Come risparmiare sulla bolletta del telefono - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come risparmiare sulla bolletta del telefono. Attenti ai costi per Internet e servizi aggiuntivi

Le chiavi per valutare le migliori offerte dei gestori. Anche per l’Adsl. Quando serve davvero il passaggio alla fibra

COME RISPARMIARE SULLA BOLLETTA DEL TELEFONO

La bolletta del telefono è sicuramente una delle spese che più incidono sul bilancio familiare. Oggi il telefono fisso non è più, per molti, un’esigenza e si preferisce chiudere definitivamente il contratto con l’apparecchio fisso a vantaggio dei telefoni cellulari che offrono opzioni contrattuali più vantaggiose. Eppure, per una fetta consistente di popolazione, il telefono fisso è ancora una priorità. Questo soprattutto per via della linea Adsl che è associata ed esso. Ad oggi, infatti, nessun cellulare riesce ad eguagliare le performance e la velocità di connessione dei telefoni fissi. La linea veloce è irrinunciabile e in ragione di ciò spesso le spese aumentano vertiginosamente. Eppure risparmiare sulla bolletta del telefono è possibile.

  • Innanzitutto, ciò che si consiglia è cercare di capire quanto la linea fissa venga effettivamente utilizzata in casa. Perciò, se le chiamate effettuate sono soltanto urbane, è possibile pensare ad una tariffazione a consumo, che si basa perciò sulla durata reale delle chiamate. Dunque, per ogni chiamata, viene addebitato uno scatto alla riposta, oltre che un costo al minuto, che cambia a seconda del genere di telefonata: su fisso, mobile, su numero nazionale o internazionale. Se le telefonate invece sono più frequenti e lunghe, allora la tariffa con minuti illimitati è la più vantaggiosa. Il fisso, cioè, non è legato al tempo di utilizzo.
  • Sarebbe poi auspicabile verificare le tante offerte dei diversi gestori presenti sul mercato. Le promozioni, infatti, fioccano di stagione in stagione, cercando di invogliare i clienti ad abbonarsi. Nella vasta rosa di possibilità, è certo che si riesca a trovare l’occasione che si addice al proprio budget. Ci sono gestori che offrono canoni scontati a tempo: il vincolo contrattuale, cioè, scade dopo uno o due anni, trascorsi i quali si potrà cambiare gestore ed optare per un’offerta nuova.
  • Abbiamo parlato di ADSL e della necessità di usufruire di questa attraverso il fisso. In realtà vi sono molti gestori di telefonia mobile che garantiscono offerte validissime per l’ADSL, a prezzi davvero irrisori, senza canone o costi aggiuntivi.
  • Se si vuole risparmiare, scegliere la domiciliazione bancaria delle bollette è preferibile. Questo perché la bolletta cartacea ha un costo che viene addebitato all’utente automaticamente sul conto corrente alla data di scadenza della bolletta. Il risparmio è stimato intorno ai 2 euro a bolletta, poiché il costo di spedizione si azzera. La domiciliazione è facile, basta rivolgersi alla propria banca o alla posta.
  • Chi versa in condizioni economiche disagiate, può usufruire della legge 314, che prevede che determinate categorie di persone (i soggetti in condizioni di disagio economico e sociale e gli utenti che utilizzano sistemi di comunicazione denominati DTS, Dispositivo Telefonico per Sordomuti) possano usufruire di canoni scontati. La domanda per tale agevolazione deve essere inoltrata al proprio gestore telefonico presentando documentazione ISEE, fotocopia del documento che attesti l’assegno sociale o la pensione di invalidità, etc.
  • Che vuole risparmiare sulla bolletta deve sempre stare attento alle cosiddette prestazioni accessorie del servizio internet e telefonia. Il costo della bolletta, infatti, aumenta quando vengono inclusi i servizi di avviso di chiamata, trasferimento di chiamata, segreteria telefonica, servizio “chi chiama” che permette di visualizzare il numero di chi sta telefonando. Tali servizi prevedono un costo che si somma alla tariffa base. Non solo: date sempre un occhio accurato in bolletta. E’ capitato spesso che il consumatore si sia ritrovato con la spesa di un servizio aggiuntivo mai richiesto. E magari nascosto in qualche postilla di una clausola del lungo e illeggibile contratto con il gestore telefonico.

COME RISPARMIARE CON L’ADSL

Un grosso risparmio è possibile anche in fatto di Adsl. Nel mercato della linea veloce infatti, sono molte le offerte che contribuiscono ad alleggerire i costi in bolletta.  La cosa più importante da fare è scegliere la proposta che più si presenta su misura rispetto alle proprie esigenze.

  • Dunque, domandarsi a cosa serve la connessione veloce è sicuramente il primo passo da compiere così da poter optare per offerte solo Adsl oppure Adsl + voce, a seconda che si voglia solo connessione internet oppure anche fare e ricevere chiamate con un telefono fisso (con le prime) o magari connessione veloce per navigare senza che vi sia un telefono fisso in casa (le seconde).
  • Se l’utilizzo della connessione è limitato, si può optare per un’offerta a consumo (cioè si paga solo il costo effettivo della connessine utilizzata per il tempo in cui viene adoperata). Se invece l’utilizzo di internet e/o del telefono è più prolungato, allora l’offerta flat resta quella più vantaggiosa, cioè il costo fisso e un accesso ai servizi in abbonamento senza limiti.
  • Le tariffe Adsl andrebbero verificate periodicamente perché gli operatori sono sempre pronti con nuove e vantaggiose proposte che attirano gli utenti. Cosa ottima è comunque, avere un’utenza unica che offra connessione e chiamate, per ottimizzare i costi fissi in bolletta.
  • Se la navigazione in rete viene relegata alle ore serali, perché per ragioni di lavoro si è fuori casa tutto il giorno, allora forse si potrebbe optare per una chiavetta internet che garantisca una spesa limitata.

OFFERTE FIBRA A CASA

La fibra ottica sta, in molti casi, soppiantando l’ADSL perché a differenza di quest’ultima, consente una maggiore velocità di navigazione e non necessita di una rete telefonica per funzionare. Inoltre, i costi di installazione sono inferiori. Ovviamente, anche la velocità della fibra dipende da numerosi fattori come ad esempio l’isolamento di certi luoghi geografici, la cui copertura non è totale, motivo per il quale la fibra non si esprime al meglio. In questi casi, le sue performance diventano pari all’ADSL. Perciò, prima di sottoscrivere un piano promozionale, bisogna sincerarsi che la cablatura abbia raggiunto la propria abitazione. Tale fattore, potrebbe essere infatti una valida discriminate nella valutazione dell’installazione o meno della fibra. Le offerte, per quello che concerne la fibra ottica, sono simili a quelle previste per l’ADSL. Alcune di queste prevedono un modem fornito dal provider e anche l’opzione telefono per chiamate illimitate verso fissi e mobili nazionali. Gli utenti non devono mai perdere di vista le proprie esigenze in fatto di navigazione. La fibra ha dei vantaggi se si voglia domotizzare la propria casa o magari si ha un televisore smart, perché essa garantisce delle prestazioni ottimali, quando si scaricano i dati. Se al contrario, non si hanno degli apparecchi compatibili con questi standard di navigazione, è inutile avere la fibra e pagare per servizi che di fatto non verranno mai adoperati. Dunque, chi non usa il pc o la tv ai massimi livelli, può tranquillamente continuare ad utilizzare l’Adsl.

COME RISPARMIARE SUI COSTI IN BOLLETTA:

 

 

Shares

LEGGI ANCHE: