Difendersi dalle allergie: come proteggersi durante l’inverno | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Difendersi dalle allergie: come proteggersi durante l’inverno

Condivisioni

Molti di voi penseranno che le allergie sono qualcosa di fastidioso legato esclusivamente all’arrivo della primavera. Sappiate che non è proprio così perché, se durante la bella stagione sono maggiormente i pollini dei fiori a causare occhi rossi e gonfi, d’inverno invece ci pensano polvere, acari e umidità a creare disturbi e malesseri in molti di noi.

Tra termosifoni sempre accesi e finestre chiuse che non favoriscono il ricambio dell’aria, durante la stagione invernale la polvere si annida ovunque così come le muffe, i peli di animali e gli acari che si accumulano su tappeti, divani e tende causando congiuntiviti, sinusite e asma.

Si calcola che un solo grammo di polvere contiene fino a 10.000 allergeni provenienti dagli acari che, insieme a quelli prodotti dagli insetti, dagli animali domestici e dai pollini che entrano dalla finestra, possono provocare anche reazioni cutanee come orticarie e dermatiti.

LEGGI ANCHE: Come evitare la febbre, le regole giuste dentro e fuori casa

Ma l’aumento delle allergie in casa è dovuto anche all’uso eccessivo dei prodotti per la pulizia. Ad esempio le sostanze profumanti presenti in molti detersivi possono provocare nei soggetti asmatici problemi di broncocostrizione mentre le molecole contenute nella candeggina possono determinare difficoltà di respirazione. I metalli nobili contenuti in alcuni prodotti in polvere possono diventare invece un problema soprattutto per chi è allergico a nickel, cobalto e cromo.

Come agire quindi per evitare l’insorgere delle allergie?

Innanzitutto cercate di non far annidare troppa polvere in casa passando spesso l’aspirapolvere. Ricordate però di sostituire i filtri quando necessario.

Utilizzate spazzole e piumini in grado di intrappolare la polvere e non di spostarla.

Eliminate dalla camera da letto tutto ciò in cui si può annidare la polvere come moquette, tappeti e poltrone imbottite.

Lavate lenzuola e federe dei cuscini almeno una volta a settimana e usate coprimaterassi anallergici, studiati per prevenire la formazione degli acari. Stessa cosa per cuscini e lenzuola.

Provvedete ad una regolare pulizia della stanza e degli animali in peluche dei vostri bambini.

Infine cercate di aprire spesso, anche per pochissimo tempo, le finestre delle vostre stanze in modo da ridurre al minimo l’accumulo di umidità. In caso di necessità utilizzate un deumidificatore in grado di mantenere l’umidità al di sotto del 50 per cento.

LEGGI ANCHE: