Questo sito contribuisce all'audience di

Polveri sottili, 22 città fuori legge

di Posted on
Condivisioni

A soli due mesi dall’inizio dell’anno, sono già 22 i capoluoghi che hanno superato i 35 giorni di sforamento delle polveri sottili (Pm10) consentito per legge. A guidare la classifica delle città più inquinate c’è Milano con 56 giorni di superamenti, seguita da Torino (54) e Brescia che, pur avendo perso il primato rispetto al 2010, continua a superare i limiti per 51 giorni. Ma anche altri grandi città, come Roma e Firenze con 29 e 28 giorni di sforamento, stanno per raggiungere il limite consentito. I dati aggiornati sull’inquinamento atmosferico sono stati presentati giovedì mattina a Roma.

POLVERI SOTTILI – Proprio per non far passare in secondo piano il problema delle polveri sottili, torna l’iniziativa del «Treno Verde» di Legambiente e Ferrovie dello Stato, la grande campagna di rilevamento dell’inquinamento atmosferico e acustico nelle città italiane. Il Treno Verde – giunto alla 22ma edizione e realizzato quest’anno con la partecipazione del ministero dell’Ambiente, la collaborazione dell’Associazione dei Comuni italiani (Anci) nell’ambito della campagna Patto dei sindaci e con il contributo di Telecom Italia – porta a bordo tante informazioni sulla mobilità sostenibile, l’energia rinnovabile, il risparmio energetico, le scelte d’acquisto responsabili e la corretta gestione dei rifiuti.

OAS_AD(‘Bottom1’);

function IncludeJavaScript(jsFile)
{
document.write(”);
}

GIRO D’ITALIA – Il Treno Verde è partito giovedì 10 aprile da Roma, diretto a Siracusa, Reggio Calabria e Bari, poi risalirà la penisola attraverso Salerno, Pisa, Genova, Brescia, Vicenza e Rimini. Per ogni tappa, il Treno Verde analizzerà la qualità dell’aria e i livelli di rumore attraverso le rilevazioni condotte dal laboratorio mobile dell’Istituto sperimentale di Rete ferroviaria italiana, mentre per il terzo anno consecutivo l’equipaggio, con l’ausilio di attrezzature scientifiche fornite da Con.tec, effettuerà monitoraggi ulteriori sulla concentrazione delle polveri sottili anche in altre zone. Oltre al Pm10, per ogni città visitata, saranno effettuate anche rilevazioni sulle concentrazioni in atmosfera di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono. I risultati delle analisi saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà a bordo del treno a conclusione di ciascuna delle nove tappe e il materiale sarà consultabile sul sito di Legambiente.