Kiwi: origini, proprietà, benefici, usi in cucina | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Kiwi: origini, proprietà, benefici, usi in cucina

Ricco di vitamina C. Protegge anche dai sintomi respiratori dell'asma. L'Italia è uno dei primi paesi produttori al mondo

Talvolta viene considerato un frutto esotico, ma l’Italia è uno dei primi paesi produttori al mondo di kiwi, di eccellente qualità. Un frutto la cui stagione inizia a novembre e termina a maggio, mentre negli altri mesi dell’anno si trovano quelli provenienti dalla Nuova Zelanda. Il kiwi è ricco di vitamina C, capace di proteggere anche dai sintomi respiratori dell’asma. Ha polifenoli, che con il potassio contribuiscono a mettere in sicurezza il sistema cardiovascolare. Previene la stipsi e l’ipertensione ed è fornito di antiossidanti in grado di neutralizzare i radicali liberi, capaci di danneggiare le cellule e di sviluppare alcuni tumori.

KIWI

Originario della Cina, il kiwi vanta più di 700 anni. Il frutto era molto amato dagli imperatori ma la pianta veniva utilizzata anche a scopi decorativi. In Europa iniziò a essere coltivato verso la metà dell’Ottocento grazie a Robert Fortune. Mentre in Nuova Zelanda le piante di Actinidia, che è il nome del genere, vennero introdotte da Isabel Fraser a inizio 900′. Fu successivamente il vivaista Hayward Wright a ricavare dai semi ottenuti dai frutti i kiwi veri e propri. E furono proprio i neozelandesi a chiamarli kiwi.

Attualmente ne esistono più di 60 diverse specie: dal classico kiwi verde alla varietà gold di colore giallo, e ancora la varietà bicolore, giallo e rossa, al kiwi rosso, tanto per citare alcuni dei più famosi.

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI DEL KIWI

100 grammi di kiwi contengono 44 calorie. Inoltre contengono proteine, fibre, carboidrati, vitamine.

Ecco le quantità per 100 grammi di frutto, secondo quanto riporta Humanitas:

  • 77% carboidrati
  • 12% lipidi
  • 11% proteine
  • 1,2 g di proteine
  • 2,2 g di fibre
  • 85 mg di vitamina C
  • 0,4 mg di niacina
  • 0,05 mg di riboflavina
  • 0,02 mg di tiamina
  • acido folico

BENEFICI DEL KIWI

I benefici dei kiwi sono numerosi, ecco alcuni dei principali:

  • Aiutano a neutralizzare i radicali liberi grazie agli antiossidanti in essi contenuti;
  • polifenoli, potassio e vitamina C contribuiscono a proteggere la salute cardiovascolare;
  • tengono sotto controllo il colesterolo cattivo;
  • hanno proprietà digestive, un basso indice glicemico e un ridotto contenuto calorico;
  • aiutano a combattere la stitichezza grazie alle loro proprietà lassative.

IL KIWI PER SMETTERE DI FUMARE

I fumatori hanno più bisogno di vitamina C rispetto a chi non fuma e per questo motivo dovrebbero introdurne adeguate quantità. I kiwi, da questo punto di vista, sono ottimi da integrare nella dieta quotidiana perché, come abbiamo detto, ne sono particolarmente ricchi.

kiwi

Kiwi

QUANTI KIWI AL GIORNO POSSIAMO MANGIARE?

A meno che non sussistano patologie specifiche, la quantità media consigliata quotidianamente è di 2 kiwi. Quanto basta per beneficiare delle loro proprietà e della preziosa vitamina C. Meglio consumarli crudi visto che, cuocendoli, la vitamina C tende a diminuire notevolmente.

USO DEL KIWI IN CUCINA

Gli usi in cucina del kiwi sono molteplici, ottimi come ingrediente di gustose macedonie, ideali per preparare marmellate e frullati, utili questi ultimi contro le infezioni, per abbassare il colesterolo, depurare fegato e intestino. Per non parlare di torte, mousse, semifreddi, muffin, pancake.

COME SI SBUCCIA IL KIWI?

Sbucciare i kiwi è molto semplice: basta munirsi di coltellino affilato, posizionare il frutto verticalmente e tagliare la buccia con la mano che non lo sostiene, partendo da un’estremità. Continuate a sbucciarlo in senso orario fino a completa rimozione della buccia. Non resta che rimuovere la parte alta e bassa del frutto.

QUANDO LA SALUTE PASSA ATTRAVERSO L’ALIMENTAZIONE 

Share

<