Spirea: come si coltiva nel terreno e in un vaso

Un bellissimo e colorato arbusto da giardino. Con piccoli fiori bianchi, rosa e rossi. Le due specie principali

La spirea, o spiraea, è una pianta della famiglia delle Rosacee che comprende circa 80 specie e ha origine in particolare dai paesi dell’Asia Sud-orientale e dalle nazioni europee.

SPIREA

L’aspetto della spirea è quello di un classico arbusto. Ha colori vivaci, è vigoroso, senza la necessità di particolari cure, e quindi si presta bene per ornare giardini e anche aiuole e balconi. Per il colore e l’atmosfera che si creano, il luogo dove cresce e fiorisce la spirea viene chiamato “il giardino degli angeli”.

LEGGI ANCHE: Agave, come si coltiva la pianta della tequila

TERRENO

Il terreno per la spirea è quello normale da giardino, e con a caso la pianta viene spesso utilizzata per ornare le bordure dei giardini. L’importante è che il terreno sia ricco di sostanze organiche e umido. La piantagione si esegue in primavera o in autunno e la moltiplicazione si effettua per distacco di germogli che compaiono alla base della pianta. Oppure per talea in primavera. La pacciamatura va fatta anche in estate per fare in modo che il terreno sia sempre umido. Mentre la posizione nel giardino deve fare in modo che la spirea non soffra per acqua eccessiva e ristagni.

ESPOSIZIONE

L’esposizione più amata dalla spirea è a mezz’ombra, non direttamente rivolta verso il sole. La spirea gradisce un clima mite, ma è in grado di reggere anche basse temperature e si può coltivare in tutte le regioni italiane.

FOGLIE

Sono caduche, alterne, ovali, dentate, semplici o composte.

 FIORI

Sempre molto piccoli, riuniti in infiorescenze di varia forma (a spiga, a mazzo, a ciuffo ecc.): le singole corolle, che sono sempre caratterizzate da un gruppo abbastanza vistoso di stami, possono essere di colore bianco, rosa, rosa vivo, rosso, porpora, lilla. La fioritura avviene in primavera o in estate sulla base del tipo di spirea. I fiori sono appoggiati su rami flessuosi che possono completamente ricoprire con un effetto estetico molto suggestivo.

PER APPROFONDIRE: Ibisco, una pianta che arriva fino a due metri

SPECIE

La spirea più diffusa si divide in due grandi specie.

  • La spirea bianca, con una crescita tumultuosa e veloce. Arriva in altezza fino a due metri, e fiorisce in primavera con piccoli fiori bianchi.
  • La spirea rosa o rossa cresce più lentamente della bianca, ha fiori rossi, che si abbinano con foglie molto colorate e variegate. Da qui il suo alto valore ornamentale.

POTATURA

Specie per la spirea bianca, che cresce così velocemente, è bene fare un’abbondante potatura dopo la prima fioritura. Poi si possono aspettare anche due-tre anni per la seconda.

LEGGI ANCHE: Rose, tutti i segreti della coltivazione

COLTIVAZIONE IN VASO

La spirea si può coltivare in un vaso che abbia una profondità di almeno 50-60 centimetri. Un ottimo terreno per il vaso è composto da terra da giardino, terriccio per piante fiorite e stallatico maturo. Per la coltivazione in vaso è preferibile scegliere una varietà piccola, che non raggiunga un’altezza superiore agli 80 centimetri. Il rinvaso va fatto all’inizio della primavera.

LEGGI ANCHE: Abete rosso, come si coltiva anche in un vaso. Una pianta che ha bisogno di molta acqua

PROBLEMI E RIMEDI

La spirea è una pianta che resiste bene agli attacchi di insetti e parassiti. I suoi principali nemici sono gli afidi, che di solito si annidano nella parte inferiore della pianta. Nei casi più gravi potrebbe essere necessario intervenire con uno specifico prodotto antiparassitario.

CINQUE PIANTE CON CUI ARREDARE IL TERRAZZO:

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto