Questo sito contribuisce all'audience di

Risparmiare energia con il cellulare e con lo smartphone, 10 modi semplici ma davvero molto efficaci

Non aggiornare subito l'ultima versione, attivare la modalità aerea quando non serve essere reperibili, spegnere il telefono durante la notte, fare ogni tanto un ciclo di ricarica completo e chiudere le applicazioni che non usate: tutti gli stratagemmi per risparmiare batteria

Condivisioni

RISPARMIO ENERGIA CELLULARE –

Cellulari e smartphone ormai sono sempre più carichi di funzioni: messaggi mail, video, app, etc… Da qui il rischio che lo spreco di energia si moltiplichi con un doppio danno. Da un lato la necessità di ricaricare continuamente le batterie, e questo, anche se spesso lo dimentiochiamo, è comunque un costo, e dall’altro versante la possibilità che il nostro apparecchio risulti scarico proprio nel momento in cui più ci serve. Con un effetto panico e stress davvero indesiderabile.

LEGGI ANCHE: Bambini e smartphone, i 10 rischi da evitare per un rapporto sano con la tecnologia

COME RISPARMIARE ENERGIA SMARTPHONE –

D’altra parte è inutile nascondere che smartphone e cellulari sono per loro natura apparecchi energivori, e vanno usati con un minimo di cautela per evitare sprechi energetici. Niente di complicato o di particolarmente difficile, come i nostri 10 consigli che trovate qui.

  1. Spegnere il dispositivo durante la notte – Tenerlo acceso consuma solo batteria, e non serve a nessuno. Inoltre molti modelli, soprattutto gli smartphone, hanno una funzionalità sveglia capace di azionarsi anche a telefono spento.
  2. Disattivare il bluetooth, il WiFi, la connessione internet 3G o 4G e il GPS – Quando sappiamo che per una mezz’ora abbondante non ci serve nessuna di queste opzioni, disattivarle farà recuperare diverse ore di autonomia. Molte applicazioni infatti, anche se in misura minore, continuano ad utilizzare queste funzionalità anche quando non usiamo lo smartphone.
  3. Tenere attiva l’opzione di localizzazione solo per alcune app – Un’altra accortezza che può farvi guadagnare molti minuti in più è mantenere l’opzione di localizzazione attiva solo nelle applicazioni che utilizzate spesso.
  4. Disattivare la regolazione della luminosità automatica – Soprattutto gli iPhone tendono ad essere molto luminosi, inutilmente: settatela manualmente impostando il cursore al 60%.
  5. Disattivare le notifiche inutili – Limitate le “push notification” alla messaggistica istantanea e alle mail, tutto il resto può tranquillamente aspettare ed evitare di consumarvi la batteria.
  6. Non aggiornate subito alle ultime versioni – Ogni nuovo aggiornamento non sempre porta dei vantaggi: sentite i pareri di amici e colleghi prima di scaricare l’ultima versione, attività che consuma molta batteria.
  7. Caricate correttamente la batteria – La salute della batteria è importante: per questo motivo è necessario effettuare un ciclo di ricarica completo almeno una volta al mese: utilizzate il dispositivo finchè la batteria non si scarica completamente. Quando sarà esaurita mettetelo in ricarica utilizzando preferibilmente l’adattatore a parete.
  8. Attivate la modalità “Uso in aereo” non solo in aereo – La modalità “airplane” consente di viaggiare tranquilli sugli aerei ma fa risparmiare anche molta batteria in generale: attivatela in pausa pranzo, così non sarete disturbati e il cellulare durerà più a lungo.
  9. Chiudere le applicazioni aperte in background – Non vi serve avere aperto youtube, facebook e maps contemporaneamente: quello che non è utile al momento, chiudilo.
  10. Usare applicazioni che ti aiutino a tenere a bada l’uso della rete –  per Android esiste GO Battery Saver, che consente di disattivare automaticamente connessione Wi-Fi e/o 3G quando si spegne lo schermo dello smartphone. Sempre per Android c’è DroidWall un firewall che consente di scegliere quali app possono accedere alla Rete limitando il loro funzionamento alle reti Wi-Fi o 3G.

Un ultimo consiglio: staccare la presa della corrente elettrica, e non solo il cellulare, quando il telefonino si è ricaricato. Altrimenti i consumi continuano.

PER APPROFONDIRE: Tariffe “Tutto compreso” per smartphone e cellulari, la storia della truffa della fatturazione anticipata