Questo sito contribuisce alla audience di

Rifiuti elettronici, come smaltirli in modo corretto

Tv rotte, computer obsoleti o vecchie lavatrici: consulta questa piccola guida per scoprire dove buttare le vecchie apparecchiature tecnologiche e riciclarle nel modo giusto

Rifiuti elettronici, come smaltirli in modo corretto
Come smaltire i RAEE
di

Abbiamo avuto in dono un nuovo televisore e dobbiamo sbarazzarci del precedente? Il nostro telefonino è diventato obsoleto e lo sostituiamo con uno di nuova generazione? Bene, dobbiamo però anche preoccuparci di cosa fare del vecchio apparecchio.

Tv, cellulari, ma anche robot da cucina, tostapane, forni a microonde, computer, modem, frigoriferi, lavatrici e altri elettrodomestici non sono spazzatura qualsiasi, ma sono RAEE, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, cioè rifiuti speciali il cui conferimento è regolamentato dalla legge (per l’Italia dal Decreto Legislativo 151 del 2005). Parliamo di oltre 1 milione di tonnellate di RAEE prodotte all’anno nel nostro Paese, quasi 18 kg per abitante (Fonte: “Solving the e-waste problem“).

cdcraee.it

DOVE BUTTARE I RAEE?

1- Per i rifiuti elettronici è prevista una raccolta differenziata. Bisogna quindi portarli in una delle oltre 3.600 isole ecologiche comunali attrezzate per lo smaltimento dei RAEE. Da questi centri di raccolta i rifiuti (cerca qui il più vicino) vengono poi inviati a impianti di trattamento che evitano la dispersione di sostanze inquinanti e permettono il riciclo delle materie prime.

Il rifiuto elettronico dovrà essere messo nel cassonetto giusto:

  • R1 per i frigoriferi, i congelatori e i climatizzatori;
  • R2 per le lavatrici, le lavastoviglie e i forni;
  • R3 per i televisori e i monitor del computer;
  • R4 per i piccoli elettrodomestici (per es. aspirapolveri, macchine per cucire, ferri da stiro, friggitrici, frullatori, mouse, tastiere, stampanti, fax, cellulari, videoregistratori, radio) e gli apparecchi di illuminazione;
  • R5 per le sorgenti luminose neon e a risparmio energetico.

remediapervoi.it

LEGGI ANCHE Cosa fare del vecchio computer

2- Se invece avete intenzione di acquistare una nuova apparecchiatura, avete la possibilità di lasciare in negozio il vostro vecchio elettrodomestico a costo zero. Il negoziante ha l’obbligo di ritirare gratuitamente l’usato al momento dell’acquisto secondo quanto previsto dal Decreto ministeraiale 65/2010 “Uno contro Uno”. Il ritiro gratuito è previsto anche con la consegna al domicilio della nuova apparecchiatura elettronica.

3- Richiedere il ritiro a domicilio per i RAEE ingombranti: si tratta di un servizio presente in molti Comuni.

APPROFONDISCI guida agli elettrodomestici più efficienti

GLI ERRORI DA NON FARE CON I RAEE:

• Buttarli nel sacco nero della raccolta indifferenziata

• Ammassare i ri­uti tecnologici in cantina o dimenticarli nei cassetti

• Mischiarli con gli altri rifiuti

L’IDEA Come realizzare un gioiello a partire da un rifiuto

RICICLARE I RAEE IN MODO CORRETTO SIGNIFICA:

  • Ridurre i gas serra e l’inquinamento, perché le sostanze contenute vengono eliminate in modo sicuro.
  • Recuperare materie prime, perché alluminio, vetro, rame, plastica possono essere in buona parte riciclati per oltre il 90 per cento del loro peso.
  • Combattere il traf­fico illegale di apparecchi elettronici verso i Paesi in via di sviluppo.

Ultime Notizie: