Anacardi: proprietà e benefici per la salute | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Anacardi: benefici, proprietà e usi in cucina

Grandi alleati del cuore, abbassano il colesterolo cattivo. Rafforzano denti e ossa e migliorano l’umore. Tanti modi per usarli in cucina

di Posted on

Gli anacardi sono i semi di una pianta oleosa, Anacardium occidentale, la cui coltivazione è concentrata in Brasile, India, Mozambico, Nigeria e Tanzania. Hanno la forma di piccole noci, e infatti vengono chiamati anche noci di anacardi, lunghe dai 2 ai 4 centimetri.

ANACARDI

Il nome deriva dal greco kardia, cuore, e infatti grazie alla presenza di acidi grassi buoni, come l’acido oleico e linoleico, gli anacardi proteggono il sistema cardiovascolare e abbassano il colesterolo cattivo aumentando invece quello buono. Ma le qualità di questi piccoli frutti, dal sapore dolce e oleaginoso, non si fermano qui. E grazie all’uso molto versatile si possono apprezzare con facilità le proprietà nutrizionali degli anacardi.

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI

Per ogni 100 grammi di anacardi si registra un apporto di 598 calorie. E inoltre:

  • 46 grammi di lipidi
  • 34 grammi di carboidrati
  • 15 grammi di proteine
  • 3 grammi di acqua
  • 3 grammi di fibre
  • 565 milligrammi di potassio
  • 490 milligrammi di fosforo
  • 260 milligrammi di magnesio
  • 45 milligrammi di calcio

Ancora: gli anacardi sono forniti di vitamina E e vitamina B.

LEGGI ANCHE: Soia: cos’è, proprietà e benefici, controindicazioni e come usarla in cucina

BENEFICI DEGLI ANACARDI

I benefici degli anacardi riguardano innanzitutto l’apparato cardiovascolare: sono dei protettori naturali del cuore e delle arterie, anche grazie alle loro qualità antiossidanti. Poi ci sono altri vantaggi che arrivano da questi piccoli frutti.

  • Ben forniti di fosforo e calcio, aiutano la salute delle ossa e dei Inoltre, il magnesio contenuto negli anacardi agevola l’assorbimento del calcio.
  • Contenendo triptofano, un amminoacido essenziale che agevola in modo naturale in buonumore, gli anacardi producono serotonina che contrasta il cattivo umore e aiuta a dormire bene e con regolarità.
  • Prevengono crampi e spasmi muscolari: anche in questo caso la presenza del magnesio è fondamentale.
  • La presenza di zeaxantina, un pigmento carotenoide, consente agli anacardi di essere in grado di proteggere gli occhi dai danni per eventuali colpi di sole.

A COSA FANNO BENE GLI ANACARDI?

Gli anacardi fanno bene anche ai capelli e aiutano a mantenere una chioma in salute grazie alla presenza dello zinco. Secondo alcuni studi scientifici aiutano a prevenire i calcoli biliari, favoriscono la memoria e la concentrazione e sono degli integratori naturali, utili nei periodi nei quali si avverte una situazione di affaticamento. Anche solo per il caldo.

COME SI USANO GLI ANACARDI IN CUCINA

Molto versatili, gli anacardi possono essere usati in cucina, interi oppure a piccoli pezzetti, per insaporire dolci e biscotti; arricchire le macedonie, e nei frullati ma anche con le insalate e le verdure e persino nella pasta e patate. Inoltre, se macinati si trasformano in una pasta cremosa che si usa come il burro di arachidi (con un sapore più delicato), da spalmare sul pane o sulle fette biscottate. Infine, gli anacardi possono essere aggiunti ad alcuni infusi, come quelli a base di malva o di boccioli di rosa: aiuteranno a dormire.

 

COME SI CONSERVANO GLI ANACARDI

Per conservare gli anacardi e averli così disponibili per tutto l’anno, bisogna evitare che irrancidiscano. Quindi vanno conservati in un contenitore di vetro sottovuoto, a temperatura ambiente, lontano da fonti di calori e umidità.

PER APPROFONDIRE: Rodiola, cos’è, proprietà e benefici, utilizzi e controindicazioni

QUANTI ANACARDI AL GIORNO SI POSSONO CONSUMARE?

Per quanto leggeri, gli anacardi vanno consumati con un limite: non più di una ventina di pezzi al giorno. Corrispondenti a una dose di circa 30 grammi. Poiché questi piccoli frutti contengono anche ossalati, se consumati in dosi eccessive possono provocare calcoli renali.

ANACARDI CONTROINDICAZIONI

Non esistono particolari controindicazioni per il consumo degli anacardi. Tranne che in due casi. Non sono consigliati a chi assume farmaci contro il diabete: in questo caso bisogna consultarsi con il medico. Ed a chi ha problemi ai reni o alla cistifellea.

ALIMENTI IMPORTANTI PER LA NOSTRA SALUTE:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<