Questo sito contribuisce all'audience di

Come tenere in allenamento la memoria: i 10 consigli del medico per una mente in forma

Esercizi fisici, sicuramente. Ma anche meditazione e tecniche di rilassamento. Voler ricordare innanzitutto, tenere a mente i numeri con piccoli trucchi e soprattutto prediligere gli hobby in compagnia per non appiattire la reattività della mente: tutti i consigli per tenere in allenamento la memoria

Come tenere in allenamento la memoria: i 10 consigli del medico per una mente in forma
Come tenere in allenamento la memoria, tutti i consigli del geriatra
di
Condivisioni

COME TENERE IN ALLENAMENTO LA MEMORIA

Esercizi fisici, compresi gli allungamenti del corpo appena svegli. Esercizi mentali, dalla meditazione alle tecniche di rilassamento fino al pensiero di cose belle prima di addormentarsi. La preziosa memoria non va sprecata, e anzi per migliorare la nostra qualità della vita, va esercitata e curata.

La memoria, purtroppo, si può iniziare a perdere molto presto: i primi segnali arrivano perfino, in qualche caso, dopo i 25 anni di età, e in generale dopo i quarant’anni. E quando vi accorgete di perdere colpi, per esempio non ricordate abitualmente dove avete parcheggiato la macchina, è giunta l’ora di prendere le dovute contromisure. Ricordatevi che innanzitutto per avere la memoria fresca non bisogna mai smettere di avere voglia di imparare qualcosa e non bisogna sprecare energie cognitive per ricordarsi di dettagli insignificanti.

LEGGI ANCHE: Come mantenere in forma il cervello, tutti i consigli

COME MIGLIORARE LA MEMORIA

Dove avrò messo quell’attrezzo? Quanti grammi di farina servono per quella ricetta? In che giorno esatto la nipotina compie gli anni? Può capitare di accorgersi che la memoria a volte giochi qualche piccolo scherzo, e che le informazioni che cerchiamo nel retro della mente non arrivino più veloci come un tempo. “Non è sempre facile accorgersi di avere un disturbo della memoria, ma spesso si esagera medicalizzando situazioni di normale amministrazione” avverte il dottor Victor Bella, geriatra che tiene incontri per insegnare come tenere in allenamento la memoria presso la Residenza per anziani di via dei Salici a Groppello Cairoli. “Uno psicogeriatra mi portava come esempio il caso di una signora che andò da lui preoccupata perchè non si ricordava cento cose, e gli fece proprio l’elenco delle cento cose. Però già si ricordava l’elenco!”.

COME ESERCITARE LA MEMORIA

Ma come accorgersi se stiamo “perdendo colpi”? “principalmente ce ne si rende conto sul lavoro, spesso sono proprio i colleghi stessi i primi ad avere qualche avvisaglia – spiega il dottor Bella – o nel caso delle casalinghe, lo si nota quando hanno difficoltà a replicare una ricetta che hanno fatto per anni perchè non ricordano esattamente le quantità. Ma le persone anziane, che spesso sono in pensione, si agitano subito, con tipiche esclamazioni come “allora sto proprio invecchiando!”. In questi ultimi tempi siamo più di fronte ad un’esagerazione che a una sottostima”.

APPROFONDISCI: Come proteggere la vista dall’uso eccessivo di pc, smartphone e tablet

COME SVILUPPARE LA MEMORIA: ESERCIZI

Il dottor Bella ha tenuto un’incontro presso la residenza I salici di Groppello Cairoli per insegnare a tutti gli ospiti della struttura come coltivare la memoria e tenerla sempre in allenamento: oltre a darvi consigli come l’utilizzo del rosmarino, ci siamo fatti dare un decalogo che può essere valido per le persone agèe ma anche per gli “smemorati” di tutte le età. Uno dei primi accorgimenti per le persone avanti con gli anni è quello di non farle vivere sole: “la tristezza e la depressione sono due delle principali cause della perdita della memoria”.

  1. Fare attività fisica. Vi chiederete cosa centra fare jogging con la capacità di tenere a mente le cose. In realtà molto! Perché uno sforzo costante e prolungato oltre i 20 minuti consecutivi aumenta l’irrorazione sanguigna del cervello e favorisce la rigenerazione di alcune zone come l’ippocampo, che tra le principali mansioni ha proprio la memoria a lungo termine.
  2. Esercitarsi: più si procede con l’età più ci si deve esercitare, come un atleta che più invecchia più il suo allenamento deve essere prolungato per garantire le prestazioni di un tempo.
  3. Coltivare le proprie passioni: bricolage, pesca, lettura, cucito: chi ha un hobby o un’attività che lo appassiona corre meno il rischio di scordare le cose.
  4. Puntare sull’effetto sorpresa. Dobbiamo imparare a sfruttare la naturale tendenza del nostro cervello a memorizzare ciò che è inconsueto. Quando si vuole ricordare qualcosa si può scrivere un appunto “abbellendolo” con faccine e disegnini. In questo modo sarà più facile ricordarlo. Come nelle relazioni se vuoi che si ricordino di te, devi farti notare.
  5. Fare piccoli esercizi per tenere desta l’attenzione. Quando si legge un libro, a fine capitolo domandarsi: che cosa dice l’autore in questo capitolo? Altro trucco: immaginare di dover raccontare quel che si legge o si vede alla tv ad un amico (questo è un processo normale: se si va con gli amici al cinema e si parla del film si ricorda più a lungo).  COME TENERE IN ALLENAMENTO LA MEMORIA
  6. Prediligere la compagnia: se si fa un cruciverba in compagnia o si gioca a carte con altre persone la memoria è più stimolata che se si fanno le stesse azioni da soli.
  7. Fare associazioni: ad esempio per ricordarmi che ho lasciato la macchina in via Verdi 12 posso provare a dirmi “Verdi come il famoso compositore, 12 come gli apostoli”.
  8. Coltivare i cinque sensi: se devo ricordarmi di un divano posso guardarlo ma anche grazie al tatto posso tenere a mente se è ruvido o liscio.
  9. Per ricordare facilmente i numeri di telefono, tenerli a mente come se fossero un’unica cifra: 02. 316425 può diventare trecentosedicimilaquattrocentoventicinque.
  10. Dulcis in fundo: voler ricordare. Spesso il problema è che non poniamo abbastanza attenzione e concentrazione nelle cose che facciamo, storditi dal multitasking o per pigrizia.

LA MIGLIORE GINNASTICA PER NON PRENDERE PESO:

Ultime Notizie: