Questo sito contribuisce all'audience di

Basta con gli chef in televisione. Sono gli opinionisti del nulla

Dilagano per dispensare opinioni a tutto campo, perfino sulla crisi greca. Ma non hanno niente da dire. E promuovono una cucina sprecona e lontana dalle nostre tradizioni. Il critico Grasso: «Se ne stiano ai fornelli».

Condivisioni

CHEF IN TELEVISIONE –

L’ultimo l’ho visto qualche sera fa su Rai3: lo chef stellato Heinz Beck che discettava, nientemeno, sulla crisi greca e sulla possibile uscita del paese dall’euro. Aveva qualcosa di interessante da dire? Nulla, assolutamente nulla. Era una presenza che alleggeriva il programma? Al contrario: lo appesantiva.

CUOCHI OPINIONISTI NEI PROGRAMMI TELEVISIVI –

Questi cuochi che dilagano in televisione hanno fatto il loro tempo. Una vera indigestione. Prima sono comparsi come consulenti di cucina, il capostipite è stato Gianfranco Vissani, il più coccolato dai leader politici che si improvvisano anche chef, poi si sono allargati con l’orgia di programmi e gare, tipo Masterchef, e adesso occupano lo spazio degli opinionisti tuttologhi del nulla. Carlo Cracco, Davide Oldani, Gualtiero Marchesi, e potrei continuare a lungo con l’elenco. Attualmente sono oltre 40 i programmi di cucina in televisione.

LEGGI ANCHE: Come reinventarsi un mestiere, la storia e le ricette povere e a basso costo di Jack Monroe

CHEF IN TV PER FARE ASCOLTI –

La cucina dei nuovi divi di una televisione sempre più misera, e sempre più prigioniera delle classifiche dell’Auditel, è spesso improponibile. Costosa, sprecona, con elucubrazioni che non appartengono alla nostra tradizione alimentare. Ed è fuorviante per un consumatore medio, costretto a pensare che soltanto con le ricette stellate si possono fare dei buoni piatti. Non parliamo, poi, del circo di affari sottostante alla moda degli chef in tv: ristoranti con conti astronomici, gonfiati proprio da questa forma di surrettizia popolarità. In Spagna, dove pure è concentrato il maggior numero di cuochi stellati, non si vede nulla di simile. Gli chef hanno i loro ristoranti e fanno il loro mestiere, anche facendoselo pagare a caro prezzo, ma non si sognano di invadere la televisione da guru.

Ha perfettamente ragione il critico televisivo Aldo Grasso che sul Corriere della Sera, a proposito della performance di Beck su Rai3, ha detto: «Se ne stessero in cucina questi cuochi che non hanno nulla da dire!». Sì, ai fornelli, e qualche volta anche in dispensa.

LE RICETTE FAI DA TE DELLA VERA PIZZA:

  1. Pizza fatta in casa, una raccolta di ricette gustose e tante originali varianti, anche a base di frutta (foto)
  2. Pizza con gli asparagi, la migliore ricetta per un piatto unico da pranzo e cena
  3. La ricetta per preparare in casa la pizza con la pasta madre
  4. Pizza vegana, la ricetta per prepararla con la passata e con il preparato di verdure

LEGGI ANCHE: