenziali.

  • I funghi champignon contengono poche calorie e pochi grassi e perciò sono adatti a diete mirate al controllo del peso. Sono totalmente privi di colesterolo.
  • Nonostante la loro consistenza leggera, i funghi champignon forniscono una fonte significativa di proteine, essenziali per la costruzione e il ripristino dei tessuti muscolari.
  • I funghi champignon contengono vitamine del gruppo B, come B1, B2, B3, B5 e B6, che svolgono ruoli cruciali nel metabolismo energetico e nella salute del sistema nervoso.
  • Contengono antiossidanti come la vitamina C e il selenio, che aiutano a contrastare lo stress ossidativo e a proteggere le cellule dai danni.
  • La presenza di fibre nei funghi champignon è benefica per la salute digestiva, aiutando la regolarità intestinale e favorendo un ambiente intestinale sano.
  • Questi funghi forniscono minerali come il rame, il già citato selenio, il fosforo, il potassio e lo zinco, che sono essenziali per diverse funzioni corporee, inclusi il sistema immunitario e la formazione delle ossa.
  • Alcuni studi suggeriscono che i beta-glucani presenti nei funghi champignon possono avere effetti positivi sul sistema immunitario, contribuendo a rafforzare le difese dell’organismo.
  • Alcune ricerche indicano che l’inclusione di funghi nella dieta potrebbe contribuire a mantenere bassi i livelli di colesterolo.

CHAMPIGNON E TIROIDE 

I funghi champignon contengono, come abbiamo detto, degli antiossidanti, come la vitamina C e il selenio, che possono contribuire a ridurre lo stress ossidativo nell’organismo. Gli antiossidanti possono svolgere un ruolo benefico nella gestione delle condizioni infiammatorie, incluso l’infiammazione associata alla tiroidite di Hashimoto che è una malattia autoimmune.

CHAMPIGNON E VITAMINA D

I funghi champignon contengono la vitamina D che svolge un ruolo cruciale nel corpo umano, influenzando diverse funzioni e sistemi. Ecco alcuni dei suoi effetti più importanti:

  • La vitamina D è essenziale per l’assorbimento efficiente del calcio nell’intestino tenue. Un adeguato apporto di calcio è fondamentale per la salute delle ossa e dei denti.
  • La vitamina D è cruciale per la formazione e il mantenimento delle ossa. Contribuisce, infatti, a mantenere una struttura ossea solida e può aiutare a prevenire condizioni come l’osteoporosi.
  • La vitamina D ha un impatto sul sistema immunitario, contribuendo a regolare la risposta immunitaria e a proteggere il corpo da infezioni e malattie.
  • Alcune ricerche suggeriscono che la vitamina D possa avere benefici sulla salute cardiovascolare, aiutando a mantenere la pressione sanguigna e a ridurre il rischio di malattie cardiache.
  • La vitamina D è coinvolta nel mantenimento della salute muscolare e può contribuire a prevenire la debolezza muscolare e l’atrofia.
  • Alcuni studi suggeriscono che la vitamina D possa avere un ruolo nella regolazione del glucosio e nella prevenzione del diabete di tipo 2.
  • La vitamina D è importante anche per lo sviluppo del sistema nervoso e la salute cerebrale.

I FUNGHI CHAMPIGNON AIUTANO A DIMAGRIRE?

I funghi champignon possono essere inclusi in una dieta equilibrata e contribuire a un piano di perdita di peso in diversi modi.

  • I funghi champignon sono naturalmente a basso contenuto calorico, il che li rende una scelta ottima per coloro che cercano di ridurre l’apporto calorico senza sacrificare il volume del cibo.
  • La presenza di fibre nei funghi può contribuire a una maggiore sensazione di sazietà, aiutando a controllare l’appetito e a ridurre il consumo calorico complessivo.
  • I funghi champignon sono una fonte di diversi nutrienti essenziali, inclusi vitamine del gruppo B, vitamina D, selenio e altri. Questi nutrienti sono importanti per il benessere generale durante un programma di perdita di peso.
  • I funghi possono essere utilizzati come sostituti delle carni ad alta percentuale di grassi nelle ricette, fornendo un’opzione più leggera e a basso contenuto calorico.
  • Alcuni studi suggeriscono che i funghi possano avere effetti positivi sulla regolazione del glucosio e sul metabolismo, potenzialmente contribuendo a una gestione più efficace del peso corporeo.

USI IN CUCINA

Tagliati a piccole liste per condire l’insalata, alla griglia o alla piastra, farciti con il prosciutto crudo, rosolati al forno. Sono tanti i modi per usare in cucina i funghi champignon. Come nel caso di queste ricette pubblicate su Non sprecare.

  • Baci di champignon.Un antipasto davvero molto speciale, che si prepara in appena una quarantina di minuti, compresa la cottura.
  • Champignon fritti. Una ricetta squisita per farli croccanti e dorati, perfetti da servire come primo o secondo piatto.
  • Sugo ai funghi champignon. Una salsa eccellente per condire la pasta oppure da gustare con i crostini o le bruschette
  • Salmone ai funghi champignon. Una ricetta raffinata pronta in venti minuti, con salmone, funghi e un tocco di vino bianco.

CONTROINDICAZIONI

I funghi prataioli raccolti potrebbero presentare piccole tracce di metalli pesanti, pesticidi e tossine assorbiti tramite il terreno e diventare, perciò, controindicati per i bambini e le donne durante la gravidanza.. Quelli coltivati, invece, sono assoltamene sicuri oltre che poco costosi e reperibili tutto l’anno. Le allergie e le intolleranze sono rare ma chi ne soffre nei confronti dei funghi dovrebbe evitare anche quelli champignon. In alcune persone, i funghi possono causare disturbi gastrointestinali come gas, flatulenza o fastidi digestivi. È preferibile acquistare i funghi da fonti affidabili. Come sempre, è importante consultare il proprio dottore prima di apportare cambiamenti significativi alla propria dieta, soprattutto se si hanno condizioni di salute preesistenti o si sta seguendo un trattamento medico specifico.

COSA SAPERE SUI FUNGHI E I CONSIGLI PER COLTIVARLI IN CASA:

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto