Come pulire l'alluminio - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come pulire l’alluminio con metodi naturali

Limone, aceto bianco, e bicarbonato sono i migliori ingredienti. Come evitare l'ossidazione dell'alluminio

di Posted on

Aceto bianco, limone, bicarbonato, sapone di Marsiglia. E una spugna in buone condizioni. Basta poco per pulire gli oggetti in alluminio che abbiamo in casa, specie in cucina, utilizzando soltanto prodotti naturali e senza ricorrere alle solite confezioni industriali.

COME PULIRE L’ALLUMINIO

Le pulizie degli infissi, delle pentole e di tanti altri oggetti di alluminio rientrano nelle nostre attività domestiche. Per far splendere le loro superfici servono molti detersivi ed il costo è duplice: per il portafoglio e l’ambiente. Per fortuna, esistono numerose alternative ecosostenibili che non ci costano nulla e non irritano la pelle. Quando dimentichiamo la padella oppure la caffettiera sul fuoco più del dovuto, l’alluminio si annerisce e diventa antiestetico. Per far fronte a situazioni del genere possiamo ricorrere ad alcuni metodi naturali.

come-pulire-alluminio-prodotti-naturali (2)

LEGGI ANCHE: Come pulire le superfici in acciaio con rimedi naturali e prodotti fai da te

COME PULIRE L’ALLUMINIO CON PRODOTTI NATURALI

L’alluminio è un metallo elegante e resistente ma a contatto con l’aria si ossida, perdendo la sua naturale lucentezza. Vediamo come prenderci cura in modo sostenibile delle nostre superfici in alluminio senza sprechi e con prodotti naturali che tutti abbiamo in casa:

  • Sapone di Marsiglia: per lucidare le superfici senza ricorrere a dei detersivi aggressivi possiamo utilizzare una miscela di acqua e sapone di Marsiglia, a base di olio d’oliva. Imbeviamo una spugna nella soluzione ottenuta e strofiniamo delicatamente la superficie.
  • Bicarbonato: per rimuovere le macchie possiamo versare, all’interno di una bacinella, 1 litro di acqua calda e due cucchiai di bicarbonato. Attendiamo circa 30 minuti, dopodiché inumidiamo una spugna e strofiniamo la parte interessata.
  • Aceto bianco: possiamo sfruttare le proprietà antiossidanti dell’aceto di vino bianco miscelandolo con l’acqua. Versiamo la soluzione sulla superficie macchiata ed attendiamo circa 30 minuti. Successivamente, utilizziamo una spugna imbevuta di acqua calda per il risciacquo.
  • Limone: per evitare la comparsa di macchie scure, possiamo aggiungere una goccia di limone all’acqua di lavaggio. Inumidiamo una spugna non abrasiva con la soluzione ottenuta e strofiniamo la superficie.

COME EVITARE L’OSSIDAZIONE DELL’ALLUMINIO

Il proverbio “Prevenire è meglio che curare” vale anche per l’ossidazione dell’alluminio. Quindi, se vogliamo conservarne la lucentezza, dobbiamo lavare sempre a mano le superfici. Infine, nel caso degli oggetti da cucina come le pentole e le scodelle è necessario evitare il contatto prolungato con i cibi. Essi, infatti, facilitano la formazione di macchie antiestetiche rendendo più difficile la pulizia.

PER APPROFONDIRE: Alluminio in cucina, niente allarmismi, ma usiamolo con criterio e attenzione

COME PULIRE GLI INFISSI  IN ALLUMINIO

Se gli oggetti in alluminio che entrano a contatto con l’acqua subiscono i danni del calcare, gli infissi e le persiane, invece, sono colpiti innanzitutto dallo smog. Ma anche in questo caso possono funzionare bene alcuni rimedi naturali. e innanzitutto una pulizia più semplice (da fare una volta al mese) e una più profonda (due volte all’anno).
  • Pulizia degli infissi più semplice
In questo caso bastano dell’acqua calda (non bollente) e un panno umido. Il panno va passato bene, e dappertutto, in modo da eliminare, con questa prima pulizia, la polvere. In presenza di zone o angoli più resistenti, usate uno spazzolino da denti o anche uno stuzzicadente. Anche un piccolo aspirapolvere può servire a completare la prima fase della pulizia degli infissi in alluminio nei punti più colpiti dalla sporcizia e meno facili da raggiungere con il panno.
  • Pulizia degli infissi più profonda
Qui torniamo all’uso del sapone di Marsiglia, con l’acqua calda. La proporzione è un cucchiaio di sapone di Marsiglia in un litro d’acqua: la miscela va passata nei punti da pulire con un panno in microfibra. Dopo si può sciacquare e asciugare con carta da giornale o con un panno per i vetri.
  • Pulizia degli infissi in alluminio verniciati
Gli infissi in alluminio verniciati sono più delicati, e quindi suggeriamo l’uso del bicarbonato: due cucchiai in un litro di acqua calda. La miscela va passata con un panno per i vetri, anche due volta se lo sporco resiste. Non è consigliabile risciacquare.

COME PULIRE LE PERSIANE IN ALLUMINIO

Le persiane in alluminio possono essere colpite innanzitutto dalla polvere. Per questa pulizia serve soltanto uno spruzzino da riempire con acqua calda e aceto bianco ( in alternativa con il bicarbonato). Proporzione: due cucchiai di aceto bianco o bicarbonato per un litro di acqua. poi passate la miscela sui punti dove bisogna pulire, senza risciacquare e asciugando con un panno asciutto. Per le stecche delle persiane è consigliabile usare un guanto apposito. 

COME PULIRE IL BOX DOCCIA IN ALLUMINIO

Un altro punto delicato della casa, dove è frequente la presenza dell’alluminio sporcato dal calcare è il box doccia. La sensazione di sporco è molto sgradevole, e inoltre si rischia di mettere fuori uso l’intero apparato. Come pulire il box doccia? Basta seguire questo semplice procedimento con i relativi ingredienti.
  1. Procuratevi uno spruzzino e riempitelo con 2 cucchiai di detersivo per i piatti, ai quali aggiungete 50 ml di alcol e 100 ml di aceto bianco.
  2. Aggiungete l’acqua e agitate la miscela che avete ottenuto.
  3. Procedete con lo spruzzino, concentrandovi  in particolare nelle zone più sporche, dove la pulizia dovrà essere più approfondita.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

I RIMEDI NATURALI PER LE PULIZIE DI CASA:

Share

LEGGI ANCHE:

<