Questo sito contribuisce all'audience di

Bevande zuccherate e gassate: ecco le alternative salutari

Condivisioni

Il sindaco di New York Michael Bloomberg, nonostante il no da parte della Corte Suprema, ha deciso di ricorrere in appello e portare avanti la sua battaglia per mettere al bando i mega bicchieri di bevande zuccherate, ma non è l’unico.

Ora anche medici e dietologi, con tanto di dati alla mano, si schierano contro il consumo di bibite supercaloriche a base di soda, energy drink e succhi di frutta dolci che secondo uno studio realizzato dall’Harvard School of Public Health di Boston sono responsabili ogni anno nel mondo della morte di 180.000 persone, circa 500 al giorno.

Come spiegano i ricercatori, il loro consumo, a volte decisamente eccessivo, porta le persone ad aumentare di peso e l’obesità incrementa notevolmente il rischio di sviluppare patologie croniche come diabete, malattie cardiovascolari e addirittura alcune forme di cancro.

Gli studiosi, in particolare, hanno calcolato i quantitativi di zucchero e dolcificanti assunti dalla popolazione mondiale attraverso il consumo di bibite e raggruppando i dati di 114 paesi, migliaia di pubblicazioni mediche e riscontri sul campo è emerso che nel 2010 la zona America Latina-Caraibi ha registrato il maggior numero di morti per diabete dovuto a bevande zuccherate. All’Asia spetta invece il primo posto per quel che riguarda i decessi per patologie cardiovascolari. Tra i 15 Paesi più popolosi del mondo, è il Messico ad aggiudicarsi sia il più alto consumo pro-capite di bevande zuccherate che il tasso più alto di decessi. Non da meno gli Stati Uniti. Il Giappone risulta invece quello con il più basso consumo pro-capite di bevande zuccherate del mondo e il più basso tasso di mortalità associato al loro consumo.

Un basso contenuto di nutrienti e al contrario un alto contenuto di calorie e zuccheri: questo il mix negativo che caratterizza le bibite zuccherate la cui assunzione non placa il senso di sazietà.

LEGGI ANCHE: Dopo lo sport? Succo di pomodoro, alternativa naturale alle bevande energetiche

Ecco allora alcuni buoni motivi per evitare il consumo di bibite gassate e zuccherate, decisamente non indispensabili per il nostro organismo e per la nostra salute.

Innanzitutto perché una dieta sana prevede 150 calorie da zucchero e in un solo bicchiere di queste bibite ce ne sono anche 140. Questo significa che consumarne una grande quantità porta ad aumentare notevolmente di peso.

In molte bibite gassate è frequente l’utilizzo di dolcificanti artificiali e l’assunzione di alcuni di essi sarebbe legata al rischio di cancro.

A causa della presenza di acido fosforico, le bibite rovinano lo smalto dei denti.

Il loro consumo quotidiano  abitua le papille gustative ad avvertire un sapore artificialmente dolce che poi verrà automaticamente ricercato anche in altre bevande o alimenti comportando una vera e propria alterazione della percezione del gusto.

Infine, avete mai calcolato quanto spendete per l’acquisto di queste bibite? Diminuirne il consumo si rivelerà un vero e proprio guadagno non solo per il vostro portafoglio ma anche e soprattutto per la vostra salute.

LEGGI ANCHE: