Questo sito contribuisce all'audience di

Case intelligenti all’insegna dell’eco-risparmio

di Posted on
Condivisioni

Costruire ecologico, è l’imperativo della green economy. Ma i materiali ecocompatibili e le fonti rinnovabili, sono solo il primo passo al quale deve necessariamente seguire il buon senso. Bisogna alleggerire il nostro impatto quotidiano e in casa sono diverse le soluzioni che possiamo adottare all’insegna dell’eco risparmio.

Innanzitutto, le sane e vecchie regole. Avviare lavastoviglie e lavatrici dalle 22 alle 6 del mattino, ossia nel momento di minor richiesta, avendo cura di farle lavorare a pieno carico e di dosare bene i detersivi. Inoltre, è bene disfarsi dei vecchi energivori elettrodomestici. Lavare a mano? Certo si consuma meno energia ma occorre più acqua. Ma sono tante le cose che si devono ricordare. A semplificare la vita ci pensano gli impianti di domotica che sono del tutto autonomi. Insomma, nelle case intelligenti basta programmare.

I sistemi di domotica stanno diventando sempre più semplici e accessibili, sia per gli utenti finali sia per gli installatori, facendo così avanzare il mercato e acquisendo un pubblico sempre più vasto anche in Italia. Il nostro Paese rimane il terzo mercato europeo dei sistemi di domotica dopo Gran Bretagna e Germania, con una quota di mercato pari all’11% e circa 18,5 milioni di euro di fatturato.

Per rendere le nostre case più intelligenti ed efficienti, Telecom Italia e Indesit Company, hanno messo a punto un sistema di automazione domestica ideato per consentire il risparmio energetico e per assicurare la sostenibilità ambientale. La soluzione è denominata Green home, attualmente in sperimentazione presso Telecom Italia e, per la parte elettrodomestici, nei laboratori di Indesit Company: un sistema di apparecchi domestici interconnessi tra loro e con la rete Internet che contribuirà a ridurre i consumi delle abitazioni e a ottimizzare l’uso di energia rinnovabile.

Green Home consente agli elettrodomestici intelligenti di autoregolarsi per evitare sovraccarichi di richiesta energetica e disconnette automaticamente dalla rete elettrica i dispositivi tradizionali lasciati in stand by. Fornisce inoltre, prima dell’avvio, le informazioni sulla spesa relativa all’utilizzo dell’elettrodomestico e il punteggio ecologico.

Inoltre l’utente potrà monitorare, direttamente da uno smartphone, i consumi durante il loro utilizzo e ritardare l’avvio di alcuni programmi negli orari in cui vi è una maggiore disponibilità di energia oppure ad un costo inferiore, impedendo l’accensione contemporanea di utenze a grande assorbimento energetico. Ma per chi non delega la gestione delle utenze a microchip e computer può sempre fare affidamento sui consigli della nonna, come: l’acqua di cottura della pasta è sgrassante, ottimo per lavare le pentole.