Quercetina | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Quercetina, un ottimo antinfiammatorio naturale. Forse utile anche contro il Covid 19. Dove si trova

La quercetina è presente in diversi alimenti comuni. Dalla lattuga alle mele, dai capperi alle cipolle. E anche nel tè verde. Un’altra proprietà: inibisce i geni dell’invecchiamento

di Posted on

Le sue qualità, come antiossidante e antinfiammatorio, sono accertate da tempo. Come il fatto che rafforza il sistema immunitario. Ma la vera novità sulla quale si è acceso l’interesse dell’opinione pubblica mondiale è che la quercetina potrebbe aiutare a scansare il Covid-19. Ripetiamolo cento volte: potrebbe.

La buona notizia arriva tramite uno studio, nel quale il capofila è l’Istituto di nanotecnologia del Cnr con un team guidato dal professore Bruno Rizzuti e con la collaborazione di ricercatori delle università di Madrid e Saragozza.  Gli autori della ricerca, pubblicata sulla rivista International journal of biological macromolecules, sono stati in grado di dimostrare che la quercetina è un possibile inibitore del Sars-CoV-2. Come? Grazie al fatto che annienta il virus pandemico, bloccando in particolare la sua proteina 3CLpro.

QUERCETINA

Ovviamente siamo ancora nella fase iniziale degli studi riferiti al rapporto tra la molecola della quercetina e il coronavirus, la fase di una ricerca in vitro, molto preliminare rispetto a quella clinica. E le speranze non devono diventare fonti di sprechi e speculazioni. Non a caso, in America è intervenuta la massima autorità di controllo sull’industria del farmaco per avvisare i consumatori che non esistono integratori a base di quercetina in grado di curare il Covid-19. E chi promuove i suoi prodotti in questo modo è un truffatore. Intanto, accontentiamoci dei risultati preliminari e innanzitutto di ciò che già sappiamo di certo sui benefici della quercetina e sulla facilità a reperirla negli alimenti. Senza sprecare soldi con i soliti integratori. 

COS’È LA QUERCETINA

La quercetina appartiene ai polifenoli, e in particolare alla classe dei flavonoidi. È considerato un inibitore naturale di diversi enzimi ed è isolabile da diverse specie vegetali: biancospino, calendula, ippocastano, camomilla, iperico, levistico, ginkgo biloba.

DOVE SI TROVA LA QUERCETINA

È facile trovare la quercetina, e anche in buone quantità, in diversi alimenti comuni. In particolare: lattuga, mele, cipolle, cioccolato. E anche asparagi, capperi, bacche di goji, cavolo riccio o nero, semi di chia, uvetta sultanina. Ancora: la quercetina si trona nel tè verde e nel radicchio, nel sedano e nel mirtillo. Nel vino rosso e nei pomodori. La maggiore quantità, rispetto al peso, è presente proprio nei capperi.

PROPRIETÀ DELLA QUERCETINA

Sempre più studiata, con indagini a vari livelli, la quercetina riserva continue sorprese in merito alle sue proprietà ed ai benefici che regala al nostro organismo. Alcuni punti fermi sono ormai acquisiti. Un primo effetto della quercetina è quello di inibire i geni dell’invecchiamento, limitando la produzione dei micidiali radicali liberi e l’accumulo di grasso nei depositi adiposi.

LA QUERCETINA ANTIOSSIDANTE

Dopo una ricerca in laboratorio condotta su un gruppo di roditori si è rafforzata l’ipotesi che la quercetina mantenga attivo un enzima in grado di evitare l’adipogenesi, la formazione di grasso con le tutti effetti collaterali che ne derivano. Da qui un risultato positivo, in termini di prevenzione, rispetto all’aterosclerosi e alle varie malattie cardiovascolari.

CONTROINDICAZIONI DELLA QUERCETINA

Non ci sono particolari controindicazioni di una sostanza così naturale, in grado anche di aiutarci a prevenire l’influenza.  Se ne consiglia l’uso dopo avere consultato il medico nel caso di abituale e regolare assunzione di anticoagulanti orali o antiaggreganti, come la cardioaspirina o l’aspirinetta.

CONSIGLI PER MANTENERSI IN SALUTE:

Shares