Questo sito contribuisce all'audience di

Raffreddore e tosse, per i bambini l’Aerosol è inutile

È tra i trattamenti più utilizzati ma non tutti sanno che in più della metà dei casi è usato erroneamente. Non aiuta a guarire dai mali di stagione, anzi, spesso contribuisce al proliferare dei germi

Condivisioni

AEROSOL BAMBINI INUTILE –

Alla comparsa dei primi sintomi di raffreddore o tosse, molti genitori sono soliti far sottoporre i propri figli a ripetute sedute di aerosol, spesso anche solo a scopo preventivo. Se l’utilità dell’apparecchio nebulizzatore è certificato per quanto riguarda il trattamento di ronchioliti, bronchiti asmatiche e della laringiti, la sua efficacia nel contrastare tosse e raffreddore è tutta da dimostrare. Nella classifica delle cinque pratiche a rischio d’inappropriatezza stilata Associazione Culturale Pediatri (Acp), al primo posto ci sono proprio i farmaci a base di cortisone per aerosol.

LEGGI ANCHEAsma nei bambini: i rimedi naturali e i consigli utili per curare la malattia

Nel documento si legge: “l’uso del cortisone per via aerosolica è largamente diffuso, nel nostro Paese, per il trattamento delle patologie delle alte vie respiratorie e per il controllo del sintomo tosse a esse correlato, sebbene non esistano prove della sua efficacia. Tale pratica, se prolungata nel tempo, è associata a effetti collaterali”. Quindi oltre ad essere inutile nella maggior parte dei casi rischia anche di essere dannoso. Per questa ragione è importante imparare ad utilizzarlo nel modo giusto evitando trattamenti superflui per i nostri figli.

Aerosol bambini –

Secondo Susanna Esposito, direttore dell’Unità di Pediatria ad alta intensità di cura presso il Policlinico – Università degli Studi di Milano e presidente della World Association for Infectious Diseases and Immunological Disorders (Waidid), intervistata il mese scorso dal Corriere delle Serain più della metà dei casi la terapia con aerosol è praticamente inutile. L’utilizzo dell’apparecchio nebulizzatore, spiega l’infettivologa, “ha senso per la cura della bronchiolite, della bronchite asmatica e della laringite, al contrario non serve nella rinofaringite, nella faringo/tonsillite e nell’otite media acuta” ossia i comuni malanni di stagione.

PER APPROFONDIRERaffreddore e naso chiuso: come combatterli con i suffumigi

rimedi raffreddore e tosse – 

Nei casi di raffreddore e tosse, invece di ricorrere all’utilizzo dell’aerosol è necessario prendere delle buone abitudini e ricorrere a trattamenti più semplici e mono invasivi. Ad esempio tenere gli ambienti adeguatamente umidificati, tra il 45 e il 55%, non far salire mai la temperatura all’interno della casa oltre i 20°, far lavare spesso le mani ai bambini e, in generale, fare attenzione a tutte le buone norme per prevenire le infezioni. Per eliminare catarro e muco, l‘unica pratica efficace da utilizzare sono i lavaggi nasali. Riempire una siringa di soluzione fisiologica e far passare il liquido da una narice ad un altra avrà l’obiettivo di evitare la colonizzazione batterica nasale.

Aerosol effetti collaterali –

Nei casi influenzali, l’aerosol non migliora i sintomi anzi, spesso può favorire la diffusione dei germi. Allo stesso tempo, è dimostrato che l’apparecchio nebulizzatore non riduce i tempi di guarigione e non aumenta capacità dell’organismo di espellere muco e catarro. 


PER SAPERNE DI PIÚ: Asma dei bambini, meglio dei medicinali c’è solo la terapia della montagna