Riso Venere: benefici, proprietà e usi in cucina

Aiuta la digestione, distribuisce energia, protegge l’apparato cardiovascolare. E non fa alzare la glicemia. Le differenze con il riso normale

Il riso Venere è un particolare tipo di riso integrale che da alcuni anni viene coltivato anche in Italia. È il primo riso nero iscritto al registro nazionale, seguito da altre due varietà, il Nerone e l’Artemide.

RISO VENERE

Il riso Venere è una varietà di riso originaria della Cina, caratterizzata dal colore nero intenso e dal sapore leggermente nocciolato. Prende il nome dalla dea Venere, simbolo dell’amore e della bellezza, grazie alla sua elegante apparenza e anche al fatto che fosse considerato, nell’antichità, un potente afrodisiaco. Il riso Venere è ricco di fibre, vitamine del gruppo B, minerali e antiossidanti, che lo rendono una scelta salutare e nutriente per una dieta equilibrata. Oltre ai suoi benefici nutrizionali, il riso Venere è anche apprezzato per la sua consistenza morbida e cremosa, che lo rende perfetto per realizzare una grande varietà di piatti, dalla cucina asiatica a quella mediterranea, donando un tocco di originalità e raffinatezza.

LEGGI ANCHE: Pasta integrale, benefici, usi e cottura

VALORI NUTRIZIONALI

Ogni 100 grammi di riso Venere contengono:

  • 377 calorie
  • proteine pari al 10%
  • carboidrati
  • acido linoleico
  • vitamina B1
  • vitamina B2
  • vitamina PP
  • calcio
  • zinco
  • selenio
  • ferro
  • magnesio

BENEFICI

Vediamo insieme quali sono i maggiori benefici apportati da questo riso:

  • Il riso Venere contiene un alto contenuto di antiossidanti, come flavonoidi e antociani. Questi composti aiutano a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e contribuiscono a mantenere il sistema immunitario sano;
  • Il riso Venere è un’ottima fonte di fibre, che favoriscono la salute digestiva e il regolare transito intestinale. Le fibre possono anche aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue e a mantenere il senso di sazietà, favorendo il controllo del peso corporeo;
  • Il riso Venere fornisce una serie di vitamine del gruppo B, come la niacina (vitamina B3), la tiamina (vitamina B1) e l’acido folico (vitamina B9). Queste vitamine svolgono un ruolo importante nel metabolismo energetico e nella salute del sistema nervoso. Inoltre, questo riso contiene minerali essenziali come il ferro, il magnesio e il fosforo;
  • Alcuni studi suggeriscono che i composti presenti nel riso Venere, come gli antociani, potrebbero avere effetti benefici sulla salute cardiovascolare e sul controllo della pressione sanguigna;
  • Il riso Venere ha un basso indice glicemico, il che significa che viene digerito più lentamente rispetto ad altri tipi di riso. Ciò può contribuire a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue e a prevenire picchi glicemici.

CHE DIFFERENZA C’È TRA RISO VENERE E RISO NORMALE?

Il riso Venere e il riso normale differiscono in vari aspetti, dalla loro origine e colore al contenuto nutrizionale e alla consistenza.

Il riso Venere, anche chiamato riso nero, è originario della Cina ed ha un colore caratteristico nero o scuro, dovuto alla presenza di pigmenti naturali chiamati antociani. Il riso normale, invece, è generalmente bianco, sebbene esistano varietà di riso integrale e semi-integrale che possono avere un colore più opaco;

  • Il riso Venere e il riso normale differiscono nella composizione nutrizionale. Il riso Venere è noto per essere particolarmente ricco di antiossidanti, come flavonoidi e antociani, che possono contribuire alla protezione delle cellule e alla salute generale. Inoltre, il riso Venere contiene fibre, vitamine del gruppo B e minerali come il ferro, il magnesio e il fosforo. Il riso normale, può variare nella sua composizione a seconda del grado di lavorazione ma, di solito, contiene meno antiossidanti e fibre rispetto al riso Venere;
  • Il riso Venere ha un sapore unico, leggermente nocciolato, che lo rende distintivo rispetto al riso normale, che ha un sapore neutro. Inoltre, il riso Venere ha una consistenza più morbida e cremosa rispetto al riso normale, che può essere più asciutto e tenero;
  • Il riso Venere è spesso utilizzato per aggiungere un tocco di classe e originalità ai piatti. Il suo colore scuro e la sua consistenza lo rendono perfetto per accompagnare pietanze di pesce, verdure, carni e insalate. Il riso normale è più versatile e può essere utilizzato in una vasta gamma di ricette, dalla cucina asiatica a quella mediterranea.

PER APPROFONDIRE: Pasta madre, 5 ricette facili e saporite

USI IN CUCINA

  1. Riso Venere con pesto alla genovese. Una ricetta che segna l’incontro tra la freschezza del pesto, l’agrodolce dei pomodori e il sapore intenso ed insolito del riso Venere.
  2. Insalata di riso nero, con avocado e salmone. Un piatto unico e versatile, in cui la tipicità del riso nero si unisce al sapore del mare e al gusto di noce dell’avocado. Da provare in ogni periodo dell’anno.
  3. Insalata di riso nero con i calamari. Il mare arriva in tavola, con questa fresca insalata, ricca di ingredienti di prim’ordine, dove risalta la raffinatezza del nero del riso Venere e la su bontà.
  4. Insalata estiva di riso Venere. Una gustosa insalata da condire con legumi, pesce, oppure verdure e formaggi, per creare una piacevole pietanza da portare con sé al lavoro o per un picnic.

RISO VENERE COTTURA

Vediamo insieme come si cucina in maniera ottimale il riso Venere:

  • Prima di cuocere il riso Venere, è consigliabile sciacquarlo accuratamente sotto l’acqua fredda corrente per rimuovere eventuali impurità e l’amido superficiale. Questo passaggio aiuta a evitare che i chicchi si attacchino durante la cottura.
  • Dopodiché, il riso va messo in un pentolino e coperto con acqua o brodo vegetale. La proporzione di solito è di 1 parte di riso per 2 parti di acqua.
  • Il riso Venere richiede un tempo di cottura più lungo rispetto al riso bianco. In genere, può richiedere da 40 a 50 minuti per cuocere completamente. È importante controllare spesso il riso durante la cottura per evitare che diventi troppo morbido o troppo duro. Se si utilizza una pentola a pressione, il tempo di cottura si riduce.
  • Dopo la cottura, è consigliabile lasciar riposare il riso Venere per alcuni minuti prima di servirlo. Questo permette ai chicchi di stabilizzarsi, al fine di ottenere una consistenza uniforme.

CONTROINDICAZIONI

Non esistono contrindicazioni specifiche relative al consumo di riso Venere. Anzi, questo riso, essedo totalmente privo di glutine, può essere consumato altresì da chi soffre di celiachia o di intolleranza a questa sostanza. Qualora si nutrano comunque dubbi, è sempre meglio dissiparli, consultando il proprio medico di fiducia.

GLI ALIMENTI CHE CI AIUTANO A MANTENERCI IN SALUTE:

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto