Piano cottura: come si pulisce

Acqua e bicarbonato di sodio. Ma anche un limone tagliato a metà. I prodotti da usare sulla base die vari tipi di piani cottura

Il piano cottura è uno dei punti della cucina più esposto al rischio di sporcarsi continuamente. Fino alla formazione di vere e proprie incrostazioni, antigieniche e antiestetiche. Schizzi di unto, macchie di sugo, residui di cibo. Le fonti della sporcizia sono tante, ma anche i rimedi naturali sono diversi e si applicano sulla base del tipo di piano cottura da pulire.

COME PULIRE IL PIANO COTTURA

Esistono diversi modi per pulire il piano cottura in maniera naturale, senza l’utilizzo di prodotti chimici. Vediamo insieme quali sono quelli più efficaci:

  • Si può preparare una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio, spalmare il composto sulla superficie del piano cottura e strofinare delicatamente con una spugna. Alla fine si risciacqua con acqua pulita e asciuga con un panno.
  • Anche l’aceto bianco si rivela valido, basta spruzzarlo sulla superficie del piano cottura e strofinare con una spugna. Il risciacquo deve avvenire con acqua pulita.
  • Si può tagliare un limone a metà e strofinarne la parte interna sulla superficie del piano cottura. Si lascia agire per qualche minuto e poi si risciacqua.
  • Per pulire a fondo il piano cottura si possono anche usare sale e aceto bianco, mischiati insieme fino a ottenere una pasta. Questa viene spalmata sulla superficie del piano cottura e strofinata delicatamente con una spugna. Alla fine si risciacqua con acqua pulita e si asciuga con un panno.
  • Il piano cottura può essere pulito anche con il fondo del caffè da spargere sulla superficie con una spugnetta imbevuta di acqua calda. La polvere va strofinata per eliminare le eventuali incrostazioni. Poi, si risciacqua e si fa asciugare all’aria. Il risultato è un piano pulito e brillante.

È importante evitare l’utilizzo di spugne abrasive o pagliette in acciaio inox, perché possono graffiare la superficie del piano cottura. Inoltre, bisogna sempre asciugare bene la superficie del piano cottura dopo la pulizia per evitare la formazione di macchie d’acqua.

LEGGI ANCHE: Pulizie di casa con il vapore e senza detersivi

PIANO COTTURA ELETTRICO

Innanzitutto, è bene ricordare che è importante evitare di utilizzare prodotti abrasivi o la lana d’acciaio per pulire questo tipo di piano cottura, per non danneggiarne la superficie.

Vediamo insieme come si pulisce al meglio il piano cottura elettrico senza causare danni:

  • Innanzitutto, il piano cottura va spento e lasciato raffreddare completamente prima di iniziare a pulirlo;
  • Bisogna sempre utilizzare un panno umido per rimuovere qualsiasi residuo di cibo o sporco visibile;
  • Per la pulizia vera e propria, si può preparare una soluzione di acqua e detersivo per piatti; dopodiché, si immerge un panno pulito nella soluzione, lo si strizza bene
  • Con una spatola in plastica si possono rimuovere eventuali residui ostinati.
  • I residui di detersivo vanno eliminati con un altro panno umido.
  • Alla fine, il piano cottura elettrico va asciugato bene con un panno asciutto.

PIANO COTTURA IN GHISA

Innanzitutto, si eviti di bagnare completamente il piano cottura in ghisa con l’acqua, poiché questa può causare la formazione di ruggine sulla superficie in ghisa. Ciò detto, vediamo come pulire al meglio questo piano cottura:

Il piano cottura in ghisa va spento lasciato raffreddare completamente;

Poi, bisogna rimuovere le griglie per pulirle con una spazzola al fine di eliminare eventuali residui di cibo o grasso;

Con un panno umido si tolgono la polvere e lo sporco dalla superficie del piano;

A questo punto, si prepara una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio in parti uguali e con un panno, imbevuto di tale soluzione, si pulisce la superficie in ghisa;

Nel caso siano presenti macchie ostinate, si possono impiegare aceto e bicarbonato, oppure qualche goccia di succo di limone e detersivo per i piatti;

Il risciacquo va effettato con acqua pulita e l’asciugatura va fatta con un panno asciutto;

Alla fine, è consigliabile applicare un sottile strato di olio per cucina sulla superficie del piano cottura in ghisa per proteggerlo dalla ruggine e dalla corrosione.

