Questo sito contribuisce all'audience di

Yoga tra i boschi, ad Assisi una comunità dove ritrovare la pace interiore (Foto)

Si chiama Ananda e fa parte di una delle più importanti comunità yoga al mondo. Al suo interno questa disciplina diventa tutt’uno con la meditazione in trattamenti per corpi e anime, tanto che alcuni visitatori arrivano per il weekend ma poi si fermano tutta la vita

Condivisioni

YOGA TRA I BOSCHI –

I boschi intorno ad Assisi sono da sempre avvolti da una speciale spiritualità. Un misticismo che ha fatto innamorare di questi luoghi San Francesco che proprio qui ha dato vita a un modo rivoluzionario di approcciarsi alla fede. Per questo non può sorprendere che una delle più importanti comunità yoga al mondo abbia deciso di mettere le radici proprio tra queste colline. Si tratta Ananda, un centro che arriva ad ospitare fino a duecento persone, e dove più di cinquanta vivono stabilmente lavorando, insegnando e meditando. Il nome viene dal sanscrito e significa gioia, una parola che traccia la via da seguire: raggiungere la pace dei sensi attraverso la riscoperta di se stessi.

LEGGI ANCHE: I dieci benefici dello yoga per corpo e mente: contrasta la depressione e fa bene al cuore

ANANDA ASSISI –

Il centro si trova alla fine di una strada che sale per sedici chilometri da Assisi a Gualdo Tadino in un tripudio di curve e fronde. Quando si arriva, però, bisogna avere ben in mente che lo yoga di Ananda non è solamente una “ginnastica, talvolta modaiola” che si è diffusa nelle nostre città ma un vero e proprio trattamento per corpi e anime. In questo luogo magico le posizioni yoga sono un tutt’uno con la meditazione. Quella di Assisi, infatti, è una delle più importanti comunità yoga al mondo, composta da 6 centri negli Stati Uniti, uno un India e poi questo nucleo europeo a pochi chilometri da Francesco e Giotto.

PER APPROFONDIRE: App per fare yoga: eccone 5 per praticare a casa questa disciplina dai mille benefici

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook di Ananda Assisi

YOGA E MEDITAZIONE –

I visitatori che arrivano in questo centro, in qualche caso rischiano di rimanerci tutta la vita. Il fascino esercitato dal tempio circolare in cima alla collina non è poco e alcuni ospiti al suo interno riescono a trovare una quiete paragonabile a quella che si può trovare nelle profondità del mare, dove nonostante le onde e le tempeste della superficie, tutto è fermo e tranquillo. È il caso di Paolo Tosetto, che da qualche anno si chiama Narya. Ha 58 anni, era industriale del vetro a Murano fino a quando ha scoperto Ananda. Dopo un periodo trascorso in uno dei centri della California con la moglie e i due figli si è trasferito ad Assisi dove insegna materie come Arte di vivere e meditazione. Narya è pronto a giurare di aver trovato la felicità e la pace dei sensi che tra questi boschi si insegue lasciandosi governare dai ritmi della natura. La sveglia, infatti, è alle 6 e si va a dormire alle 21.30. Nel mezzo meditazione, karma yoga, riposo, ancora yoga e meditazione serale. Una particolarità è che la colazione e la cena viene officiata rigorosamente in silenzio mentre durante il pranzo si può parlare.

PER APPROFONDIRE: Grazia ha vinto la sua scommessa: a Milano fa ridere i detenuti con lo yoga