Funghi della pelle: cause, rimedi e prevenzione

I più diffusi: tigna del corpo, piede d’atleta e fungo marino. Anche gli abiti troppo stretti possono causare questi problemi

FUNGHI DELLA PELLE

I funghi della pelle rappresentano nell’insieme un gruppo di micobatteri che provocano malattie, più note come micosi cutanee, in grado di colpire l’epidermide e il derma.

FUNGHI DELLA PELLE

I funghi della pelle provocano due tipi di infezioni, cutanee e sottocutanee. Nel primo caso sono circoscritte alla parte superficiale della pelle, ovvero l’epidermide. Ma anche ai capelli, alle mucose e alle unghie. Nel secondo caso, invece, l’infezione si allarga al derma. In entrambi i casi i funghi della pelle, che colpiscono sia i bambini sia gli adulti, sono microscopici, e basta riconoscerli per evitare la diffusione.

LEGGI ANCHE: Calli ai piedi: cause, rimedi e prevenzione

TIPI DI FUNGHI DELLA PELLE

Ci sono diversi tipi di funghi della pelle. I più diffusi sono:

  • Tigna del corpo. Le principali vittime di questo fungo sono i bambini. Può essere trasmesso attraverso cani e gatti infetti o anche attraverso il contatto con altri bambini che hanno avuto la tigna del corpo. Si concentra in particolare sul volto e sugli arti superiori, e ha come primo sintomo una singola chiazza con bordi rossastri. La zona centrale è più chiara , desquama e può esserci anche un lieve prurito che, se ci grattiamo, si estende in altre parti del corpo.
  • Piede d’atleta. Colpisce in particolare le persone che frequentano le palestre e gli ambienti sportivi (dalle piscine agli spogliatoi). Il fungo colpisce la zona umida dei piedi, che possono diventare squamosi e screpolati. Da qui piccole vescicole che contengono liquido, rossore, prurito e bruciore. Il piede d’atleta può essere interdigitale (tra il 4° e il 5° dito del piede); a forma di mocassino, che parte dalla pianta e si allarga al resto dei piedi prendendo appunto la forma di un mocassino; vescicolare, con la comparsa di vescicole nella parte inferiore del piede, o anche sul tallone.
  • Fungo del mare o anche pitiriasi versicolor. Il fungo è causato da un lievito, di nome Malassezia furfur, che vive sulla cute e in specifiche circostanze diventa aggressivo. La trasmissione avviene da piccoli, per esempio attraverso l’allattamento, o in zone caldo-umide. Colpisce volto, torace, spalle e schiena. I sintomi principali sono macchie cutanee di forma irregolare di colore chiaro per chi ha la carnagione scura e più scure nelle persone che hanno una carnagione chiara.
  • Prurito del fantino, o anche tinea corporis: si sviluppa nelle zone calde dei genitali, delle cosce e dei glutei. Colpisce con il clima caldo e umido e il nome del fantino deriva dal fatto che si tratta di un fungo della pelle comune tra le persone vanno a cavallo. Per un motivo: sudando nelle zone interessate a questa forma di prurito, creano le migliori condizioni di umidità per il suo sviluppo.
  • Ci sono funghi della pelle causati da lieviti che vivono normalmente sulla nostra pelle, come nel caso delle diverse forme di candida. Quando si abbassano le difese immunitarie (per esempio per stress o per un uso eccessivo di alcuni medicinali come gli antibiotici) il fungo candida si sviluppa in modo eccessivo e provoca una micosi. La candida di solito colpisce nella zona dell’inguine, sotto le ascelle e nelle aree degli organi genitali. I suoi sintomi più evidenti sono rossore, bruciore, liquido maleodorante nella zona delle pieghe cutanee, perdite di colore tendete al bianco dalla vagina o dal glande.

CAUSE

Le cause dei funghi della pelle sono di diversa natura. Possono essere l’effetto di altri problemi, oppure riferirsi a fattori specifici, come la scarsa igiene personale. Le cause principali dei funghi della pelle sono:

  • Alta temperatura, umidità e concentrazione di molte persone in spazi comuni. Come le palestre e le piscine
  • Riduzione delle difese immunitarie
  • Utilizzo di abiti troppo stretti e poco traspiranti
  • Variazione di pH cutaneo
  • Uso eccessivo di antibiotici e cortisonici
  • Stress fisici
  • Abitudini alimentari poco sane
  • Diabete, a causa dell’alto livello della glicemia che agevola la proliferazione di alcuni funghi
  • Una scarsa efficienza del sistema immunitario

SINTOMI

I funghi della pelle, a prescindere dalla diversa tipologia, hanno sintomi molto evidenti.

  • Compaiono macchioline chiare sulla pelle, di una colorazione più opaca quando si è abbronzati
  • Quando l’infiammazione è più grave le macchioline hanno già la forma di bolle
  • Sensazione di bruciore e vescicole
  • Prurito e gonfiore
  • Arrossamento
  • Pelle desquamante
  • Desquamazione del cuoi capelluto, simile alla forfora

RIMEDI

  • Non grattare mai la parte infetta per evitare la diffusione dell’infezione.
  • Può essere utile, d’accordo con il dermatologo, disinfettare i vestisti che sono stati a contatto con la pelle infetta.
  • Curare in modo particolare l’igiene personale durante il periodo di infezione.
  • Nella zona del fungo applicare ogni giorno una garza imbevuta di acqua e aceto.
  • Se il problema riguarda i piedi, si può provare con un pediluvio a base di acqua e aceto oppure con acqua e tè verde.
  • Usare un impacco a base di aglio e limone.

 CURE

Esistono cure, che vanno sempre concordate con il dermatologo, per i vari tipi di funghi della pelle che vengono trattati con specifici antimicotici per via locale.

  • Nel caso della tigna, se c’è una lesione singola, in genere è sufficiente una terapia locale, applicando il prodotto ben oltre il bordo visibile della lesione. Inoltre, si consiglia di coprire la chiazza con un La terapia per bocca è indicata quando sono presenti lesioni diffuse.
  • Per trattare la Pitiriasi versicolor si usano detergenti con antimicotici: mentre ci si lava è bene lasciare agire il prodotto sulla pelle per qualche minuto prima di sciacquarsi. Nelle forme croniche dell’adulto che non rispondono alla terapia locale si può ricorrere ad antimicotici per bocca.

PREVENZIONE

La prevenzione contro i funghi della pelle riguarda alcuni semplici accorgimenti nei nostri stili di vita. 

  • Evitare sempre che i bambini tocchino e giochino con cani e gatti randagi.
  • Usare asciugamani e lenzuola personalizzati, per evitare il rischio di un possibile contagio.
  • Quando sifa la doccia in una palestra o in una piscina, indossare sempre le ciabatte e proteggere i piedi, evitando il contatto diretto con il pavimento.
  • Evitare indumenti troppo aderenti, anche nelle parti intime. E preferire tessuti naturali.
  • Non abusare di farmaci come gli antibiotici, che possono indebolire il sistema immunitario e vanno sempre presi soltanto dietro prescrizione del medico.
  • Scegliere detergenti naturali e non aggressivi per la doccia e il bagno.
  • Asciugarsi bene, dopo la doccia o dopo il bagno.

MALATTIE DELLA PELLE: CAUSE, RIMEDI E PREVENZIONE

Torna in alto