I vini a chilometro zero: è nato un nuovo mercato | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

I vini a chilometro zero: è nato un nuovo mercato

di Posted on

Vini a chilometro zero: è la grande novità sul mercato domestico italiano dell’enologia. Come per i prodotti alimentari, così anche per il vino sta esplodendo il fenomeno della vendita diretta, anche grazie al volano delle Rete. Secondo i dati presentati al salone del Vinitaly, nel 2012 l’aumento delle bottiglie vendute a chilometro zero è stato tra il 10 e il 24 per cento, a seconda delle zone. Gli italiani hanno scelto i loro vini regionali, con una preferenza del Barbera e del Dolcetto in Piemonte, del Chianti e del Morellino in Toscana e del Nero d’Avola e dell’Alcamo in Sicilia.

LEGGI ANCHE: Mercati del contadino: come fare la spesa a chilometro zero

La vendita a chilometro zero è stata spinta anche dagli interventi di quelle regioni che hanno incentivato il taglio della lunga filiera della distribuzione per favorire il commercio del vino locale. E’ il caso, per esempio, dell’Emilia Romagna che nel 2012 ha stanziato 12 milioni di euro per la vendita del vino del territorio a chilometri zero in ben 39 interventi.

Shares

LEGGI ANCHE: