Smaltimento rifiuti elettronici Africa - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

L’Africa come una grande discarica: questo è il nuovo, tragico colonialismo

I peggiori rifiuti elettrici ed elettronici finiscono nei paesi africani. Inquinando le terre agricole e avvelenando l’aria e l’acqua delle città. La gente poi va a frugare in questi ammassi di spazzatura elettronica e si ammala.

Condivisioni

SMALTIMENTO RIFIUTI ELETTRONICI AFRICA –

Mentre, un tempo, le avventure coloniali si facevano con le armi, con i soldati, con le truppe che invadevano e conquistavano i paesi. Adesso il nuovo colonialismo è alimentato dai rifiuti: e così i paesi occidentali e le multinazionali che la fanno da padrone, considerano l’Africa come una gigantesca discarica.

LEGGI ANCHE: Ecco le terre più inquinate del mondo, in Ghana e in Cina, nelle discariche dei prodotti elettrici

DISCARICHE RIFIUTI PERICOLOSI IN AFRICA –

Noi abbiamo leggi restrittive sull’ambiente e sullo smaltimento dei rifiuti, facciamo campagne mirate per la raccolta differenziata, il giornalismo d’inchiesta e la magistratura smascherano i trafficanti di veleni industriali. Loro, gli africani, invece vivono in regimi autoritari, corrotti, e hanno le porte aperte alle scorie che avvelenano aria e terra.

Workineh Kelbessa è un professore di Filosofia all’Università di Addis Abeba, e gira per i paesi europei (è venuto anche a Roma, ospite del Cnr) per lanciare il suo allarme contro il «colonialismo ambientale». Dice il professore Kelbessa: «Il trasporto di rifiuti industriali pericolosi in Africa è un tipico caso di ingiustizia ambientale. È inaccettabile che alle potenze occidentali e alle multinazionali venga consentito di distruggere l’ambiente delle nazioni più povere. Queste ultime devono a loro volta formulare politiche specifiche per proteggere l’ambiente e la salute dei cittadini».

COLONIALISMO AMBIENTALE IN AFRICA –

In particolare le discariche in Africa riguardano i rifiuti di materiale elettrico ed elettronico. Rifiuti che contengono sostanze tossiche come il mercurio, il piombo, il cadmio. La gente è abituata a frugare tra le montagne della spazzatura elettronica per recuperare qualcosa dei materiali di base, ma così rischia gravi contaminazioni. E nel frattempo le sostanze tossiche avvelenano l’aria, inquinano la terra e l’acqua dei pozzi.

Il «colonialismo ambientale» è l’ennesimo gesto di violenza e di terrore che consentiamo, con un complice silenzio, in Africa. Come le stragi dei cristiani da parte degli integralisti islamici, come i morti per epidemie e carestie, come le violenze per gli scontri etnico-religiosi tra tribù locali. Tutto sotto i nostri occhi, a poche miglia delle nostre coste: un genocidio del quale risponderemo alla Storia. E sarà un giudizio durissimo.

PER APPROFONDIRE: Consumi elettronici, ne produciamo quasi 6 kg a testa. Troppi

LEGGI ANCHE: