Questo sito contribuisce all'audience di

Omogeneizzati fatti in casa: partite dal brodo vegetale. E usate prodotti freschi

Per la carne, dal pollo al manzo, scegliete parti non grasse e senza ossa. Per il pesce, il più adatto è il merluzzo. La frutta: agli inizi puntate solo su pere e mele.

di Posted on
Condivisioni

COME FARE IN CASA GLI OMOGENEIZZATI

Lo svezzamento significa cambiare la dieta dei bambini e introdurre uno dei prodotti più costosi per la loro crescita: gli omogeneizzati. Per risparmiare, per assicurarvi cibi più naturali e anche per divertirvi, potete provare a prepararne voi di buoni e genuini, utilizzando prodotti freschi e adoperando gli utensili che avete in casa, come frullatori o passaverdure.

LEGGI ANCHE: Svezzamento, per abituare i bambini senza traumi, seguite questi cinque consigli

RICETTE OMOGENEIZZATI FATTI IN CASA

Vediamo dunque come preparare degli ottimi omogeneizzati fai-da-te, totalmente biologici:

OMOGENEIZZATO DI VERDURE

  • Innanzitutto, preparate il brodo vegetale che è la base di tutti gli omogeneizzati. Prendete una carota, una patata, una zucchina e del sedano e immergete tutto in un litro di acqua, senza aggiungere sale. Fate bollire per circa un’ora, fino a quando l’acqua non si sarà dimezzata. Dopo un mesetto, potrete utilizzare anche altre verdure per il brodo, introducendole di settimana in settimana, come ad esempio, carciofi, spinaci, bietola e tutto ciò che il vostro pediatra vi consiglierà.
  • Procuratevi tutti gli utensili e i piccoli elettrodomestici che vi possono servire, come passaverdura, frullatori, oppure validi omogeneizzatori che trovate facilmente in commercio a costi davvero contenuti.
  • L’omogeneizzato di verdura si prepara frullando (o omogeneizzando) tutte le verdure utilizzate per preparare il brodo vegetale. Quando le frullate, aggiungete un poco di brodo per amalgamarle. Alla fine, aggiungete un filo d’olio extravergine e magari pastina o creme da svezzamento. Se volete congelare il brodo, potete utilizzare i cubetti porta ghiaccio e riporli nel freezer per circa tre mesi. Se conservate in frigorifero, consumate invece entro 24 ore.

OMOGENEIZZATO DI CARNE

  • Per l’omogeneizzato di carne, che sia pollo, manzo, tacchino, coniglio, scegliete parti non grasse, prive di ossa e cartilagini. Cuocete preferibilmente con cottura a vapore che mantiene intatte le proprietà nutritive e ammorbidisce di molto la carne. Utilizzate una vaporiera oppure un cestello per la cottura a vapore. A cottura ultimata, mettete i pezzi di carne (tagliati piccoli) nell’omogeneizzatore o nel frullatore, aggiungete le verdure del brodo, circa 100 ml di brodo vegetale e un filo di olio extravergine; quindi, frullate tutto fino a quando non otterrete una crema liscia.

OMOGENEIZZATO DI PESCE

  • L’omogeneizzato di pesce segue lo stesso procedimento di quello di carne. I pesci più adatti sono sicuramente i merluzzi, i naselli, le sogliole; aggiungerete poi, di mese in mese, altre varietà secondo le indicazioni del pediatra. Pulite il pesce, cuocetelo a vapore e poi frullatelo nel frullatore con le verdure che vi sono servite per preparare il brodo.

OMOGENEIZZATO DI FRUTTA

  • L’omogeneizzato di frutta, prevede l’utilizzo di due soli frutti, almeno all’inizio dello svezzamento, e cioè la pera e la mela. Prendete il frutto scelto (oppure entrambi) e dopo averlo sbucciato e aver rimosso il torsolo, tagliatelo a piccoli pezzi e cuocetelo a vapore per circa 10 minuti, fino ad ammorbidirlo. Dopodiché, frullate con un frullatore o anche con un semplice minipimer. L’omogeneizzato è pronto e se il pediatra ve lo consiglia, potete aggiungervi del latte oppure della crema di riso.

OMOGENEIZZATO DI CARNE, VERDURE E PESCE

  • Se volete congelare gli omogeneizzati di carne, verdura e pesce, versateli in vasetti sottovuoto: in freezer durano non più di 6 mesi, in frigo invece 24 ore. Gli omogeneizzati di frutta conservati in frigo, vanno consumati entro le 24 ore. Per il congelamento, seguite il consiglio del pediatra, che vi dirà quale frutta può essere congelata e quale no.

COME RISPARMIARE CON IL BEBÈ:

  1. Perché scegliere i pannolini lavabili: tutti i benefici di questa alternativa ecosostenibile
  2. Bebè in arrivo, 10 acquisti dispendiosi e inutili. Cose che non servono e potete evitare
  3. Consigli per le vacanze con i neonati: mare, montagna e città ecco come partire preparati
  4. Cameretta dei bambini: ecco come progettarla in modo funzionale