Come riciclare i fondi del caffè

Ottimi per concimare le piante ma non solo: possono diventare scrub, coloranti e tanto altro.

Come riciclare i fondi del caffè

Riciclare i fondi del caffè è una pratica che dovremmo imparare un po’ tutti a mettere in atto. E’ una delle bevande più amate e consumate al mondo ma, dopo averlo bevuto, buttiamo via ciò rimane nel filtro della caffettiera. Male, perché i fondi del caffè sono un tesoro nascosto che può essere riutilizzato in molteplici modi. Di seguito vi forniamo delle idee utili e creative in merito, unitamente a una serie di consigli tra soluzioni ecologiche per la casa, il giardino e persino per la cura personale. Vediamo cosa si può fare con fondi del caffè.

 

scrub fondi caffè

Photo Credit | RawPixel

Scrub

I fondi del caffè sono un ottimo esfoliante naturale per la pelle: basta applicarli sul corpo con movimenti circolari, massaggiare e risciacquare. Potete adoperarli come scrub sia per il viso che per il corpo mescolandoli con olio extravergine d’oliva (o altro olio vegetale): otterrete una pelle morbida e nutrita. Lo stesso composto usato per lo scrub, con l’aggiunta di un cucchiaio di argilla verde ventilata, è ottimo per massaggi e impacchi contro la cellulite.

torta con fondi di caffè

Photo Credit | Douglas Lopez su Unsplash

Torta

I fondi del caffè possono essere utilizzati in cucina nella realizzazione di diversi dessert. Un esempio su tutti è la torta Barozzi, un dolce tipico di Vignola, Emilia-Romagna. Realizzata con cioccolato fondente, mandorle tritate e caffè, è estremamente golosa e non c’è occasione nella quale non la si possa portare in tavola.

fondi caffè tinta capelli

Photo Credit | Anthony Wade su Unsplash

Tinta capelli

Potete anche sfruttare il caffè come tinta per coprire i capelli bianchi. Naturalmente non si tratta di un metodo miracoloso, ma può aiutare a mimetizzarli tra un ritocco e l’altro.

  • Preparate una tazzina di caffè e mescolatela con 2 cucchiai di fondi e del balsamo
  • Applicate la miscela sulle radici e lasciate agire mezz’ora
  • Risciacquate e ripetete, se necessario

Photo Credit | Bublikhaus via Freepik

Fertilizzante

I fondi del caffè sono uno dei più utili e potenti fertilizzanti naturali grazie al contenuto di azoto, calcio, potassio e magnesio che rilasciano nel suolo. Arricchiscono il compost oppure, essiccati e mescolati con i semi degli ortaggi, migliorano dal primo momento la crescita di queste piante.

Come riciclare i fondi del caffè: 10 idee

Photo Credit | Freepik

Maschera

Uno studio del 2007 ha dimostrato come la caffeina, in quanto stimolante, aumenti la circolazione del sangue fino ai follicoli piliferi. Il che può aiutare i capelli a crescere più velocemente e a diventare più forti, più pieni e spessi alla vista. Usate i fondi del caffè mescolati con olio di oliva per fare una maschera da tenere in posa 30 minuti prima di sciacquarla via.

Come riciclare i fondi del caffè

Photo Credit | Freepik

Pulizia pentole

Potete adoperare i fondi del caffè per le pulizia delle pentole, in particolare per eliminare il grasso incrostato sulla griglia e sulla cucina. Basta strofinarli a lungo sulle superfici più difficili da pulire.

frigo cattivi odori

Photo Credit | nrd via Unsplash

Cattivi odori

Il riciclo dei fondi del caffè è utile anche per combattere i cattivi odori, sia in frigorifero che in dispensa. Dovete soltanto mettere l’avanzo del caffè in una ciotola o in un piattino e lasciarlo agire. Non più di tre giorni. In auto, invece, i fondi del caffè vanno messi in una retina, in una calza di nylon o in un vecchio paio di collant, e risultano utili anche in caso di portacenere e pattumiera: mettete uno strato di polvere sul fondo di questi oggetti.

mani

Photo Credit |  Daiga Ellaby via Unsplash

Deodorante

Il caffè è anche un buon deodorante per le mani: utilizzatelo per eliminare gli odori di cipolla e aglio. Vi basterà mescolare la polvere di caffè con della polvere di sapone di Marsiglia e strofinare bene sulle mani.

