Prevenzione tumore al seno alimentazione - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Prevenzione tumore al seno: comincia a tavola con le verdure a foglie

La prevenzione nella lotta al tumore al seno comincia con l’alimentazione. Una dieta sana ed equilibrata è in grado di ridurre il rischio di avere un tumore. Ecco perché ogni donna non deve mai farsi mancare, ogni giorno, almeno 200 grammi di verdura a foglie, vere e proprie alleate della salute.

Condivisioni

Consumare quotidianamente frutta e verdura si sa è molto importante per la salute, ma c’è un tipo di verdura che fa bene più di tutte le altre: quella a foglie.

PREVENZIONE TUMORE AL SENO ALIMENTAZIONE – Come leggiamo su “Pink is good”, il progetto della Fondazione Veronesi per sensibilizzare le donne alla prevenzione del tumore al seno, le verdure a foglie sono delle vere e proprie alleate della salute.

LEGGI ANCHE: Tumore al seno, come si fa l’autoesame

LA RICERCA SUGLI ALIMENTI ANTI-CANCRO – A rilevarlo i risultati dello studio Epic (European prospective investigation into cancer and nutrition study) condotto a livello europeo e al quale l’Italia ha preso parte attraverso l’Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica di Firenze, e dal quale è emerso che insalata, cicoria, bietole, spinaci svolgono un ruolo importante nel prevenire il tumore al seno che, in Italia, colpisce ogni anno circa 42 mila donne ma che se diagnosticato nella sua fase iniziale, viene guarito nel 90 per cento dei casi.

In particolare, nel nostro Paese la ricerca ha coinvolto 31mila donne sane di età compresa tra i 36 e i 64 anni, di cui si conoscevano il tipo di dieta e lo stile di vita, seguite con regolari controlli per più di dieci anni. In un campione così vasto, sono state circa mille le donne che hanno sviluppato un tumore al seno.

Grazie al confronto del loro stile di vita e delle loro abitudini alimentari con quelle delle pazienti sane, i ricercatori sono giunti alla conclusione che a fare da scudo protettivo contro l’insorgenza del tumore al seno sono state soprattutto le verdure a foglia, sia quelle cotte che quelle crude, ricche di antiossidanti presenti in quantità maggiore sulle foglie. Senza contare inoltre l’effetto benefico aggiunto dall’utilizzo dell’olio extravergine d’oliva per il condimento delle verdure crude.

Prevenzione tumore al seno: comincia a tavola con le verdure a foglie

Ecco perché ogni donna non deve mai farsi mancare, ogni giorno, nella propria dieta alimentare, almeno 200 grammi di verdura a foglie.

LA CORRELAZIONE TRA DIETA E CANCRO – Sono numerosi gli studi scientifici che hanno rilevato come dieta e cancro siano fortemente correlati tra loro: leggiamo ancora su “Pink is GOOD” che oggi sappiamo con ragionevole certezza che una dieta sana ed equilibrata è in grado di ridurre fino a oltre il 30 per cento il rischio di avere un tumore.

Il progetto “Pink is GOOD” intende fornire inoltre un contributo alla ricerca sul tumore al seno mediante l’assegnazione di borse di studio a giovani ricercatori che si dedicano allo studio e alla cura del cancro alla mammella.

PER APPROFONDIRE: Come proteggere la tiroide a partire dall’alimentazione

LEGGI ANCHE: