Pechinese: carattere, aspetto e adozione

Originario della Cina. Le prime tracce iconografiche risalgono addirittura a 4mila anni fa. Ha un carattere dignitoso e orgoglioso, ma è anche molto affettuoso

pechinese

Originario della Cina. Le prime tracce iconografiche risalgono addirittura a 4mila anni fa. Ha un carattere dignitoso e orgoglioso, ma è anche molto affettuoso

PECHINESE

Testa larga, grande e piatta; occhi sporgenti, scuri, rotondi e ben distanziati; pelo molto lungo e dritto con folto sottopelo; coda attaccata alta e portata arricciata, di lato, sulla schiena. Così si presenta il pechinese che, a prima vista, può sembrare una palla di pelo.

Un classico cane da compagnia. Molto adatto alle persone più mature, che fanno una vita sedentaria e sono spesso sole. Il pechinese, detto anche “cane da grembo” per le sue caratteristiche fisiche e per la tendenza ad accucciarsi sulle gambe del padrone ha origini molto antiche. E anche molto nobili.

ORIGINI

Le prime tracce iconografiche del pechinese, che arrivano dalla Cina, risalgono a 4mila anni fa. Ma fu nel 2000 avanti Cristi che questa razza divenne la favorita degli imperatori e delle Corti della Cina, dove il pechinese era conosciuto come il “piccolo cane leone di Pechino” .

Considerato un cane sacro, il pechinese poteva essere detenuto soltanto nel Palazzo dell’imperatore, all’interno della Città proibita, e presso le Corti. Soltanto verso la metà dell’Ottocento iniziò la sua esportazione in Occidente, grazie a soldati inglesi e francesi. E un esemplare di pechinese, diventato il più famoso del Regno, venne regalato alla regina Vittoria.

LEGGENDA SUL PECHINESE

Secondo un’antica leggenda, il pechinese, oltre a essere un importante guardiano del Dio Buddha, sarebbe anche figlio di un leone e di una scimmia. Un motivo in più per essere considerato, allo stesso tempo, un cane sacro e scomodo. Quando ci fu il saccheggio del palazzo d’estate da parte delle truppe franco-inglesi, nel 1860, durante la seconda guerra dell’oppio, l’imperatore fece uccidere tutti i pechinesi epr evitare che finissero nelle mani dei nemici, i quali però riuscirono comunque a portare in Europa alcuni esemplari evitando così l’estinzione di questo bellissimo e affascinante cane.

CARATTERE

La piccola taglia non deve ingannare: il pechinese è un cane che sa proteggere il suo padrone. Ha un carattere dignitoso ed orgoglioso. Riservato e diffidente con gli estranei: disdegna tutto ciò che non lo riguarda, ma è molto affettuoso verso le persone che ama. Il pechinese non conosce la paura, e nonostante sia molto piccolo è considerato un cane intrepido e sicuro si sé

pechinese

CARATTERISTICHE

Il pechinese è un cane di piccola taglia, si aggira intorno ai 25 cm, e il peso è compreso fra i 3 e i 5 Kg.

  • Il corpo è ben proporzionato.
  • Il pelo è lungo ma non troppo. Il mantello è ruvido mentre il sottopelo è morbido. Sono ammessi tutti i colori, incluse le macchie.
  • La testa del cane è piuttosto larga, il cranio è contraddistinto da un muso schiacciato. Il tartufo è ampio e presenta narici larghe.
  • Gli occhi sono tondi e di colore scuro.
  • Il collo è corto.
  • Le orecchie sono lunghe e provviste di abbondanti frange.
  • La coda a sua volta presenta lunghe frange.
  • Le zampe anteriori sono solide, robuste, corte e spesse. Ben appoggiate sui piedi e non sui metacarpi.

CURE

Come prendersi cura del cane? Il pechinese tende a perdere parecchio pelo e richiede, quindi, di essere spazzolato frequentemente. Ma ha anche bisogno, per mantenerlo in ordine, di toelettature regolari.

A livello di salute, tende ad avere problemi agli occhi e problemi respiratori dovuti alla particolare forma del muso, che è piatto e presenta naso corto. Motivo per cui è molto importante pulirgli spesso il naso e gli occhi, e portarlo regolarmente dal veterinario per eseguire controlli dell’apparato respiratorio. Attenzione anche alla leptospirosi, malattia infettiva che colpisce spesso proprio i cani. Per evitare il sovrappeso (il pechinese tende ad ingrassare) ha bisogno di moto, e non sarà facile convincerlo a muoversi. E’ un cane piuttosto pigro.

LEGGI ANCHE: Jack Russell: carattere, malattie e come si educa

PECHINESE A PELO LUNGO

La razza pechinese presenta pelo moderatamente lungo e mantello ruvido con sottopelo morbido. Il folto pelo lo protegge dalle temperature fredde, che il pechinese tollera bene. A differenza del caldo che invece non sopporta, a causa principalmente della forma del muso e delle narici, che rendono difficoltosa la dispersione del calore corporeo.

https://www.instagram.com/p/CbVGbYCADaO/

PECHINESE A PELO CORTO

Si sente spesso parlare del pechinese a pelo corto ma in realtà la razza presenta solo pelo moderatamente lungo. Se è corto, probabilmente il cane è stato tosato oppure non è un pechinese.

DOVE SI TROVA UN PECHINESE

E’ facile imbattersi in annunci di vendita di pechinesi, ma è meglio diffidare, e volendo proprio optare per l’acquisto, affidarsi esclusivamente ad allevamenti seri e autorizzati. In ogni caso, la strada migliore rimane l’adozione: sono numerosi i cuccioli e i cani più maturi che cercano famiglia.

LEGGI ANCHE: Cane corso: carattere, qualità e pericolosità

COSTO

Il prezzo di un pechinese è piuttosto alto, in media si attesta intorno ai 600 euro ma può variare anche di molto a seconda del pedigree e di altre caratteristiche. Piuttosto che acquistarlo, e in questo caso prediligete solo allevamenti seri e affidabili, meglio puntare sull’adozione. Esistono infatti Rescue dedicati a cani di razza, che potete facilmente trovare con una ricerca online. Molti pechinesi cercano famiglia!

ADOZIONE

In particolare, su questa pagina Facebook trovate tutte le indicazioni utili per adottare un tibetan spaniel. Ve ne sono tanti, anche molto belli, e aspettano soltanto l’arrivo di un padrone premuroso.

ALTRE RAZZE DI CANI CHE POTREBBERO INTERESSARVI:

Torna in alto