Le morti per inquinamento nel mondo - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Morti per inquinamento, ben 7 milioni nel mondo. E il 7 per cento dei decessi, ogni anno, in Italia

I dati pubblicati dalla rivista Lancet. Quasi 3 milioni di persone muoiono per effetto del particolato e delle polveri sottili. Una strage silenziosa

di Posted on

Mentre in Europa si continua ad annunciare un fantomatico «Green deal» e mentre in Italia il ceto politico, innanzitutto dai megafoni del governo, si è ormai specializzato nel dare fiato alle trombe di mirabolanti «svolte verdi» con investimenti miliardari (tutti sulla carta), la contabilità dei morti per inquinamento atmosferico si aggiorna.

MORTI PER INQUINAMENTO

Per la rivista Lancet ci sono stati un totale di 7 milioni di morti all’anno riconducibili all’inquinamento atmosferico, dei quali 2,9 milioni solo per il particolato e le polveri sottili. Ovviamente la maggioranza di questi morti sono concentrati nei 15 paesi che emettono più gas serra (quelli che dovremmo azzerare), a partire da Cina, India, Pakistan.

LEGGI ANCHE: L’inquinamento da combustibili fossili costa 8 miliardi di dollari al giorno

MORTI PER INQUINAMENTO NEL MONDO

Ma anche in Europa, il Continente che dovrebbe diventare carbon neutral entro il 2050, i morti per inquinamento sono mezzo milione l’anno. Una cifra spaventosa. Come il 7 per cento di tutti i decessi che, in Italia, sono riconducibili a killer ben identificati, come il particolato, il biossido di azoto e l’ozono. In testa, in questa orribile classifica, ci sono due regioni, una al Nord (la Lombardia) e l’altra al Sud (la Campania). Rispetto alla strage dell’inquinamento, l’Italia appare una e sola.

LE PICCOLE E GRANDI BATTAGLIE PER SALVARE IL PIANETA

Shares

LEGGI ANCHE: