Questo sito contribuisce alla audience di

La dieta della primavera: come mangiare sano e combattere la stanchezza

Per combattere la stanchezza e l’insonnia di primavera, correte al mercato e fate una bella scorta di frutta e verdura di stagione, puntate su alimenti energetici e leggeri e diminuite le quantità di sale.

La dieta della primavera: come mangiare sano e combattere la stanchezza
Dieta della primavera: i rimedi naturali per combattere la stanchezza
di
Condivisioni

DIETA DELLA PRIMAVERA -

Finalmente siamo in primavera, le giornate si allungano e ci permettono di trascorrere più tempo all’aria aperta: con il cambio di stagione però, arrivano anche stanchezza e insonnia.

DA NON PERDERE: Il decalogo per vincere la stanchezza

COME CONTRASTARE LA STANCHEZZA IN PRIMAVERA -

È per questo che, per adeguarsi nel modo migliore ai cambiamenti in atto, ritrovare energia e vitalità e potenziare le proprie difese immunitarie, è fondamentale che il nostro organismo si liberi delle tossine accumulate durante l’inverno. Come? Attraverso una sana e corretta alimentazione.

LEGGI ANCHE: Stanchezza di primavera, i consigli per combatterla

RIMEDI PER LA STANCHEZZA DI PRIMAVERA -

Per cominciare, correte al mercato e fate una bella scorta di frutta e verdura di stagione, puntate su alimenti energetici e leggeri e diminuite le quantità di sale.

ALIMENTAZIONE CORRETTA IN PRIMAVERA -

Ecco allora quali sono gli alimenti che vi permetteranno di affrontare l’arrivo della primavera in forma e in salute:

  • Innanzitutto, non fate mancare mai sulla vostra tavola frutta e verdura: si tratta di alimenti ricchi di acqua e quindi perfetti per idratare l’organismo. E non solo: contengono vitamine, antiossidanti e fibre necessarie per eliminare le scorie e i rifiuti dell’organismo. Molto importante la vitamina B contenuta nelle verdure a foglia verde ma anche nei legumi, nei cereali, nelle uova, nei latticini e nella frutta secca e la vitamina C in grado di rafforzare il nostro sistema immunitario e presente in agrumi, melone, ananas, pomodori, spinaci, peperoni verdi e cavolfiore.
  • E sapete che i ravanelli sono perfetti per sciogliere i grassi e facilitarne l’eliminazione? Potete gustarli crudi in insalata, tagliati a fettine o conditi con un filo d’olio. I carciofi possiedono invece proprietà drenanti per il fegato mentre le pere sono invece ricche di potassio e fibre, due elementi nutritivi in grado di dare una mano all’intestino e contenuti soprattutto nella buccia.
  • Anche crescione e germogli sono in grado di riattivare l’organismo: il primo ha proprietà depurative e diuretiche, i germogli invece aiutano a rigenerare la flora batterica intestinale e spazzano via le tossine.
  • Spazio anche ai carboidrati: un buon piatto di pasta è infatti in grado di apportare benessere al nostro organismo. L’importante è non esagerare con i condimenti e abbinare la pasta alle verdure come ad esempio asparagi o pomodori freschi. Anche il riso, soprattutto se consumato di sera, vi permetterà di dormire bene e ricaricare l’organismo.
  • Non fatevi inoltre mancare anche alimenti proteici come uova, formaggi e legumi.
  • Per quanto riguarda invece il pesce, lo sgombro è tra i pesci azzurri più ricchi di proprietà ricostituenti. Contiene infatti proteine e grassi buoni e permette di contrastare il colesterolo e l’accumulo di grassi nel sangue. Al momento di prepararlo, optate per la cottura al cartoccio.
  • Evitate invece i formaggi stagionati e i salumi in quanto ricchi di grassi saturi, colesterolo e sale.
  • Infine, sapete che anche il rosmarino possiede proprietà benefiche per la digestione? Oltre che per aromatizzare i vostri piatti, utilizzatelo per preparare una buona tisana: allontanerà via la stanchezza di primavera.

PER SAPERNE DI PIU': Sale nascosto negli alimenti, ecco quelli che ne conoscono di più e come fare a ridurlo

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie:

Test su emissioni auto, il grande bluff italiano

Test su emissioni auto, il grande bluff italiano

Dovevano essere mille, secondo l’annuncio in pompa magna televisiva del ministro Graziano Del Rio nel lontano 2015. In realtà ne sono stati fatti appena 25. Colpa della burocrazia, probabilmente, ma anche di ministri che fanno annunci e promesse. E poi non sanno come mantenerle.

continua »