Donare il cibo del matrimonio - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Come donare cibo avanzato ai matrimoni e alle feste

Se ne spreca più di un terzo. Eppure è semplicissimo regalarlo ad associazioni che si occupano di assistenza ai poveri. Potete farlo anche online.

Matrimoni, ricevimenti, feste di compleanno o di laurea: ogni occasione è buona per sprecare quantità enormi di cibo. Eppure è molto semplice evitarlo, specie in queste occasioni dove lo spreco sembra scontato e arriva, pensate, a quantità pari a più di un terzo dei piatti serviti agli ospiti.

COME DONARE CIBO AVANZATO NEI MATRIMONI

Lo scempio maggiore del cibo buttato durante le varie feste si verifica con i matrimoni. Eppure il catering è un costo importante, e quindi non sprecare cibo potrebbe significare, in partenza, un certo risparmio. Ma sappiamo che con i matrimoni in Italia non si bada a spese, e quindi diamo per scontato che una buona parte del menù, sempre abbondantissimo, finirà nella spazzatura. Allora bisogna porsi già nella fase organizzativa del matrimonio l’obiettivo di donare il cibo rimasto. Con questo metodo:
  1. Considerate la donazione del cibo parte integrante dell’organizzazione del matrimonio. Come prendete accordi con il sacerdote per la messa, con il servizio catering per il buffet, con  un dj per musica, così dovete contattare e organizzare il dono del cibo avanzato. In diretta. Lo stesso giorno del matrimonio.
  2. Partite dalla vostra parrocchia. E’ sicuramente il primo gradino di questo percorso: il parroco, se non potrà accogliere il cibo avanzato in prima persona, saprà indirizzarvi dalle persone giuste. E lo spreco è evitato.
  3. Contattate l’ufficio della Caritas più vicino. I più attivi in questo servizio caritatevole sono sicuramente i volontari della Caritas: chiamate la sede più vicina al luogo della cerimonia e provate a prendere accordi con loro.
  4. Chiamate la Comunità di Sant’Egidio. Anche la Comunità di Sant’Egidio svolge un servizio straordinario  svolge per dare cibo ai poveri, nelle sue residenze o in loco, come nelle stazioni ferroviarie. Cercate la sezione della Comunità più vicina alla vostra abitazione e chiedete se sono disposti a ritirare il cibo avanzato. La stessa cosa la potete fare con una delle mense dei poveri sul territorio.
  5. Banco alimentare. La rete più larga e diffusa sul territorio per donare il cibo avanzato e fare in modo che arrivi sulle tavole delle famiglie bisognose è sicuramente il network del Banco alimentare. Bravi, generosi e molto efficienti.

LEGGI ANCHE: Eco wedding, 10 regole d’oro per nozze allegre e con poca spesa

COME DONARE IL CIBO AVANZATO DALLE FESTE

Il meccanismo è lo stesso dei matrimoni, e vale per qualsiasi tipo di ricorrenza da festeggiare. Ma nel caso di una festa generica, senza tutti gli orpelli di un matrimonio, potete fare un’altra cosa, semplice e utile, per donare il cibo. Quando fate gli inviti, chiedete ai vostri ospiti, uno per uno, se hanno qualche consiglio da darvi per donare il cibo avanzato. Vedrete che ci sarà sicuramente qualcuno che vi darà la soluzione giusta.

SITI PER DONARE IL CIBO AVANZATO DA MATRIMONI E FESTE

La Rete offre molte possibilità per donare il cibo avanzato a un matrimonio, oppure in occasione di un qualsiasi festeggiamento. Si tratta solo di cliccare e prendere contatti.
  • EquoventoSi tratta di un’organizzazione, nata nel 2013 a Roma, proprio con la mission specifica di recuperare cibo avanzato nel corso di matrimoni e ricevimenti.
  • FoodbusterAssociazione molto attiva per donare cibo nelle Marche in particolare.
  • Io non buttoSi tratta di una rete di prossimità, molto attiva in Lombardia contro gli sprechi di cibo.
  • Bari social food. Questa è una rete attivissima in Puglia.

PER APPROFONDIRE: Matrimonio low cost, consigli per farlo

CIBO DONATO: LA STORIA DI NORMA E ORAZIO

I matrimoni quindi, sono quasi sempre l’occasione di grandi abbuffate e spesso di grandi sprechi. Qualche volta, però, capita che a godere delle numerose e squisite portate non siano solo parenti a amici ma anche chi non ha partecipato ai festeggiamenti e magari si trova in difficoltà. È il caso di Norma e Orazio che hanno deciso di donare il cibo avanzato del loro ricevimento nuziale alla mensa sociale Paolo VI di Fasano in provincia di Brindisi. I due giovani probabilmente avranno preso ispirazione dal progetto “Avanzi popolo” con il quale collaborano, e che da qualche anno è impegnato a Bari in azioni contro lo spreco di cibo, attraverso la costruzione di canali di contatto tra i luoghi dove si produce lo spreco (ristoratori, grandi distribuzione ma anche famiglie) e i luoghi del bisogno.

Il recupero del cibo avanzato del matrimonio ha permesso alla mensa sociale di Fasano di arricchire i pasti degli ospiti della struttura per qualche giorno, che hanno voluto ringraziare Norma e Orazio con numerosi brindisi e intonando il più classico dei ‘tanti auguri’. Il gesto è stato molto apprezzato anche dai volontari della mensa Caritas che, a nome di tutti coloro che frequentano il centro, hanno donato agli sposi delle icone prodotte artigianalmente.

SPRECO DEL CIBO IN ITALIA

I piatti sprecati durante matrimoni, feste e ricevimenti, sono una parte essenziale dello scandaloso spreco di cibo in Italia. Questo significa che se riuscissimo in queste occasioni ad evitare che primi, secondi, frutta e dolci, finiscano nella spazzatura, avremo dato un contributo importante alla riduzione dello spreco di cibo in Italia.

Le immagini presenti nel testo sono tratte dalla pagina Facebook di Equoevento

LE INIZIATIVE PER NON SPRECARE IL CIBO:

  1. Rete Alimentare Cittadina Siticibo: il progetto per il recupero delle eccedenze alimentari
  2. Così una ex docente di Sociologia in America ha creato la più grande rete per il recupero del cibo sprecato
  3. Frigo solidale per il cibo a chi non ne dispone
Share

<