Statine: così aiutano a prevenire i tumori

Secondo diversi studi recenti, non sono utili solo per abbassare il colesterolo, ma anche nella lotta contro alcuni tipi di cancro. Alle vie biliari, al seno, alla prostata

STATINE

Le statine sono preziose per le persone che soffrono di colesterolemia e non riescono ad abbassare i valori del colesterolo “cattivo” soltanto attraverso la dieta e l’attività fisica. Da tempo, dunque, le statine hanno una funzione protettiva per tutte le patologie cardiovascolari. Ma la novità, confermata anche da diverse ricerche scientifiche, sta nel fatto che, oltre alla funzione anti-colesterolole statine sembrano essere utili per prevenire i tumori.

LEGGI ANCHE: Colesterolo: quando è troppo alto e come si abbassa

COSA SONO LE STATINE

Le statine sono farmaci molto famosi e molto utilizzati da tutti coloro che hanno problemi di rischi cardiocircolatori. In particolare le statine riducono il livello del colesterolo “cattivo” (LDL) e dei trigliceridi, e allo stesso tempo aumentano il colesterolo “buono” (HDL). Le statine vengono somministrate per via orale, secondo le indicazioni fornite dal medico.

 

STATINE AIUTANO A PREVENIRE I TUMORI

L’effetto positivo, in termini preventivi, delle statine rispetto ad alcuni tipi di tumore nasce dal fatto che il metabolismo del colesterolo e le sue alterazioni vengono collegate proprio all’insorgere di alcuni tumori. Secondo quanto è scritto sulla rivista Frontiers in Oncology, le cellule tumorali fanno affidamento sul colesterolo «per espandersi , nutrirsi, e sostenere la loro crescita». Nella review si arriva perfino a suggerire l’uso delle statine nel corso della chemioterapia , per aumentarne gli effetti, e per colpire in modo selettivo le cellule tumorali.

STATINE E TUMORI ALLE VIE BILIARI

In altre ricerche le statine sono messe in relazione a una funzione protettiva rispetto al rischio di tumori delle vie biliari. Un’indagine britannica, pubblicata sulla rivista Jama, ha analizzato i dati di 1.7 milioni di persone per arrivare alla conclusione che chi assume statine per diversi anni ha un rischio inferiore di sviluppare un tumore al fegato oppure di morirne. 

PER APPROFONDIRE: Perché con la menopausa sale il colesterolo?

STATINE E TUMORE AL SENO

Uno studio pubblicato su Nature Communication mette in relazione il tumore al seno con i livelli alti di colesterolo. In pratica, secondo quanto è stato scoperto con questo studio, i livelli alti di colesterolo aiutano le cellule tumorali a resistere allo stress associato ai processi di metastatizzazione, rendendole così più resistenti e pericolose. 

STATINE E TUMORE ALLA PROSTATA

Studi recenti, infine, indicano le statine come utili per prevenire  il tumore alla prostata e per vivere più a lungo in caso di tumore al colon-retto. Ovviamente, i vari studi in materia non indicano ancora le statine come una potenziale cura farmacologica contro il cancro, ma aprono nuove piste per la prevenzione dei tumori. Tra l’altro, chi assume statine si orienta comunque verso stili di vita più sani (niente fumo, dieta mediterranea, attività fisica costante) e anche questo può avere il suo peso in chiave anti-cancro. 

COSE DA FARE PER PREVENIRE IL TUMORE:

  1. Tumore al seno: i sintomi da non sottovalutare
  2. Alcol e donne: il rischio tumore al seno aumenta del 75 per cento
  3. Quali sono le sigarette che fanno più male

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto