Questo sito contribuisce all'audience di

Conti e spese di casa, fate ordine e risparmiate con il bilancio familiare. Ecco come si prepara: una riserva per gli imprevisti, ma spazio ai desideri

Fate i calcoli ogni mese, senza ossessioni e con regolarità. Regola numero uno: mettere qualcosa da parte prima di spendere. E fissate un traguardo con il vostro budget

Condivisioni

COME RISPARMIARE SULLA GESTIONE DELLE SPESE FAMILIARI

Per riuscire davvero a risparmiare, con tutte le spese familiari, bisogna avere un piccolo bilancio domestico, con le giuste attenzioni. I primi conti in ordine devono essere proprio quelli di casa. Per evitare cattive sorprese, per correggere sprechi e per consentirsi il piacere di spese voluttuarie ma possibili. Dunque, come in una piccola o grande azienda, come in uno Stato o in un’amministrazione pubblica, la prima regola da tenere presente in famiglia è chiara e semplice: conti in ordine. E per farlo al meglio, ecco dieci consigli semplici ma essenziali.

LEGGI ANCHE: Ecobonus e detrazioni, tutti i soldi che potete chiedere per la vostra casa più green

COME GESTIRE LE SPESE FAMILIARI

Risparmiare senza ossessioni è una scelta alla portata di tutti. Aumenta le disponibilità economiche e dà la possibilità di spendere qualcosa in più per esaudire i propri desideri. Ecco alcune semplici regole da seguire:

  • Gestione del bilancio familiare. Siate consapevoli delle risorse mese per mese. Non fate l’errore di buttarvi a capofitto in conteggi, previsioni di spese, copertura di debiti elevati o obiettivi irraggiungibili. Il primo passo è capire quanto avete a disposizione da spendere, in qualunque momento, fino alla fine del mese.
  • Come si calcola il budget disponibile. Avere un’unica cifra in grado di dirvi quanto potete spendere fino alla fine del mese permette di gestire il budget in maniera semplice e molto precisa. Starà poi a voi e alla vostra esperienza capire come dividerla tra il “necessario” e gli “extra”.
  • Impostare un utile di fine anno. Per mettere da parte qualche risparmio provate a prevedere un utile di fine anno (al netto delle imposte, naturalmente). Se non doveste riuscire a raggiungere il traguardo impostato, sarà comunque un’ottima conquista il fatto di aver assicurato un risultato in pareggio. Indirizzando la contabilità familiare verso un obiettivo, anche condiviso, il bilancio complessivo difficilmente risulterà in perdita.
  • Una riserva per gli imprevisti. Prima di pensare a usare i risparmi per esaudire i vostri desideri, ricordate di mettere da parte una somma che funga da cuscinetto per eventuali spese impreviste. Questa vi darà quella serenità e quella sicurezza che aiutano a non preoccuparsi ogni volta che si presenti una spesa straordinaria. Normalmente basta l’importo equivalente a tre o quattro mesi di spese ordinarie.
  • Controllare le spese giorno per giorno. È importante avere bene in mente quanto e come spendete, e capire quanto e dove potreste risparmiare. Con un semplice foglio di calcolo si possono annotare entrate e uscite, e catalogarle in maniera personalizzata. Su internet potete trovare anche tool di facile utilizzo e app scaricabili, da avere sempre con voi sullo smartphone.
  • Catalogate le voci di spesa in funzione del vostro stile di vita: se ad esempio notate che una certa spesa assorbe una grande quota di uscite, provate a suddividerla in più voci. Per aiutarvi, tenete sempre da parte ricevute, fatture e scontrini. Infine, ridurre al minimo i prelievi di contante potrà aiutarvi ad avere maggiore controllo sulle operazioni che avete fatto.
  • Fare una buona analisi delle spese. La maggior parte delle spese della famiglia si ripetono spesso e con la stessa cadenza. Distinguete tra spese ‘correnti’ (alimentazione, spese mediche, benzina, ecc.), spese ‘fisse’ (bollette di luce, gas e telefono, assicurazione auto, scuola, rata del mutuo, ecc.) e spese ‘straordinarie’ (acquisto di un elettrodomestico, un viaggio, un concerto, ecc.). Trovare il giusto equilibrio tra queste voci vi aiuterà a prendere decisioni più consapevoli in merito alle vostre abitudini e a darvi un obiettivo di budget per l’anno successivo.
  • Fissare un traguardo. Stabilite delle mete da raggiungere. Può essere un obiettivo di risparmio generico, come ad esempio mettere da parte una precisa somma, oppure uno più concreto come acquistare il tablet che tanto desiderate. Grande o piccolo che sia, definite l’importo che volete raggiungere e in quanto tempo. Per la buona riuscita del piano non tentate l’impossibile: tenete conto delle vostre reali possibilità e non imponetevi rinunce che non potrete sostenere nel tempo.
  • Scegliete dove mettere i vostri risparmi. Un modo efficace per aiutarvi a risparmiare è evitare di tenere i risparmi sul conto o sulla carta prepagata che usate per gestire le spese di tutti i giorni. Il rischio è di spenderli alla prima occasione e mandare in fumo tutto il lavoro fatto. Avete diverse possibilità: se l’obiettivo è a breve termine, dovrete puntare su strumenti flessibili e facilmente liquidabili.

CONSIGLI PER IL RISPARMIO FAMILIARE

Internet è ricco di consigli per risparmiare sulle bollette di lucegas, telefonia, carburante, acqua, spesa alimentare, abbigliamento e via dicendo. Prendete spunto, scegliete una lista di consigli e iniziate a metterli in pratica seriamente.

COME RISPARMIARE SOLDI CON LE SPESE DOMESTICHE