Questo sito contribuisce all'audience di

Differenziata: piatti e bicchieri ora nella plastica

di Posted on
Condivisioni

Nuovi passi avanti nel campo della coscienza ecologica e della raccolta differenziata: dal 1°maggio bicchieri e piatti di plastica vanno buttati nella plastica. Come riporta un articolo di ecoblog, l’accordo è stato siglato tra Corepla, Anci e Conai, anche se restano ancora fuori le posate in plastica che andranno gettate nell’indifferenziato. Avverte però Corepla: “E’ importantissimo però che i piatti e i bicchieri siano prima completamente svuotati da ogni residuo, fatte salve le inevitabili tracce del contenuto: la presenza nella raccolta differenziata di soprattutto di avanzi organici, infatti, costituirebbe un serio problema non solo per il successivo avvio a riciclo e recupero, ma anche per l’effettuazione delle operazioni preliminari di selezione”.

UNA BUONA NOTIZIA? Apparentemente sembrerebbe una buona acquisizione, ma bisogna tener conto che non esiste una filiera di recupero di piatti e bicchieri di plastica e che questi con molta probabilità finiranno per essere comunque bruciati negli inceneritori. Perciò vale comunque ricordare che è sempre meglio non usare né piatti in plastica né bicchieri in plastica infatti come spiega Roberto Ronco assessore all’Ambiente della Provincia di Torino: “Il 33% del materiale di plastica raccolto con la differenziata non viene portato al riciclo ma all’incenerimento, perché inadatto alle attuali filiere di recupero. E questo perché si tratta dei cosiddetti imballaggi misti, materiali molto diversi tra loro. Le filiere che funzionano meglio sono quelle relative alle bottiglie, ai flaconi, ai film, ai sacchetti e alle cassette (sempre di plastica) dell’ortofrutta. I piatti monouso di plastica sono fatti con tipi di plastica diversi (alcuni polistirolo, altri polietilene, altri pla) ma allo stato attuale nessuno di questi tipi andrebbe a un effettivo riciclo. Ci sono due opzioni: potrebbero essere messi subito assieme agli imballaggi misti e destinati all’incenerimento, oppure assieme ai flaconi e scartati successivamente come materiale incongruo. E quindi, di nuovo, finirebbero o in discarica o inceneriti. A questo punto dobbiamo auspicare che effettivamente – come accennato da Corepla – venga attivata una nuova filiera, per rendere effettivamente utile l’inserimento di piatti e bicchieri monouso nella raccolta differenziata della plastica.