Come coltivare il rosmarino in casa | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Rosmarino: come si coltiva in vaso e nell’orto

È una pianta dal sapore intenso, che in inverno potete avere anche in casa. Terra ben drenata ed esposizione verso il sole

COME COLTIVARE IL ROSMARINO IN CASA

Il rosmarino è una tra le erbe aromatiche maggiormente utilizzate in cucina, l’ideale per dare un tocco di sapore in più ai piatti a base di carne, pesce e verdure e arricchire pane e focacce. Una pianta molto resistente e dall’aroma intenso, semplice da coltivare in casa, in vaso, in giardino o sul balcone, in quanto non richiede particolari cure. L’importante è assicurare al rosmarino una terra ben drenata e un’esposizione in pieno sole. Ricordate che sono necessarie due settimane perché germini.

LEGGI ANCHE: Come coltivare il prezzemolo in vaso sul balcone

COME COLTIVARE IL ROSMARINO

Vediamo insieme, passo per passo, come coltivare il rosmarino:

Il rosmarino si coltiva per talea a partire dalla primavera: potete però procedere anche con la semina e successivamente con il trapianto della piantina in un vaso più grande.

COME COLTIVARE IL ROSMARINO IN VASO

Per coltivare il rosmarino in vaso abbiamo bisogno di:

  • Un vaso capiente di circa 25-30 cm
  • Semi di rosmarino
  • Pellicola trasparente
  • Annaffiatoio

Interrate i semi nel vaso a una profondità di almeno 1 cm, annaffiate leggermente la terra e ricoprite il vaso con la pellicola trasparente, in modo da mantenere il calore. Per evitare che si formi la condensa, effettuate due piccoli fori sulla pellicola.

Dopo due giorni, annaffiate nuovamente la terra e poi richiudete con la pellicola. Ripetete questo procedimento fino a quando non iniziano a spuntare le piantine: in genere dopo circa 15-20 giorni. Ricordate di non eccedere con le annaffiature in quanto il rosmarino è una pianta che mal sopporta i ristagni d’acqua.

È importante procedere con il rinvaso delle piantine ogni 4-5 anni.

PER APPROFONDIRE: Come si coltiva l’aglio in vaso e sul balcone. Terreni asciutti e sciolti, senza ristagni di acqua

COME COLTIVARE IL ROSMARINO PER TALEA

Il modo più semplice per riprodurre il rosmarino è per talea. Durante la stagione primaverile, prelevate alcuni rametti, riponeteli in un vaso contenente acqua per circa 10 giorni e poi interrateli nel vaso o direttamente nel terreno in giardino.

come-coltivare-rosmarino-casa-vaso-balcone (4)

TERRENO ADATTO PER IL ROSMARINO

Il rosmarino non necessita di un terriccio particolare né di cure speciali, predilige però zone particolarmente esposte al sole. Fate in modo che il vaso in cui avviene la coltivazione sia di terracotta e, prima di versare il terriccio, posizionate sul fondo del vaso alcuni sassolini in modo da facilitare il drenaggio dell’acqua.

QUANDO ANNAFFIARE IL ROSMARINO

Come già detto, le annaffiature devono essere sporadiche, anche durante l’estate. Bisogna infatti intervenire quando il terreno risulta asciutto ed evitare i ristagni d’acqua. Anche in questo senso il rosmarino è una delle piante più facili da coltivare: ama i climi aridi, e non ha bisogno di troppa acqua, specie sulla pianta dove si possono verificare marciumi. Soltanto nel primo anno di vita l’annaffiatura deve essere abbondante.

POTATURA DEL ROSMARINO

Il rosmarino non necessita di potature: limitatevi a eliminare solo eventuali rami secchi o spezzati. I rami possono essere tagliati solo per regolare le loro dimensioni e non renderli troppo invadenti. La pianta del rosmarino non soffre quando viene potata.

COME CURARE IL ROSMARINO

Durante l’inverno, soprattutto quando le temperature diventano particolarmente gelide, posizionate la pianta in un luogo riparato ma comunque soleggiato oppure, se avete scelto di procedere con la coltivazione nell’orto, proteggete le piantine con un telo.

Ricordate un’altra caratteristica del rosmarino: si può raccogliere tutto l’anno.

USI DEL ROSMARINO IN CUCINA

Il rosmarino è una pianta aromatica molto usata in cucina, sia per la carne sia per il pesce. Si può utilizzare in cucina prendendo un rametto fresco, direttamente dalla pianta, ogni volta che serve. Oppure scegliendo la strada dell’essiccazione: si tratta di una spezia facile da conservare (meglio in un barattolo di vetro da chiudere ermeticamente) , che anche non fresca conserva il suo aroma. Tra le ricette vi segnaliamo questa del pane al rosmarino oppure questa con funghi porcini e rosmarinoRicordate che il rosmarino, grazie alle sue caratteristiche, può essere usato anche per profumare la casa e per preparare una lozione contro la caduta dei capelli

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

LE ERBE AROMATICHE DA COLTIVARE IN CASA:
Share

LEGGI ANCHE:

<