PER APPROFONDIRE: Pulizie di casa con le bucce degli agrumi

PIANO COTTURA IN ACCIAIO

Il piano cottura in acciaio si pulisce con metodi naturali che, però, vanno sempre testati su un anglo nascosto della superfice da trattare, per evitare danni. Anche i prodotti naturali vanno sciacquati bene per evitare la formazione di macchie. Vediamo come pulirlo:

  • Ottima la mistura preparata con 1 cucchiaio di acido citrico in polvere e 1 tazza di acqua calda. Si immerge un panno in questa soluzione e lo si utilizza per pulire il piano cottura in acciaio;
  • Con 1 parte di aceto bianco e 1 parte di acqua si realizza una soluzione efficace per pulire il piano cottura in acciaio. L’acido acido acetico presente nell’aceto bianco aiuta a rimuovere lo sporco e le macchie dal piano cottura in acciaio;
  • Efficace anche la mistura fatta con 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio e un poco d’acqua. La pasta ottenuta va applicata sul piano cottura in acciaio e strofinata delicatamente con un panno morbido. Il bicarbonato di sodio aiuta a rimuovere lo sporco e le macchie e neutralizza gli odori;
  • Il succo di un limone aiuta a pulire bene il piano cottura in acciaio. Il succo di limone ha proprietà antibatteriche e aiuta a rimuovere lo sporco e le macchie dal piano cottura in acciaio.

PIANO COTTURA SMALTATO

Ecco alcuni suggerimenti per pulire un piano di cottura smaltato:

  • Ottima l’acqua calda mischiata al bicarbonato di sodio fino a formare una pasta. La pasta va applicata sulla superficie dello smalto e lasciata in posa per alcuni minuti. Quindi, va strofinata delicatamente con un panno morbido e risciacquata bene con acqua calda;
  • Si riempia una bottiglia spray con aceto bianco e lo si spruzzi sulla superficie dello smalto. L’aceto deve agire per alcuni minuti e poi va strofinato delicatamente con un panno morbido. Si risciacqui bene con acqua calda;
  • La metà di un limone può essere strofinata delicatamente sulla superficie smaltata. Il succo di limone aiuta a rimuovere il grasso e la sporcizia ostinata. Il risciacquo deve avvenire con acqua calda.

PIANO COTTURA A INDUZIONE

Ecco qualche consiglio per pulire a fondo un pano di cottura ad induzione:

  • Innanzitutto, è preferibile eliminare la polvere e le eventuali incrostazioni, anche leggere, sempre a piastra spenta e fredda;
  • Pe pulire il piano ad induzione quotidianamente, è bene si adoperino un panno in microfibra o una spugnetta morbida imbevuti di acqua distillata che non lascia aloni calcarei;
  • Se la superficie è molto sporca, basta utilizzare una miscela di acqua calda e detergente per piatti (anche il sapone di Marsiglia è ottimo) da passare con un panno morbido o una spugna non abrasiva;
  • Almeno una volta a settimana, andrebbe usata una miscela realizzata con aceto bianco e acqua in parti uguali. La miscela va messa in una bottiglia spray per poterla spruzzare efficacemente sulla superficie del piano cottura. La si lascia agire per alcuni minuti e poi la si strofina gentilmente con un panno morbido. Alla fine, si risciacqua con acqua calda.

PER SAPERNE DI PIÙ: Spray multiuso per le pulizie di casa

PIANO COTTURA IN ANTRACITE

La pulizia del piano cottura in antracite può essere un po’ più delicata rispetto a quella di altri materiali. Ecco alcuni consigli:

  • Esistono prodotti specifici per la pulizia di superfici in vetro o ceramica, che sono adatti anche per i piani cottura antracite. In alternativa, si possono utilizzare prodotti naturali come il bicarbonato di sodio o l’aceto bianco diluiti in acqua;
  • Non vanno mai usate le spugne abrasive che possono graffiare la superficie di questo piano cottura. È meglio utilizzare spugne morbide o panni in microfibra per evitare di danneggiare la superficie.
  • Se ci sono macchie di grasso o bruciature sul piano cottura, si possono utilizzare detergenti specifici per rimuoverle. In alternativa, si può utilizzare un impasto di bicarbonato di sodio e acqua calda, lasciandolo agire per qualche minuto prima di rimuoverlo con un panno umido.
  • Per evitare che lo sporco si accumuli e diventi difficile da rimuovere, è importante pulire il piano cottura in antracite regolarmente dopo ogni utilizzo, anche solo con un panno umido.
  • Gli utensili in metallo possono graffiare la superficie di questo piano cottura. È meglio utilizzare utensili in plastica o in legno per evitare di danneggiarne la superficie.

I RIMEDI NATURALI PER LE PULIZIE DI CASA:

  1. Cenere del camino per le pulizie di casa e per l’orto
  2. Brillantante per lavastoviglie fatto in casa
  3. Cosa si può pulire in casa con il sale grosso
KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto