Questo sito contribuisce all'audience di

Volete risparmiare 1400 euro l’anno sulla spesa alimentare? Leggete l’etichetta

Imparare a leggere le etichette non significa soltanto comprendere gli ingredienti di cosa mangiamo, ma può essere un alleato validissimo per il portafoglio: un sito spiega come fare

di Posted on
Condivisioni

COME RISPARMIARE 1400 EURO SULLA SPESA

Le etichette dei prodotti alimentari spesso sono indecifrabili. Scritte in modo tale che il consumatore non riesce a capirci nulla: eppure sono preziose. Anche per risparmiare, e non poco, sulla spesa.

“Io leggo l’etichetta” è un sito che aiuta i consumatori a risparmiare 1400 euro annui imparando a leggere le etichette dei prodotti dei supermercati. Ogni grande marchio della grande distribuzione, infatti, produce anche le cosiddette sottomarche, leggendo le etichette scopriamo che, a parità di materie prime e stabilimenti di produzione, le sottomarche sono convenienti e di qualità. Come funziona?

LEGGI ANCHE: Gas in cucina, per risparmiare usate acqua tiepida. Coprite pentole e padelle con il coperchio

COME LEGGERE LE ETICHETTE

Tramite l’etichetta il consumatore può conoscere il nome e la sede del fabbricante o del confezionatore o del venditore di un alimento; a volte il nome dell’operatore è sostituito da un marchio depositato. Per legge va sempre indicata la sede dello stabilimento di produzione o di confezionamento: queste indicazioni rivelano l’origine del prodotto e la sua casa di provenienza, al di là del marchio che viene utilizzato per metterlo in vendita ad un prezzo più conveniente. Molti vantaggi possono derivare dalla lettura delle etichette. Vediamo perchè.

RISPARMIARE CON LE SOTTOMARCHE

Molto spesso le grandi aziende producono le cosiddette sottomarche, ossia prodotti senza marchio che vengono fabbricati negli stessi stabilimenti e, spessissimo, con gli stessi ingredienti per non fermare la linea produttiva e sfruttare le economie di scala. Il consiglio viene dato ai consumatori è il seguente: una volta che trovate due prodotti fabbricati nello stesso stabilimento leggete la lista degli ingredienti (sono scritti in ordine di quantità) e provate i prodotti facendo le vostre valutazioni. Potrete così decidere il prodotto che a vostro giudizio corrisponde alla miglior scelta in termini di qualità/prezzo.

risparmiare 1400 euri annui sulla spesa

Sul sito io leggo l’etichetta vengono messi a confronto molti alimenti e sono gli stessi lettori a postare la lista delle sottomarche che vengono prodotte negli stabilimenti dei grossi marchi e con gli stessi ingredienti.

Ecco alcuni esempi:

Lo sapevate che:
– Il CAFFE’ ESSELUNGA è prodotto dalla PELLINI?
Lo sapevate che:
– Lo YOUGURT CONAD è prodotto dalla VIPITENO?
Lo sapevate che:
– I PANNOLINI COOP sono prodotti da HUGGIES?

Le sezioni del sito sono diverse, ed ognuna ha una sua utilità pratica, che ci permette di risparmiare e fare una spesa consapevole.

  • Nella sezione CONFRONTI si impara a risparmiare e a leggere le etichette confrontandole grazie ad interessanti esempi.
  • Nella sezione NEWS si possono leggere le ultime notizie e le segnalazioni degli interventi dei NAS e delle forze dell’ordine a tutela della salute dei consumatori.
  • Nella sezione BUFALE si trovano le smentite alle false notizie diffuse in rete.
  • Nella sezione PETIZIONI si reperiscono importanti iniziative per migliorare la legislazione in materia e per inoltrare vostre richieste alle Istituzioni, ai produttori e alla GDO.
  • E poi c’è la WIKIPEDIA DEI PRODOTTI alla quale chiunque può partecipare facendo le vostre segnalazioni.

IN CUCINA NON SPRECANDO:

1 Comment
  • Simona Bembo
    05.09.2014

    Certo. E a volte non è detto che il marchio più conosciuto sia per forza migliore in termini di qualità. Ho usato e uso in alternativa i Pampers (comprati rigorosamente in offerta) e i Libero (in farmacia o parafarmacia o online: http://www.famideal.it/deal/250/pannolini-libero-comfort-certificati-nordic-label-varie-misure.html) anche quelli in offerta e devo dire che mi sono sempre trovata bene con entrambi. Comprare online, poi, è anche comodo perché non ci si deve caricare il mega pacco dal centro commerciale a casa, scendere dalla macchina con la bimba in braccio o per mano temendo possa scappare dal marciapiede, le buste del bagagliaio in auto…ooooooh…vita da mamma. Un dolce inferno. 🙂