Come essiccare i fiori velocemente | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come essiccare i fiori: il metodo più veloce

Usate solo carta di giornale, una pressa per i fiori o, in alternativa, qualche libro pesante. Come si conservano i fiori essiccati. E quali sono i migliori per questa funzione

di Posted on

Addobbi per la casa, candele marmorizzate, pout pourri profumati, centrotavola e portatovaglioli. I fiori secchi in casa non vanno sprecati, portano allegria, originalità e un tocco di colori che non guasta mai. Inoltre potete utilizzarli anche per attività che prescindono degli addobbi, dai vasi e dalle tavole da apparecchiare: per esempio, per fare dei quadretti, come segnalibri e anche per rendere unici i vostri biglietti di auguri.

COME ESSICCARE I FIORI

Esistono diversi metodi per essiccare i fiori, un’attività da svolgere nei mesi della primavera e dell’estate. Noi vi presentiamo quello più facile, più veloce anche con i migliori risultati garantiti. La semplicità la potete notare già dal materiale che dovrete utilizzare, davvero poco, per non parlare del procedimento, fatto di pochi passaggi essenziali. Nei nostri consigli siamo partiti da un libro che vi suggeriamo di acquistare: Il giardino che accoglie, di Costantina Righetto (Casa editrice el squero).

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

MATERIALE OCCORRENTE

Il materiale che occorre per essiccare i fiori con questo procedimento, come dicevamo, è davvero essenziale. E intercambiabile. Tra l’altro si tratta di materiale facile da reperire in casa, senza ulteriori acquisti, e nel caso dei fogli dei giornali, di materiale riciclato e sottratto così alla catena dei rifiuti. Ecco l’occorrente:

  • una pressa per fiori o, in mancanza, 2-3 libri pesanti del tipo delle vecchie enciclopedie;
  • fogli di giornali quotidiani;
  • una forbice;
  • una pinzetta che può essere utile per maneggiare fiori molto piccoli.
Fiori essiccati

Fiori essiccati

PROCEDIMENTO: DA DOVE INIZIARE

Non abbiate fretta. L’essicazione dei fiori ha bisogno dei suoi tempi e non potete forzarli, se non correndo il rischio inutile. Per esempio: farli essiccare poggiandoli su una stufa, o su una fonte di calore molto forte; passandoli sotto un ferro da stiro bollente; lasciandoli esposti a lungo alla luce naturale. In tutti questi casi non farete altro che bruciare i fiori e non essiccarli: ne ricaverete soltanto briciole di paglia. Assolutamente inutilizzabili.

La raccolta dei fiori va eseguita con cautela. Non togliete anche foglie e gambi e non aspettate che siano appassiti: devono essiccare freschi. Inoltre raccogliete i fiori la mattina presto, con un taglio fatto in diagonale, ed evitando che siano troppo giovani. I fiori di campo sono ideali per l’essiccazione, ma ricordatevi che fuori dal perimetro della vostra proprietà non siete più i padroni delle piante e dei fiori. E dovete attenervi alle leggi che esistono sul territorio.

LEGGI ANCHE: Fiori a chilometro zero, in Francia la piattaforma Fleur d’ici di una ex reporter

COME ESSICCARE I FIORI IN MODO VELOCE?

Ecco come procedere per essiccare i fiori velocemente.

  • Preparare la carta di giornale. L’essicazione veloce si svolge attraverso la carta dei giornali che va preparata con una forbice e cercando di rispettare le misure idonee. Basta tagliare dei rettangoli di dimensione 20 centimetri per 30 centimetri. Questo spazio è più che sufficiente per tenere il fiore da essiccare sotto pressione per il tempo sufficiente a concludere l’operazione. L’importante è che lo spazio sia sufficiente per fare stendere i fiori senza che urtino uno con l’altro.
  • Stendere i fiori sulla carta. Il fiore da essiccare va steso su un foglio di carta in modo da appiattirlo il più possibile e tenendo presente che la forma che sarà data in questa fase sarà quella finale del fiore secco. Se i petali sono grossi, come nel caso delle fresie e dei narcisi, possiamo anche decidere di tagliarli in due parti.

Dopo aver steso i fiori sulla carta secondo indicazioni, procedete con i seguenti passaggi.

  • Coprire con un foglio di carta. A questo punto dovete semplicemente predisporre un altro foglio di carta sopra quello sul quale avete sistemato i fiori da essiccare. Si crea così una sorta di “effetto sandwich” e i fiori sono pronti per essere pressati.
  • Sotto pressa. Lo strumento più idoneo per procedere è una pressa per fiori. In alternativa, utilizzate libri molto pesanti, per esempio vecchie enciclopedie. O anche un mattone.
  • Sollevare la carta. Dopo due giorni potete sollevare, in modo delicato, la carta e cambiare il foglio.
  • Continuare a cambiare la carta. Andate avanti con periodici cambi di carta, ogni due o tre giorni, fino a quando i fiori non saranno completamente essiccati. A quel punto siete pronti a farne l’uso che preferite.

LEGGI ANCHE: Fiori insoliti, i 10 più belli e più originali. Per gli interni della casa o per il giardino

Fiori secchi

Fiori secchi

QUANTI GIORNI CI VOGLIONO

I tempi di essiccazione sono molto variabili. E partono da un paio di giorni, se il procedimento è stato realizzato in modo corretto. Per il resto, la velocità di essiccazione dipende dalla grandezza del fiore e dalla quantità di acqua che contiene. I fiori piccoli, con petali sottili, sono i più difficili da essiccare.

I MIGLIORI FIORI DA ESSICCARE

Non fatevi illusioni e non ascoltate fake news: i fiori secchi, rispetto a quelli freschi, sono destinati a perdere nel tempo il loro profumo. Cosa diversa, invece, riguarda i colori, la vivacità del fiore e la sua funzione decorativa. Queste sono cose che valgono anche per i fiori secchi. I più adatti, a parte i fiori di campo a partire dalle margherite sono:

  • le rose;
  • le ortensie;
  • le mimose;
  • la lavanda;
  • la malva;
  • il gelsomino.

Ricordate sempre che per il vostro obiettivo, una volta scelto il fiore da essiccare, il luogo del procedimento deve essere buio, asciutto e arieggiato.

LEGGI ANCHE: Come si coltiva il gelsomino in vaso o in giardino. Quando si pianta e si raccoglie

COME CONSERVARLI

Per conservare bene i fiori essiccati e fare in modo che durino a lungo, dovete evitare sacchetti di plastica, barattoli di vetro o in plastica. Il motivo è evidente: in queste condizioni i fiori essiccati non avranno aria a sufficienza e rischieranno di riempirsi di umidità per poi sfarinarsi. Scegliete invece soluzioni più semplici e senza rischi di deterioramento facile. Eccone alcune:

  • fogli del giornale;
  • carta assorbente da cucina;
  • carta velina.

Una volta avvolti, potete conservarli in una scatola di cartone, sempre che sia assicurata una buona circolazione di aria.

CONSIGLI PER COLTIVARE ALCUNI FIORI ADATTI ALL’ESSICCAZIONE:

Share

<