Come pulire i pennelli del trucco | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come pulire i pennelli del trucco

Immergeteli in modo delicato in una soluzione di acqua e aceto. E lavate con sapone di Marsiglia o con sapone di Aleppo. Quanto durano i pennelli del trucco

Ultimo aggiornamento il 29.11.2021 alle 19:41

I pennelli del trucco sono molto delicati. Le donne li usano praticamente tutti i giorni e rischiano di sprecarli se non sono puliti bene. Anche con metodi molto naturali. E poi, una volta lavati, vanno riposti nel modo giusto.

COME PULIRE I PENNELLI DEL TRUCCO

Pulire i pennelli da trucco non è un’operazione difficile e bastano davvero pochi, semplici accorgimenti. Ovviamente, bisogna anche tenere conto del numero di volte in cui vengono usati perché anche da questa variabile dipende la frequenza con la quale bisogna detergerli a fondo. Sei, infatti, ci si trucca raramente, i pennelli li si può lavare anche ogni due settimane; se, invece, il trucco è quotidiano, li si deve lavare una volta alla settimana.

Ma come si puliscono? Vediamo insieme quali sono i passaggi.

  • Per prima cosa, bisogna immergere le setole del pennello in una soluzione di acqua e aceto. L’immersione deve riguardare solo la punta e mai l’attaccatura del pennello, altrimenti si rischia di scollare la testa dello stesso dal manico. L’acqua e l’aceto disinfettano in maniera efficace.
  • Dopodiché, può avvenire la pulizia vera e propria con un sapone neutro (anche un detergente per bambini), col quale massaggiare le setole, oppure con una soluzione di acqua e sapone, nella quale immergere le setole stesse. La frizione deve essere sostenuta ma non deve mai intaccare le setole.
  • Dopo aver insaponato, bisogna risciacquare le setole con abbondante acqua, evitando di lasciare residui di sapone che possono compromettere la morbidezza dell’accessorio.
  • Le setole vanno poi asciugate facendo scolare l’acqua in eccesso e procedendo a tamponarle con un panno di cotone. Infine, il pennello va steso su di un panno, con le setole che sporgono fuori, di modo che l’aria possa circolare liberamente e asciugarle naturalmente. L’uso del phon è assolutamente sconsigliato.
  • Dopo essere stati lavati, i pennelli vanno conservati verticalmente, affinché non si deformino.
  • Se bisogna lavare le setole velocemente, magari tra una pulizia profonda ed un’altra, si può optare per qualche goccia di alcol da mettere su di un panno di cotone che poi va passato sulle stesse. Bisogna strofinare abbastanza energicamente affinché si generi calore e poi lasciare asciugare naturalmente.
  • Per pulire i pennelli in maniera pratica, quando si è in viaggio o magari bisogna utilizzare il pennello per due ombretti diversi, si possono usare le salviette struccanti anche se poi le setole vanno subito asciugate con della carta assorbente, altrimenti resterebbero umide.

LEGGI ANCHE: Vecchi cosmetici, come riutilizzarli quando diventano vecchi o non ci piacciono più

QUALE SAPONE USARE PER I PENNELLI DEL TRUCCO?

  • Abbiamo detto che per pulire i pennelli da trucco si possono utilizzare anche i detergenti delicati come, ad esempio, quelli previsti per la pulizia dei bambini. Un sapone efficacissimo per la detersione profonda delle setole è il sapone di Marsiglia. Il procedimento prevede che le setole vadano bagnate e poi passate delicatamente sulla saponetta stessa. Queste si impregnano di sapone, poi vanno sciacquate sotto l’acqua corrente e asciugate con un panno pulito.
  • Ottime anche le saponette o i saponi liquidi che contengano sostanze purificanti e antibatteriche come ad esempio il limone, il tea tree oil, la lavanda, l’alloro o il rosmarino.
  • Perfetto il sapone di Aleppo, ottimo alleato contro i batteri che si annidano tra le setole dei pennelli, soprattutto se sporche di eyeliner o fondotinta. Il pennello va bagnato e passato, anche stavolta, sulla saponetta per poi procedere con un massaggio delicato. L’asciugatura avviene sempre con un panno asciutto e mai con fonti di calore violente.

COME LAVARE I PENNELLI DEL TRUCCO CON IL BICARBONATO

Anche il bicarbonato si rivela assai utile per pulire i pennelli da trucco. Vediamo insieme qual è il procedimento.

