Questo sito contribuisce all'audience di

Pulire green con il sale

di Posted on
Condivisioni

Il sale è stato per millenni un bene prezioso: nei secoli passati fu difficilmente reperibile tanto da essere carico di significati simbolici e fulcro di molti riti propiziatori. Addirittura nell’antica Grecia l’ospitalità era sancita dal rito della spartizione del sale con l’ospite. Oggi, invece, è diventato un alimento di uso così comune che spesso se ne dimenticano le qualità intrinseche e sopratutto i possibili usi alternativi.  Il sale, infatti, insieme a limone, aceto e bicarbonato, è l’alleato principale per le nostre pulizie ecologiche e uno degli ingredienti fondamentali per i detersivi fai-da-te. Vediamo, allora, come poterlo utilizzare, non solo in cucina, in modo originale e green. 

1. Oro: come per altri metalli creiamo una pasta costituita da sale, farina ed aceto in parti uguali e strofiniamo delicatamente.

2. Argento: per pulire e lucidare posate o altri oggetti in argento disponete sul fondo di una teglia uno strato di carta stagnola e ricopritelo con acqua. Aggiungete 1 cucchiaio di sale e 1 di bicarbonato di sodio e portate a ebollizione e lasciate sul fuoco per cinque minuti. Togliete dal fuoco e una volta raffreddato risciacquate abbondantemente con acqua.
 

3. Ottone o rame: se volete lucidare oggetti in rame e ottone mescolate in parti uguali sale, farina ed aceto. Stendete la pasta ottenuta sul metallo con un panno e lasciate riposare per un’ora circa. Poi pulite e lucidate. 

4. Acciaio Inox: per i metalli resistenti, come l’acciaio inox, utilizzate una miscela di sale e succo di limone per strofinare accuratamente la superficie, quindi risciacquate e asciugate. 

5. Peltro: applicate una miscela di sale, farina e aceto e lasciate asciugare. Poi risciacquate e asciugate con un panno morbido. 

6. Pentole e padelle: se durante la cottura qualche cibo si è bruciato e attaccato al fondo della pentola, aggiungete tempestivamente del sale. Questo vi aiuterà a staccarlo più facilmente dal fondo. 

7. Caffettiera: per pulire la caffettiera aggiungete all’acqua della macchinetta 3 cucchiai di sale e portate a bollore. Ovviamente senza il caffè

8. Fondo pentole di ferro: se le vostre pentole in ghisa vi sembrano particolarmente sporche e volete effettuare una pulizia approfondita scaldate a fuoco basso la pentola e aggiungete dell’olio fino a coprire interamente il fondo della padella. Quando è ben calda toglietela dal fuoco e aggiungete 3-4 cucchiai di sale grosso. Strofinate energicamente e risciacquate con acqua calda. Aggiungete in fine un sottile strato di olio per conservarla e prevenire la ruggine. 

9. Pulitore universale: per avere un efficace detergente naturale, adatto a molteplici usi, create una miscela di sale e aceto. L’unica raccomandazione è di non usare questa miscela su superfici sensibili all’aceto come il linoleum, il marmo o le superfici cerate.

 

10. Tappeti: per togliere macchie o aloni dal vostro tappeto preferito create una miscela di sale, aceto e borace in parti uguali. Usatela sulla macchia e lasciate asciugare.  

11. Contro le macchie: se avete versato dell’ottimo Barolo sul vostro tappeto persiano non disperate. Tamponate la macchia e aggiungete subito del sale che assorbirà i residui di vino. Una volta asciutto potete pulire. 

12. Camino: sembra che spargere una manciata di sale sul fuoco mantenga più pulita la canna fumaria.

 

13. Smalto di pentole e stoviglie: per restituire lucentezza allo smalto di pentole e stoviglie applicate una miscela composta da sale e aceto in parti uguali. E strofinate accuratamente.

 

14. Mani: il sale se miscelato con l’aceto è un ottimo assorbi odori. Usiamolo per pulire le mani dall’odore di aglio o cipolla.  

15. Muffa: come antimuffa applicate una miscela di sale e succo di limone sulla zona interessata. Lasciate asciugare possibilmente al sole poi sciacquate e asciugate nuovamente. 

16. Ruggine: Fare una pasta di sale, crema di tartaro, e l’acqua e si applicano a ruggine macchia sul metallo. Lasciare asciugare al sole.

17. Scarpe: come già detto il sale è ottimo come assorbi-odori. Se avete delle scarpe da ginnastica che somigliano piuttosto ad un’arma batteriologica aggiungete un po di sale una volta tolte. Questo aiuterà ad eliminare il cattivo odore. 

18. Forno: utilizzate una miscela di sale, aceto e bicarbonato di sodio per la pulizia del forno. Lasciate agire qualche minuto poi pulite con un panno umido. Il sale è ottimo anche per assorbire eventuali liquidi caduti nel forno durante la cottura. 

19. Frigorifero: pulire con una miscela di sale e soda. 

20. Lavello: per donare bianchezza allo smalto del vostro lavello utilizzate una miscela di sale e trementina e applicatela uniformemente su tutta la superficie. Dopo circa 15 minuti pulite con un panno umido. 

21. Scarico del lavandino: per mantenere pulito lo scarico del vostro lavandino versate al suo interno dell’acqua e sale appena bollita.

22. Per un lavandino intasato: miscelate tra loro ½ tazza di sale, ½ tazza di bicarbonato di soda e ¼ tazza di cremore di tartaro (acido tartarico)e versatela nello scarico. Infine versate un bollitore di acqua bollente e lasciate riposare almeno un paio d’ore prima di risciacquare. 

23. Vasi: utilizzate il sale per strofinare i depositi calcarei sui vostri vasi, quindi risciacquate. 

24. Vimini: se i vostri mobili in vimini perdono candore, applicate a pennello una miscela di acqua salata e lasciate asciugare al sole. 

25. Legno: potete trattare piccoli graffi o abrasioni sul legno con una miscela di olio e sale sfregando delicatamente la superficie. Successivamente pulite con un panno. 

E se è vero che con un poco di zucchero, la pillola va giù…ora sapete cosa può fare il sale.