Questo sito contribuisce all'audience di

Vita sedentaria? Rischi come se fumassi

Condivisioni

Non Sprecare vi parla anche di stili di vita: ecologici, anti spreco e soprattutto, dettati dal Buon Senso. Una vita sedentaria e un’alimentazione ricca di grassi non sono quello che fa per noi. A maggior ragione oggi che scopriamo che non fare movimento uccide quanto il fumo. Ogni anno 5,3 milioni di persone muoiono nel mondo a causa dell’inattività fisica: sono i dati allarmanti di uno studio scientifico internazionale condotto da 33 ricercatori provenienti da diversi Paesi del mondo appena pubblicato su The Lancet. Nel 2008, dei 57 milioni di morti in tutto il mondo per malattie, uno su dieci è deceduto per inattività fisica. Tanto quanto uccidono le sigarette o l’obesità.

La pubblicazione esce in concomitanza con l’apertura dei giochi olimpici di Londra. Merita quindi una doppia riflessione: mentre tutti staremo comodamente seduti sui nostri divani a guardare atleti che corrono, saltano, nuotano, non dimentichiamoci che uno stile di vita senza attività fisica è pericoloso. E qui non ci si gioca una medaglia, ma la salute, se non anche la vita. Secondo gli esperti per stare in forma basterebbero 30 minuti di passeggiata blanda 5 giorni alla settimana o 20 minuti di sport 3 volte a settimana (corsa, nuoto, bici, ma anche fare le scale o allungare il passo al parco sotto casa). Un terzo della popolazione mondiale non raggiungerebbe nemmeno questa soglia base di movimento. Preoccupante in particolare la situazione dei giovanissimi: nella fascia di età tra i 13 e i 15 anni 4 ragazzi su 5 non si muoverebbero abbastanza. Se il livello di inattività calasse almeno del 10 per cento, si potrebbero salvare ogni anno mezzo milione di vite umane. Un’opportunità decisamente da Non Sprecare.