Come diventare volontario in un canile - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Volontari in un canile: requisiti e capacità che servono

Potete scegliere una delle associazioni che lavora sul territorio. I compiti? Accompagnate gli animali all'aperto, date loro il cibo e li pulite

L’esperienza è molto affascinante e utile, specie per chi ama gli animali. Si toccano con mano situazioni difficili, ma si scopre anche il lato più dolce e amorevole del nostro rapporto con cani e gatti. Tutte le persone che davvero hanno un debole per i cani, dovrebbero, prima o poi, dare qualche ora del proprio tempo per svolgere un’attività di volontari in un canile.

VOLONTARIO IN UN CANILE

Fare il volontario in un canile non deve spaventare. Sicuramente troverete qualcuno disposto a insegnarvi le regole e il metodo fondamentali di questa attività. L’importante è sapere che a fronte di circa 80 mila cani censiti nei canili e nei rifugi italiani, queste strutture soffrono per mancanza di soldi e di personale. E il conto lo pagano proprio gli animali. Inoltre, questa è l’occasione per imparare sul campo ad accudire un cane, secondo le sue esigenze e non sulla base soltanto dei nostri desideri.
L’importante è essere maggiorenni, senza pendenze penali, avere spirito di adattabilità,  e, ovviamente, amare gli animali. In particolare i cani. Per diventare un volontario in un canile è opportuno sentirsi pronti a svolgere qualsiasi tipo di attività. Lavaggio e pulizia di box, cucce, lettiere e box. Disponibili a portare i cani a passeggio. ma anche a svolgere qualche mansione amministrativa che in queste strutture serve sempre.

COME DIVENTARE VOLONTARIO IN UN CANILE

Non potete avere un cane o un gatto in casa ma amate tantissimo gli animali? Avete voglia di spendere qualche ora del vostro tempo per aiutare quelli in difficoltà? Ci sono diverse possibilità per fare del volontariato presso un canile, pubblico o privato, dove servono sempre nuove energie.

LEGGI ANCHE: Animali abbandonati, ogni anno ne lasciamo in strada 150mila, tra cani e gatti (video)

COME FARE VOLONTARIATO IN UN CANILE

Sono tantissime le associazioni presenti in tutta Italia disposte ad accogliere persone volenterose di dare una mano e trascorrere alcune ore del proprio tempo libero assicurando i pasti e la pulizia dei cani abbandonati.

COME DIVENTARE VOLONTARIO ENPA

Tra queste l’Enpa – Ente nazionale protezione animali che, attraverso le sue sedi sparse su tutto il territorio nazionale, si prende cura degli animali bisognosi di cure, si occupa delle adozioni e promuove campagne e attività di sensibilizzazione sui diritti dei nostri amici a quattro zampe.

Per diventare volontario Enpa non sono richiesti requisiti particolari a parte la maggiore età e tanta voglia di impegnarsi, lavorando in team. Per i volontari è previsto inoltre un corso di formazione specifico. E oltre all’assistenza all’interno dei diversi canili, è possibile svolgere volontariato anche come operatori e quindi occuparsi del centralino, delle consulenze telefoniche e del recupero degli animali feriti, come assistenti lavorando a stretto contatto con i veterinari all’interno delle cliniche o come promotori svolgendo attività di sensibilizzazione in caso di manifestazioni ed eventi informativi.

Per conoscere la sede Enpa più vicina a voi cliccate qui: troverete l’elenco di tutte le città italiane in cui è presente l’associazione e i contatti utili.

come-diventare-volontario-canile (3)

COME DIVENTARE VOLONTARIO LEGA NAZIONALE DEL CANE

Anche la Lega nazionale per la Difesa del Cane si prende cura degli animali in difficoltà, abbandonati e maltrattati. E anche in questo caso, per svolgere l’attività di volontario i requisiti richiesti sono: una buona dose di disponibilità e tanto amore per gli animali.

Per conoscere la sede più vicina a voi e ottenere tutte le informazioni di cui avete bisogno cliccate qui.

Per conoscere quali sono e dove si trovano i canili più vicini al luogo in cui vivete, potete inoltre contattare il vostro comune di residenza o chiedere agli uffici veterinari della vostra Asl.

COME DIVENTARE VOLONTARIO VITA DA CANI ONLUS

Ad Arese, in provincia di Milano, trovate inoltre l’associazione Vita da cani Onlus che offre la possibilità a tutti di svolgere attività di volontariato presso i canili di Arese, Magnago e Brescia: rifugi in cui potrete prendervi cura non solo dei cani abbandonati ma anche delle capre, delle mucche e dei maiali che lì vivono liberamente in spazi aperti.

COME DIVENTARE VOLONTARIO ASSOCIAZIONE BALZOO

Un’altra opportunità da non sprecare è quella offerta da Balzoo – Banco italiano zoologico Onlus che si occupa dell’assistenza degli animali abbandonati e non solo: l’associazione offre aiuto e sostegno anche alle persone in difficoltà economiche che purtroppo non riescono a sostenere il proprio animale domestico. Si evita così che gli animali vengano abbandonati: in molti casi si tratta di anziani che con la pensione non riescono ad arrivare a fine mese e che nel proprio cane o gatto trovano un amico sincero e una compagnia che li aiuta a combattere la solitudine e tutti i rischi che comporta.

Potete aiutare l’associazione donando i pasti per gli animali oppure qualche ora del vostro tempo libero.

come-diventare-volontario-canile (2)

PER APPROFONDIRE: Naoto Matsumura è l’eroe del Giappone, è restato a Fukushima per salvare gli animali (foto)

CHE COSA FA UN VOLONTARIO  IN UN CANILE?

Quali sono le mansioni di un volontario in un canile? Che cosa fa esattamente? L’approccio è graduale, anche per consentire a chi si avvicina a un. mondo così complesso di acquisire le esperienze necessarie mano a mano che si va avanti. Si parte dalle attività di pulizia: cuccia, box, lettiera. Tutti oggetti da tenere in ordine, ogni giorno. Poi si passa a somministrare i pasti, un’attività considerata già più delicata della precedente. E ancora alle passeggiate, quando il cane viene affidato completamente alla cura del volontario.
Il volontario di un’associazione che si occupa di tenere e curare animali domestici può essere impegnato anche in altri incarichi rispetto a quelli che prevedono un contatto diretto con il cane o con il gatto. Per esempio: raccogliere fondi per l’associazione che si rappresenta, raccogliere donazioni (anche di pasti e di oggetti), svolgere consulenze telefoniche, portare cibo alle colonie feline, impegnarsi nelle campagne contro il randagismo.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

LE STORIE DI CHI SI PRENDE CURA DEGLI ANIMALI ABBANDONATI:
Share

<