Come friggere senza cattivo odore | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come friggere senza cattivo odore

Finestra aperta e porte chiuse. Una fettina di mela, il limone, il prezzemolo, l’aceto. Tanti rimedi, tutti efficaci

di Posted on

L’odore può essere insopportabile. E partire dalla cucina per poi allargarsi fino alle stanze da letto, specie se lasciamo qualche porta aperta… Eppure friggere senza essere condannati ad appestare l’aria di casa è possibile, persino facile, scegliendo tra i metodi più antichi e naturali.

COME FRIGGERE SENZA CATTIVO ODORE

Per friggere senza lasciare cattivo odore, o almeno riducendolo al massimo, bisogna partire dalla posizione. Ovvero dove si frigge. Scegliendo un luogo più vicino possibile all’aria aperta, coprendo sempre la pentola durante la frittura. E poi si passa ad alcuni rimedi naturali: dalla mela al limone, dal prezzemolo ai chiodi di garofano.

VICINO ALLA FINESTRA

Cercate di posizionare la vostra friggitrice, o la pentola con la quale fate la frittura, il più possibile vicino alla finestra. E anche in inverno lasciate la finestra socchiusa durante la cottura, in modo che l’aria possa circolare. Poi, una volta finito, spalancate e organizzate un competo ricambio dell’aria. Il metodo logistico della frittura è racchiuso in uno slogan: finestre aperte e porte chiuse.

UNA FETTINA DI MELA

Una semplice fettina di mela, all’interno dell’olio, potrebbe aiutarvi molto a non creare il cattivo odore della frittura.

Materiale occorrente
una fettina di mela o del prezzemolo o un limone o dei chiodi di garofano

Procedimento
Aggiungete una fettina di mela nell’olio a freddo, dopo averci tolto i semi, aiuta a prevenire l’odore e inoltre vi aiuterà, col suo sfrigolare, a capire quando l’olio avrà raggiunto la giusta temperatura per la frittura.

ACQUA E ACETO

Un’altra soluzione, soprattutto se avete intenzione di cimentarvi in un fritto di pesce, è quella di mettere a bollire acqua e aceto un pentolino vicino alla pentola in cui state friggendo. Annienterà gli odori.

CHIODI DI GAROFANO

Se però non gradite l’odore dell’aceto, potete far bollire l’acqua con dei chiodi di garofano. II vapore generato annullerà il puzzo di fritto. Se avete intenzioni battagliere e prevedete di friggere molto, provate a spremere mezzo limone nell’olio di frittura e poi tuffatelo con la buccia. Donerà un aroma fresco molto piacevole al fritto ed eliminerà gli odori.

PREZZEMOLO

Un altro rimedio della nonna consiste nell’aggiungere del prezzemolo nell’olio per friggere e una volta finita la frittura mettere subito a bollire un pentolino con acqua, chiodi di garofano e alloro.

COSA FARE DOPO LA FRITTURA

Una volta terminata la frittura, vi consigliamo di ricorrere a rimedi naturali in grado di assorbire l’eventuale odore di fritto che potrebbe essere ancora presente nella stanza.

I limoni e le foglie di alloro si rivelano utili: versate dell’acqua in un pentolino, immergete alcune fette di limone o in alternativa delle foglie di alloro, portate a bollore lasciandole immerse per almeno 10 minuti. Anche la cannella può essere utilizzata nello stesso modo. La stanza cambierà completamente odore!

I CONSIGLI PER NON COMMETTERE ERRORI IN CUCINA:

Share

<