  • Innanzitutto, bisogna preparare una crema formata da due cucchiai di bicarbonato e acqua fredda nella quale immergere, per almeno mezz’ora, le setole da pulire. Se il pennello è molto sporco, a questa miscela si può aggiungere anche qualche goccia di detersivo per i piatti.
  • Dopoché, bisogna sfregare con le dita la pappetta tra le setole e pulirle a fondo.
  • Terminata questa fase, è necessario risciacquare con acqua calda.
  • Le setole vanno asciugate con della carta assorbente e poi il pennello va lasciato su di un altro foglio di carta assorbente, affinché si asciughi del tutto.

PER APPROFONDIRE: Cosmetici da smaltire, a ciascuno il suo contenitore. Evitate assolutamente il lavandino

COME SI PULISCONO I PENNELLI PER IL GEL?

Le setole dei pennelli per la “nail art”, cioè per la decorazione delle unghie, sono molto delicate e per tale ragione vanno deterse con accortezza. Vediamo come fare.

  • Questo tipo di pennello va pulito subito dopo l’uso altrimenti le setole restano incrostate, a causa dei prodotti usati per le decorazioni, e rischiano di deformarsi. Dunque, è meglio passare subito su di essere un po’ di cotone imbevuto di solvente senza acetone per eliminare smalti e colori acrilici.
  • Dopodiché, si procede al massaggio delle setole, con estrema delicatezza, per evitare strappi.
  • Infine, le setole vanno lavate con un sapone delicato o con un detergente apposito e subito dopo si risciacqua con acqua corrente, senza bagnare l’attaccatura tra manico e setole.
  • L’asciugatura avviene stendendo il pennello su di un piano orizzontale per favorire la colatura dell’acqua in eccesso.
  • Alla fine, le setole potrebbero essere ammorbidite con dell’olio da mettere sulle punte.

LEGGI ANCHE: Unghie forti e sane, i rimedi naturali per rinforzarle senza ricorrere ai prodotti chimici

DOVE SI CONSERVANO I PENNELLI DEL TRUCCO

I pennelli da trucco vanno sempre riposti al meglio altrimenti rischiano di impolverarsi, deformarsi e durare meno del previsto. Conservarli bene è anche una questione di igiene, dato che le loro setole passano sulla pelle, rischiando di trasferivi polvere e chissà cos’altro. Vediamo insieme dove si conservano i pennelli.

  • Se si possiede la custodia originale, è sempre meglio adoperarla, avendo cura di pulirla e mantenerla in perfetto ordine, soprattutto dopo ogni sessione di trucco.
  • Si potrebbe anche optare per una pochette richiudibile, molto pratica, che può anche essere portata con sé quando si sta fuori casa o quando si viaggia. Bisogna fare attenzione, però, che le setole non stiano ripiegate.
  • Se si sta in casa, i pennelli possono anche essere tenuti, con le setole rivolte verso l’alto, in un contenitore di vetro, che va richiuso con un tappo.
  • Anche una vecchia scatola di legno può fungere da buon contenitore, così come un astuccio della scuola o qualunque altra cosa possa tenerli al coperto e senza che le setole si rovinino.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

QUANTO DURANO I PENNELLI DEL TRUCCO?

I pennelli da trucco durano tanto tempo sempre che vengano lavati e poi conservati in maniera corretta. Ovviamente, dopo un lungo utilizzo, arriva il momento in cui è necessario cambiarli e comprarne di nuovi. Questo accade quando:

  • I pennelli cominciano ad emanare uno strano odore, anche se costantemente detersi. Ciò accade perché tra le setole si annidano i batteri.
  • I pennelli hanno le setole dure, che siano sintetiche o naturali.
  • Le setole, dopo che le si è lavate, non tornano più come erano in origine, anche sono state usate tutte le accortezze del caso e asciugate correttamente.
  • I pennelli perdono le setole mentre vengono adoperati.

I RIMEDI NATURALI PER LA CURA DELLA NOSTRA BELLEZZA:

  1. Pulizia del viso: dal massaggio alle creme giuste, semplici accorgimenti per una pelle luminosa
  2. Mascara naturale e fatto in casa, la ricetta con olio di aloe vera e carbone attivo. Semplicissima
  3. Contorno occhi, proteggetelo con automassaggi e fette di cetriolo. Le creme giuste e i gesti da evitare
Share

<