Come riciclare i fondi del caffè

Photo Credit |  Michael Walter viaUnsplash

Colorante

I fondi del caffè si possono usare, ancora, come colorante naturale per invecchiare i lavori di decoupage o tingere leggermente qualche vecchio capo bianco: basta aggiungere un po’ d’acqua ai fondi e passare il tutto sulle superfici interessate o versarli nell’acqua di ammollo.

Come riciclare i fondi del caffè 10 idee

Photo Credit |  Clay Banks via Unsplash

Graffi mobili

Se avete dei mobili con dei piccoli graffi, con l’aiuto di un bastoncino di cotone potete passarci sopra i fondi di caffè bagnati di caffè. Il graffio risulterà meno evidente.

Come concimare le piante con i fondi del caffè

In vaso, nell’orto, in giardino: i fondi di caffè risultano una grande risorsa in tutti questi casi. In un Paese dove tutti siamo abituati a consumare tazzine di espresso durante la giornata, sono da considerarsi un prezioso fertilizzante naturale grazie alle sostanze in essi presenti. Aiutano a mantenere una buona umidità nel terreno e a prevenire diverse malattie che colpiscono generalmente le piante, specie quelle di origine fungina. Bisogna, però, sapere come procedere per ottenere il migliore dei risultati.

 

Come riciclare i fondi del caffè 10 idee

Photo Credit | Tim Douglas via Pexels

Vediamo come utilizzare i fondi di caffè per la cura del giardino e dell’orto:

  • Innanzitutto, come già accennato, utilizzate i fondi di caffè come fertilizzante naturale: vi basterà spargerli direttamente nel vaso o nel terreno. I fondi di caffè, inoltre, contengono azoto, una sostanza in grado di favorire la crescita delle piante e degli alberi da frutta come il melo o il ciliegio, e la loro fioritura.
  • I fondi di caffè sono in grado di tenere lontani dall’orto vermi, lumache, formiche e chiocciole. Sarà sufficiente creare, con i fondi, un cerchio intorno alla pianta e vedrete che non si avvicineranno.
  • Se invece riponete due tazze di fondi di caffè in un secchio d’acqua e lasciate il  tutto in infusione, avrete ottenuto un fertilizzante liquido, un ottimo nutrimento per le foglie.
  • Infine, un altro utilizzo è quello di aggiungere i fondi di caffè al materiale di scarto riunito nella compostiera domestica: trovate qui tutte le indicazioni per costruire una compostiera da balcone e qui le istruzioni per realizzare una compostiera da giardino.

Quali piante si possono concimare

In generale il caffè è un concime naturale ideale per le piante che utilizzano un terreno acido o subacido. In particolare sono perfetti per azalee, camelie, gigli, mimose, ortensie e magnolie. Tra gli alberi: abete, acero e betulla. In quanto alle erbe aromatiche: basilico, pepe, prezzemolo e aglio. Frutti di bosco: mirtilli, more e lamponi. Verdure: melanzane, cetriolo, zucca e zucchine. E infine patate (classiche e dolci), rabarbaro e rape.

Quali piante non si possono concimare

Quali piante non amano i fondi di caffè, invece? Tra quelle che non lo “gradiscono” ci sono, i pomodori, i broccoli, i girasoli e i ravanelli. Uno studio dell’università di Melbourne ha dimostrato che i fondi di caffè producono un effetto negativo su questo tipo di piante. Ricordiamo, infatti, che tendono ad alzare il PH del terreno, e dunque vanno scartati sia per i terreni già acidi sia per le piante che non amano terreni con queste caratteristiche.

FONTI:

  • Effect of caffeine and testosterone on the proliferation of human hair follicles in vitro

Foto Apertura di Tim Douglas via Pexels

Leggi anche:

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

 

 

Torna in alto