Questo sito contribuisce all'audience di

Come risparmiare energia in cucina

Tra frigorifero, freezer, forno e fornelli, la nostra cucina è fonte di sprechi. Leggi tutti i consigli per risparmiare in bolletta mentre cucini.

Condivisioni

La cucina è una grande fonte di sprechi: e non solo di cibo, per cui vi rimandiamo allo Speciale  “Risparmiare in cucina: dalla spesa al menu”. Qui infatti cuciniamo ogni giorno, utilizziamo il frigorifero, il freezer, ma anche il forno a microonde, quello a gas ed anche quello elettrico. Senza parlare del gas dei fornelli.

LEGGI IL NOSTRO SPECIALE: Come risparmiare energia in casa

Per tutte questa attività ci sono buone e cattive abitudini: buone come ad esempio utilizzare la pentola a pressione o sgrassare le stoviglie prima di metterle in lavastoviglie, cattive come aprire inutilmente il frigorifero o tenerlo a utilizzare troppo il forno elettrico non ventilato. Ecco allora alcuni consigli per risparmiare energia in cucina.

  • Ai fornelli. La pentola a pressione è sicuramente il nostro primo alleato in cucina: dimezza i tempi di cottura e dunque anche l’energia usata per le nostre preparazioni. Funziona molto bene ad esempio per la cottura dei legumi. Usa sempre il coperchio quando cucini: ti permette di evitare la dispersione del calore. E non mettere sui fornelli un alimento appena estratto dal frigorifero, perché richiede più energia per essere scaldato: estrai il cibo un po’ prima, guadagnerai tempo e gas!
  • Il frigorifero. Non riempire troppo il frigorifero: più è pieno e maggiore è la quantità di energia necessaria per mantenere la temperatura desiderata. Non aprirlo inutilmente, contribuendo alla dispersione del freddo. Non introdurre cibi caldi, aspetta che il piatto abbia raggiunto naturalmente la temperatura ambiente.

LEGGI ANCHE: Come usare al meglio il frigorifero senza sprechi

  • Elettricità. Ricorda di spegnere le luci del banco cottura quando non servono, e di spegnare l’aspiratore quando hai finito di cucinare. Regola il termostato tra il livello minimo e il medio, e controlla la temperatura: quella del frigo deve essere compresa tra i 3° e i 5°C, quella del congelatore tra i -18° e i -15°C. Di più non serve, è solo un inutile spreco!
  • Lavastoviglie. Usala lavastoviglie a pieno carico. Evita il prelavaggio quando non serve: piuttosto sciacqua le stoviglie e ripassale con un pezzo di carta, ottima quella di giornale, in modo da sgrassarle un po’ prima di inserirle nell’elettrodomestico. Prefediligi lavaggi rapidi  o il programma “economico”. Elimina l’asciugatura con aria calda: basta aprire lo sportello alla fine del lavaggio. Infine pulisci frequentemente il filtro e aggiungi con regolarità il sale (anche quello grosso da cucina).
  • Forno. Il forno a gas è da prediligere a quello elettrico in quanto a consumi. In ogni caso, non aprirlo troppo frequentemente durante l’uso e mantieni un’adeguata pulizia al suo interno: sarà sufficiente un po’ di acqua tiepida con aceto. Infine collega gli elettrodomestici a una cibatta per spegnerli tutti in un sol colpo quando inutilizzati ed evitare lo stand-by.

TI PUO’ INTERESSARE: Risparmiare sulla bolletta facendo attenzione allo stand-by