Questo sito contribuisce alla audience di

Cosa succederebbe se sparissero le api? Le conseguenze sulla produzione alimentare

Fino al 35 per cento della produzione di cibo a livello globale dipende dal ruolo svolto dalle api. Delle 100 colture da cui dipende il 90 per cento della produzione mondiale di cibo, 71 sono legate al lavoro di impollinazione delle api e, solo in Europa, ben 4mila diverse colture crescono grazie alle api.

Cosa succederebbe se sparissero le api? Le conseguenze sulla produzione alimentare
Cosa succederebbe se sparissero le api: ecco tutte le pesanti conseguenze
di
Condivisioni

COSA SUCCEDEREBBE SE SPARISSERO LE API - Sarà capitato a tutti voi di leggere dell’invasione improvvisa di uno sciame di api mentre si era seduti al tavolino di un bar o di uscire in terrazzo ad annaffiare le piante e ritrovarsi improvvisamente faccia a faccia con migliaia di api. Proprio a inizio giugno, come leggiamo su Roma Today, uno sciame di api è stato recuperato da un terrazzo del centro storico di Roma. Un fenomeno naturale legato alla sciamatura e che fa sì che lo sciame si fermi nei posti più impensati come una panchina, un muro, una siepe o un albero prima di individuare la propria dimora definitiva.

LEGGI ANCHE: Pesticidi per le piante, ne usiamo troppi e la metà delle farfalle sono scomparse

COME COMPORTARSI DAVANTI AD UNO SCIAME DI API - Come è facile pensare, la vista delle api, soprattutto se tante, può creare paura. In realtà, le api sono insetti innocui e raramente attaccano e pungono a meno a che non vengano disturbati.

Una volta avvistato lo sciame pertanto niente panico, tenete i bambini e gli animali domestici lontano dagli insetti e contattate immediatamente un apicoltore esperto della vostra zona: catturerà lo sciame senza arrecarvi danni e lo sposterà in un posto sicuro. In alternativa, segnalate immediatamente lo sciame ai vigili del fuoco o ai vigili urbani e loro contatteranno direttamente l’apicoltore.

Non infastidite lo sciame e non utilizzate prodotti chimici per allontanare le api: questi piccoli insetti giocano infatti un ruolo essenziale negli ecosistemi e un terzo del nostro cibo dipende proprio dalla loro opera di impollinazione.

L’IMPORTANZA DELLE API PER LA PRODUZIONE ALIMENTARE - In particolare, fino al 35 per cento della produzione di cibo a livello globale dipende dal ruolo svolto dalle api. Delle 100 colture da cui dipende il 90 per cento della produzione mondiale di cibo, 71 sono legate al lavoro di impollinazione delle api e, solo in Europa, ben 4mila diverse colture crescono grazie alle api (dati Unep – United Nations Environment Programme).

SCOMPARSA DELLE API: LE CONSEGUENZE - Questo significa che, se questi preziosi insetti sparissero, le conseguenze sulla produzione alimentare sarebbero devastanti. Chi impollinerebbe le coltivazioni? L’impollinazione artificiale è una pratica lenta e costosa mentre il valore di questo servizio, offerto gratis dalle api di tutto il mondo, è stato stimato in circa 265 miliardi di euro all’anno.

I PESTICIDI CHE CAUSANO LA SCOMPARSA DELLE API - Purtroppo, gli apicoltori vedono ridursi, di anno in anno, loro allevamenti e la produzione di miele, questo a causa anche dell’utilizzo in agricoltura di pesticidi a base di neonicotinoidi: sostanze che fanno perdere l’orientamento alle api e impediscono loro di fare ritorno negli alveari.

Il numero di api, negli Stati Uniti, è diminuito del 23 per cento lo scorso inverno, motivo per cui la Casa Bianca ha creato la “Pollinator Health Task Force” il cui compito è quello di trovare una strategia per difendere questi preziosi insetti. E anche l’Unione Europea è intervenuta mettendo al bando alcuni pesticidi. Ma accanto alle api sono anche altri gli insetti impollinatori preziosi per la produzione delle nostre colture: tra questi anche le farfalle, a forte rischio estinzione a causa dei pesticidi. Come rileva infatti, l’ultimo rapporto dell’European Enviroment Agencyla presenza delle farfalle si è ormai ridotta del 50 per cento, con 8 delle 17 specie che vengono considerate a rischio estinzione.

È per tutti questi motivi che è quindi fondamentale proteggere le api e gli altri insetti impollinatori, fondamentali per il nostro cibo e per la nostra stessa vita.

Ma quali sono gli alimenti che sparirebbero senza l’impollinazione?

LA CAMPAGNA DI WHOLE FOODS PER SALVARE LE API - Una originale campagna portata avanti dalla Whole Foods, una catena americana di supermercati bio, dal titolo “Give bees a chance – Share the buzz”, ha cercato di spiegare quanto sia grave il problema rimuovendo dagli scaffali di un punto vendita del Massachussets tutti quei prodotti che nessuno di noi potrebbe più comprare se sparissero le api e gli altri insetti impollinatori.

Come potete vedere in queste immagini, il reparto frutta e verdura risulterebbe completamente svuotato e nel banco frigo non comparirebbero più né il latte, né il formaggio, né tantomeno lo yogurt e il gelato.

(Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook “Whole Foods Market”)

E non perdetevi questo video, attraverso il quale emerge chiaramente come le api siano il fondamento su cui poggia l’intero ecosistema:

PER APPROFONDIRE: Strage di api, un animale simbolo della civiltà dell’altruismo

Ultime Notizie: